Erboristeria Arcobaleno

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Incensi

INCENSI NATURALI, IL BENESSERE NELL'ARIA
L'uso di bruciare incenso si è molto diffuso, in questi ultimi decenni, anche in Italia. Accendere un bastoncino di incenso o bruciare delle resine ha infatti
influenze positive sulla persona e sull'ambiente. Vengono riconosciuti alla fumigazione mediante incenso effetti stimolanti, calmanti, armonizzanti ed equilibranti, apportatrici di un pensiero ed emozioni positive. Gli incensi possono inoltre essere usati per attività più pratiche, come la purificazione di stanze ed ambienti, grazie alla loro funzione antisettica, antibatterica, insettorepellente e antivirale.



Con il termine incenso intendiamo genericamente la resina secreta da alcune specie arbustive tipiche delle zone più meridionali della penisola arabica e delle coste dell’Africa orientale. Tra le varie specie dalle quali si estrae la preziosa sostanza, attraverso l’incisione della corteccia, le principali sono quelle del genere Boswellia come la Boswellia papyrifera o la più nota Boswellia sacra, un piccolo albero a foglia caduca che raggiunge un’altezza compresa tra i 2 e gli 8 metri e che richiede una decina di anni per cominciare a produrre la resina profumata. Sono alberi molto resistenti, in grado di svilupparsi in condizioni di grande aridità, in terreni sassosi e perfino a quote maggiori di 1000 metri.

Nell’antichità, l’incenso veniva bruciato perché era considerato il tramite tra il cielo e la terra e c’era la convinzione che potesse far arrivare alle divinità le richieste e le preghiere intonate dagli uomini, per questo veniva utilizzato anche nelle pratiche religiose e a scopo propiziatorio.
C’era addirittura la famosa
“via dell’incenso” (che dall’India arrivava fino a Roma) che veniva percorsa in continuazione, per assicurarsi il prezioso rifornimento.
Dell’incenso se ne legge nella Bibbia, nel Corano, nel Libro dei Re e, come tutti sanno,
fu uno dei regali fatti dai re Magi per la nascita di Gesù.

In tutte le antiche culture del mondo ci sono riferimenti al suo uso:
l’Egitto (come riferisce una iscrizione risalente a 15 secoli prima di Cristo), presso gli Etruschi, i Romani (che lo usavano sia per le case che come omaggio ai defunti), i Maya, in India e Grecia, prima di essere utilizzato in tutte le liturgie della Chiesa.

Anticamente l’incenso si chiamava “olibanum” che significava “purificarsi” e tra le sue valenze c’era anche quella di favorire la cura di malanni, sia psichici che fisici.

Oggi il suo uso maggiore avviene privatamente e nella forma di bastoncino aromatizzato da varie fragranze, sia per dare profumazione e piacere all’ambiente che per favorire la calma, la concentrazione e il pensiero positivo (aromaterapia).

È la compagnia ideale per la meditazione, lo yoga, lo studio, la musica, il massaggio, l’espressione artistica, la consulenza astrologica, proprio per quel suo essere piacevolmente un tramite tra cielo e terra, un filo bianco di pro-fumo in grado di farci perdere la dimensione concreta del tempo, ma di agganciarsi a ricordi e sensazioni dimenticate e di riconnetterci all’armonia universale.



INCENSO PER LA PURIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI
I luoghi in cui viviamo e lavoriamo sono spesso carichi di tensioni, emozioni negative, paure, ansia, dolore, tristezza... Conflitti, litigi, pensieri negativi nostri o altrui saturano ed impregnano gli oggetti che ci circondano e lo spazio in cui viviamo creando intorno a noi vibrazioni negative dannose per la nostra salute e per il nostro benessere psichico e mentale.

Quando gli ambienti in cui viviamo o lavoriamo sono saturi di queste energie negative avvertiamo immediatamente sensazioni di pesantezza ed oppressione, ci sentiamo stanchi e svuotati, talvolta inspiegabilmente agitati o nervosi, perdiamo il sonno, la pace e la salute. In questi casi bruciare incenso può essere di grande aiuto. Da migliaia di anni si ricorre all'uso dell'incenso per eliminare con successo ogni forma di negatività dannosa e per conferire al luogo in cui viviamo una carica positiva e benefica.

INCENSO PER CALMARE E RILASSARE

I profumi delle spezie, delle erbe e delle resine da cui sono composti gli incensi influiscono sul nostro stato d'animo portandoci calma,pace, armonia.
I fumi aromatici aiutano ad allentare tensioni, ansia, stress. Taluni ingredienti hanno un effetto calmante e riequilibrante e possono essere usati per favorire il sonno, rilassare il corpo e distendere la mente.

INCENSO PER STIMOLARE E RIVITALIZZARE
Alcuni incensi hanno proprietà stimolanti e rivitalizzanti. Quando ci sentiamo stanchi, svuotati e senza energia ci aiutano a recuperare forza, entusiasmo, vitalità.

INCENSO PER L'AMORE
Siete perdutamente innamorati ma separati o lontani dalla persona amata: gli incensi e le fragranze profumate in essi contenute possono rafforzare e rendere più profondo l'invisibile legame dell'amore.
La ricerca scientifica ha dimostrato che gli aromi e le intense profumazioni di alcune miscele di incensi sono analoghi ai ferormoni, cioè a quelle secrezioni animali il cui odore ha un forte effetto sulla sessualità. Da molto tempo è noto che gli incensi possono stimolare l'eros e la sessualità. Con gli incensi puoi creare nella tua casa una calda ed invitante atmosfera atta a favorire l'intimità e l'intesa sessuale.

INCENSO PER LA MEDITAZIONE E LA PREGHIERA
I fumi aromatici che si sprigionano bruciando incenso inducono raccoglimento e riflessione e favoriscono la meditazione e la preghiera.
Per questo motivo le cerimonie religiose sono sempre associate alla pratica della fumigazione.
L'aroma che si sprigiona ha lo scopo di placare i pensieri ed i sentimenti che si agitano in noi e di arricchire il nostro spirito.
Bruciare incenso inoltre potenzia ed amplifica gli effetti delle nostre preghiere.

INCENSO PER LA RISOLUZIONE DEI PROBLEMI
Qualunque sia il vostro problema sedetevi davanti all'incensiere e concentratevi sul problema da risolvere.
Immaginate che il fumo aromatico salendo al cielo, porti con sé il problema nella sfera divina.
Immaginate che il vostro problema si dissolva come il fumo dell'incenso.
Vi stupirete per come vi sentirete alleggeriti e più sereni dopo questa pratica: spesso dopo breve tempo, magari in sogno, si presenta
spontaneamente la soluzione del problema.


Oro, incenso e mirra i doni che curano.
Rimedi attuali che vengono dal passato



Oro, incenso e mirra sono i tre doni dei Magi al Bambino Gesù. Sono tre doni dal significato simbolico (oro per la regalità del Bambino nato; incenso a ricordare la sua divinità; mirra, usata per la mummificazione, per parlarci del sacrificio e della morte dell’uomo Gesù), ma sono anche tre rimedi medicamentosi.

INCENSO - L’incenso, conosciuto soprattutto per il suo uso durante le cerimonie religiose e funebri, viene estratto dalla Boswellia, pianta dell'antica medicina ayurvedica. Diverse ricerche (fondamentale quella di Edzard Ernst, pubblicata sul British Medical Journal nel 2008) ci hanno confermato la presenza in questa resina di numerose sostanze chimiche dotate di attività antinfiammatoria. La Boswellia si utilizza ormai da molti anni, ottenendo buoni benefici, nei pazienti con colite ulcerosa, Crohn o altre malattie croniche a carico dei bronchi come delle articolazioni. È ben tollerata e consente anche di ridurre il consumo di farmaci.

MIRRA - La mirra tra i doni dei Magi è forse la sostanza più misteriosa, molti neppure sanno cosa sia. Si tratta di una resina ricavata da una pianta tipica di penisola arabica, Mesopotamia e India (le stesse zone dove è d’altronde presente anche la Boswellia). Nell’antichità si usava soprattutto per aromatizzare e conservare le mummie. Il primo lavoro scientifico italiano sulla mirra è stato pubblicato 15 anni fa, su Nature, da Piero Dolora e dai suoi collaboratori del Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Firenze, che hanno ben studiato il meccanismo di azione di alcune sostanze chimiche, presenti in questa resina, sui recettori per gli oppioidi, spiegandone così le capacità analgesiche.

L'uso tradizionale, confermato da prove cliniche più recenti, ci consente di sfruttarne pienamente non solo
le proprietà analgesiche, ma anche le capacità antinfiammatorie e antisettiche - provate da altri studi scientifici - che si rivelano particolarmente utili nella cura di gengiviti, afte, peridontopatie e nella terapia di ferite e ulcerazioni cutanee. In Arabia Saudita la mirra viene ancora oggi utilizzata per la cura e la protezione del piede diabetico.

Ma mirra e incenso sono stati utilizzati fin dall'antichità come rimedi curativi non solo da singolarmente, ma anche insieme. Il «Balsamo di Gerusalemme», che per la sua attività antinfiammatoria è entrato a far parte di molte recenti farmacopee, è stato formulato, proprio grazie a queste due resine, nel 1719 nella farmacia del monastero di San Salvatore, nella città vecchia di Gerusalemme.

ORO - Se si fosse trattato veramente del prezioso metallo potremmo limitarci a dire che l'oro ha avuto un posto di rilievo nella recente storia della medicina, per la terapia di fondo dell'artrite reumatoide. Ma, invece che di oro, poteva trattarsi della preziosissima polvere di Curcuma, color oro appunto, proveniente sempre dall’Oriente, pregiata sia in cucina, sia nella medicina. Oggi sappiamo che la Curcuma è preziosa perché contiene sostanze antiossidanti particolarmente attive contro i fenomeni infiammatori cronici e nelle varie tappe della trasformazione cancerosa delle cellule. Usata nella pratica clinica su pazienti affetti da psoriasi e da infiammazioni croniche intestinali o reumatiche, la Curcuma suscita sempre maggior interesse tra i ricercatori perché si è visto che può migliorare la risposta di alcuni tumori ai farmaci chemioterapici. Un esempio, tra i tanti, che ci consente oggi di parlare di medicina integrata, piuttosto che di medicina alternativa.

Fonte: "Oro, incenso e mirra i doni che curano" di Fabio Firenzuoli (Direttore Centro di Medicina Integrativa, ospedale Careggi, Università di Firenze) pubblicato su Corriere.it



Il profumo penetrante dell’incenso che sale verso il cielo richiama gli dei e li informa dell’umile invocazione dell’uomo.
Niente più dell’incenso ricorda lo spirito dell’Oriente, il suo senso di mistero e di meraviglia. L’aroma inebriante e la lenta spira di fumo pervadono templi e cibori in tutto il continente e parlano di un luogo diverso, di un tempo diverso. Certo, l’usanza di bruciare incenso non appartiene solo all’Estremo Oriente; questa pratica così diffusa ha colpito tanto l’immaginazione dei primi viaggiatori che i templi buddhisti sono diventati famosi come "dimore dell’incenso" e i monaci come re profumati. Né l’uso è stato limitato alla pratica religiosa. I cinesi se ne servivano per leggere l’ora; le geishe giapponesi per calcolare il prezzo del piacere dei clienti; i tailandesi per curare il più banale raffreddore.

A seconda della forma e della dimensione, che possono essere le più svariate, l’incenso brucia per pochi minuti o per giorni interi. A Hong Kong viene preparato di solito in grandi spirali coniche.
In Malesia, Tailandia e Singapore, durante le festività cinesi, viene usato sotto forma di bastoni, grossi come tronchi d’albero; bastoncini sottili si trovano invece un po’ ovunque. A prescindere dalla forma, l’incenso è ancor oggi assai diffuso in Asia – anzi mai come ora – e il gesto di accendere un’essenza fragrante viene ogni giorno ripetuta anche al di fuori di cerimonie e rituali, simbolo di uno stile di vita. Bruciare legni aromatici o resine, gesto essenziale della devozione e della supplica religiosa, è stata una pratica comune a molte culture fin da tempi antichissimi. " La fragranza dell’incenso che si diffonde e il fumo sinuoso che spande per l’ aree infinito", scrive un commentatore, hanno stretto un legame simbolico con la preghiera, e fanno dell’offerta un tutt’uno con l’adorazione.

Le origini dell’incenso si perdono nella notte dei tempi, anche se è probabile che esso non sia originario delle culture alle quali oggi viene attribuito.
Secondo una delle ipotesi più accreditate, le prime a farne uso furono le antiche civiltà del Medio Oriente, che lo producevano estraendo resine dagli alberi della famiglia Boswellia, copiosi nell’Arabia del Sud e in Somalia. Sumeri e Babilonesi bruciavano queste sostanze credendole dotate del potere di placare le divinità e di purificare i templi. In Egitto, l’incenso è noto fin dai tempi della XVIII Dinastia. Il libro Egiziano dei Morti, il più antico testo scritto che si conosca sulle cerimonie magiche e religiose, dà notizia di come l’uso di bruciare sostanze profumate avesse un significato importante nei riti funebri.

Con lo sviluppo del commercio, le popolazioni lo scoprirono e ne adottarono l’uso, e i
regni arabi – Sheba, Hadramat, Quabatan – che lo producevano fecero fortuna esportandolo. Nel prologo dell’Edipo, Sofocle scrive: "La città era frastornata e ingombra di un carosello di suoni e di odori, di mormorii, di inni e di incenso".

Si dice che a Roma, Nerone, per il funerale della moglie Poppea, avesse ordinato l’equivalente della produzione di un anno di incenso proveniente dall’Arabia. Se è vero che l’incenso era assai diffuso nel Vecchio Continente, fu in Oriente che si affermò veramente, caratterizzando tutte quelle culture. Alcune teorie vogliono che ne sia stato trasmesso l’uso dal Medio Oriente al resto dell’Asia, altre invece parlano di un percorso del tutto indipendente.
L’unica cosa certa è che il rito di bruciare legno di sandalo è stato praticato fin dai tempi più remoti in India e perfino in Cina, come riferiscono antichi testi taoisti.

Con il diffondersi del Buddhismo, queste sostanze dall’India penetrarono in tutta l’Asia sud- orientale. In un primo tempo le resine aromatiche più apprezzate nel Medio Oriente furono i
ncenso e mirra, come dimostrano i doni dei Magi al Bambino Gesù, ma se ne fece uso anche nell’Estremo Oriente, provenienti per lo più dall’Arabia. A poco a poco gli addetti alla preparazione degli incensi incominciarono a impiegare molti altri ingredienti, tra cui il sandalo, l’ambra grigia, il basilico, la canfora, i chiodi di garofano, il gelsomino, il muschio e il patchouli.

Interi volumi sono stati dedicati alle composizioni delle varie misture, per spiegarne la popolarità e il significato rituale. Uno studioso giapponese, infatti, ha riordinato e dato nome a non meno di
130 varietà di incensi composti. Spesso queste preparazioni erano segrete e venivano custodite gelosamente: le famiglie che le producevano si guadagnavano l’ammirazione della comunità con formule che ideavano appositamente e che venivano descritte solo in termini molto vaghi: "Miscela di legni profumati e gelsomino tailandese": così una compagnia di Bangkok definisce il particolare tipo di incenso di sua produzione.

La qualità dell’incenso dipende – e per questo varia molto - dalla qualità degli ingredienti usati. Componente base della pasta d’incenso è la polvere di legno, alla quale si aggiungono quasi sempre resine , trucioli di legno di sandalo , olii di piante ed erbe aromatiche.

Per ottenere i prodotti più esclusivi, e anche più costosi, si fa uso di molti altri additivi, estratti dalla vasta gamma delle fragranze naturali.
Oggi è l’India a produrre gli incensi più raffinati e le sue fragranze finemente miscelate vengono esportate in molte parti del mondo. La Cina invece ha fama di essere la più grande produttrice con milioni di bastoncini e serpentine di tutte le dimensioni. Ma in nessun modo questi due Paesi ne detengono il monopolio: la confezione di incensi infatti è assai diffusa in tutta l’Asia sud- orientale, dove una piccola fabbrica, aperta da tempi, continua a prosperare non sfiorata dalle tendenze dell’economia o dai progressi tecnologici. La maggiore parte delle industrie di questo settore sono piccole imprese a conduzione familiare, che , seguendo la tradizione cinese, colorano gli incensi e vi aggiungono una particolare resina fissante che, seccando, indurisce.

L’incenso veniva impiegato anticamente anche per usi ordinari:
per scacciare zanzare e altri insetti fastidiosi, eliminare la congestione nasale miscelandolo con erba medica, o semplicemente profumare piacevolmente le dimore dei ricchi. Questa popolarità ha alimentato un intenso commercio di profumi e una fiorente industria di incensi di tutte le possibili varietà, attraverso le varie epoche sino ad oggi. In tutta l’Asia l’incenso continua a diffondere la sua fragranza verso il cielo, mantenendo vivo il legame vitale tra l’uomo e i suoi dei, e facendo da tessuto connettivo tra tutte le culture d’Oriente. E in occidente è oramai diventato di uso comune, sia per chi pratica discipline di ispirazione orientale sia e soprattutto in qualità di fragranza per ambiente.


L'incenso è la resina solidificata proveniente dalle secrezioni delle piante della famiglia delle BURSERACEE, ripartite in 17 generi e a loro volta in circa 600 specie. In Etiopia ne crescono principalmente due generi, la Boswellia, (che dà origine all'incenso, detto olibanum, da lubàn, incenso in ambo) presente con sette specie, e la Commyphora, pianta diffusa in oltre 50 specie differenti, dalla quale proviene la famosa mirra. Possono avere una dimensione che varia dall'arbusto alla pianta di alto fusto.

La produzione della resina avviene o per essudazione spontanea dalla pianta, o tramite un metodico processo d'incisioni sul tronco, dal quale comincia ad essudare una sorta di lattice. Dopo circa un mese la gommoresina è sufficientemente indurita da essere raccolta.

Il tronco della Boswellia può essere inciso fino ad un massimo di 12 volte in un anno, con un intervallo di 15- 25 giomi, da settembre a giugno (prima che inizi la stagione delle piogge), e ogni pianta può produrre da uno a tre kg di resina.

La raccolta dell'incenso risulta essere un lavoro molto importante per i contadini e i pastori dediti a questa attività, garantendo loro un reddito anche nel periodo della stagione secca, in cui è quasi impossibile praticare l'agricoltura.

Inoltre la Boswellia e la Commyphora riescono a crescere anche in terreni aridi e rocciosi, con un suolo fertile di 20cm appena di profondità, e le loro foglie costituiscono nella stagione secca una fondamentale fonte di nutrimento per capre, cammelli ed altri erbivori ed un refrigerio con la propria ombra per piante, uomini e animali. Svolgono inoltre un ruolo fondamentale nella preservazione del suolo dalla desertificazione.

Nel solo Tigray (regione a nord, confinante con l'Eritrea) i lavoratori stagionali impiegati annualmente nella raccolta dell'incenso sono 7000, tra i quali il 31% sono donne, Gli uomini sono tradizionalmente dediti all'incisione della pianta e alla raccolta; le donne, invece si occupano della selezione e della classificazione.

In Etiopia l'incenso è chiamato comunemente "ettan", ma assume nomi comuni differenti.


L'incenso e la mirra da sempre sono utilizzati sia a scopo religioso, che curativo, o come elemento nei riti quotidiani, In Etiopia, ad esempio, in ogni cerimonia del caffè che si rispetti, un rito che gli etiopi celebrano diverse volte al giorno (bevendone ogni volta tre tazze), viene fatto annusare il dolce profumo dell'incenso; preferito in questo caso risulta essere l'aroma rilassante dei lubanja, ideale per ricreare un'atmosfera lieta ed accogliente per l'ospite,



Nella medicina tradizionale etiopica, la resina della Boswellia e della Commyphora è utilizzata per diverse patologie, soprattutto come antisettico ed antibatterico, febbrifugo, espettorante e come cura per le linfonodopatie, e nelle regioni dei bassopiani, si mastica per alleviare la sete nei giorni più infuocati; la corteccia è masticata per lenire i disturbi allo stomaco. L'incenso è un ottimo rimedio naturale anche per allontanare insetti e zanzare.


MYRRHA (
Commiphora myrrha)

Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00


Famosa fin dall’antichità per le sue proprietà antisettiche ed antibatteriche, trae il suo nome dall’arabo “murr”, che significa amaro.

E’ prodotta spontaneamente dalle ferite della corteccia di questa pianta, presente nei bassopiani a sud-est dell’Etiopia, tra i 250 e i 1300 mt s.l.m..

Allontana zanzare e purifica gli ambienti.

Nella medicina tradizionale è impiegata come rimedio contro le affezioni delle vie respiratorie, antisettico del cavo orale.

Fragranza: dolciastro, leggermente amaro.




OGADEN (
Bosweltia rivae)
Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00


Proveniente dall’omonima regione etiope, dal paesaggio aspro e desertico, che dai bassopiani (1000 mt s.l.m.) ad est, va degradando fino alle aride terre dei confini somali.

Questa gommoresina viene raccolta dalle popolazioni semi-nomadi durante i loro spostamenti, e, grazie alla sua spontanea fuoriuscita, la pianta non necessita di alcuna incisione.

Viene usato per le sue proprietà balsamiche, espettoranti ed antibatteriche.


Fragranza: dolce, intenso, balsamico.







BETEKRISTIAN (
Boswellia papyrifera)
Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00



La Boswellia papyrifera cresce prevalentemente a nord dell’Etiopia, nella regione del Tigray, ad un’altitudine di 2000 metri s.l.m..

La resina che produce, ottenuta tramite incisioni sulla corteccia, è l’incenso bruciato da secoli nei turiboli durante le funzioni religiose della Chiesa Ortodossa Etiope.

Tradizionalmente è utilizzato per le sue proprietà antisettiche ed antiinfiammatorie.

Fragranza: agrumi.








BORENA (
Boswellia neglecta)
Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00




La Boswellia neglecta, che dà origine all’incenso chiamato comunemente borena, è una pianta che può arrivare fino ad un’altezza di 6 metri, e cresce nelle regioni a sud dell’Etiopia: Bale, Gamo Gofa, Hararghe e Sidamo, dove è chiamato Dakara, in lingua oromo.

La resina che produce, d’ottima qualità, può essere nera o bianca, ed è prodotta per essudazione spontanea dalle ferite della pianta.

Impiegato per le sue proprietà balsamiche ed antibatteriche.

Fragranza: balsamico, fresco e legnoso.







YEBAHAR (
Boswellia frereana)
Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00



Resina prodotta nei bassopiani a sud-est dell’Etiopia, ai confini con la Somalia, ad un’altitudine che va dai 200 ai 600 metri s.l.m, per mezzo di incisioni sul tronco della B. frereana.

La particolarità di questa pianta consiste nella capacità di crescere anche su pareti rocciose verticali.

Tradizionalmente viene utilizzato come espettorante, e come gomma da masticare.

Fragranza: dolce, speziato


Incenso della NAMIBIA
In Namibia sono attualrnejie confermate essere presenti circa 17 specie diverse di Commiphora. Crescono prevalentemente sui versanti collinari rocciosi delle regioni a nord, tra i 600 e i 1200 metri d’altitudine s.l.m.

La resina essuda spontaneamente dalla corteccia, più copiosamente al culmine della stagione secca. La raccolta è praticata tradizionalmente dalle donne, che raccolgono in qualche giprno di lavoro la quantità di resina sufficiente per il loro fabbisogno di un anno intero. Le resine vengono poi in parte vendute o barattate con altri prodotti.
Vengono usate come profumi, o per le loro proprietà curative, ma anche come collanti (mastice), o per tingere i tessuti.




OMUMBIRI (Commiphora wildii)
Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00



La Commiphora wildii, specie endemica prevalente tra le specie di commiphora presenti in Namibia, cresce sui versanti rocciosi ti’a i 600 ed i 1000 mt s.l.m., nelle regioni a nord.
Ha un’altezza media di circa 2 mt, ma si estende per quasi 8 mt in orizzontale.

Al culmine della stagione della stagione secca, verso Novembre, la resina viene essudata in abbondanza dalla pianta e si consolida all’aria in qualche settimana. Viene raccolta prima della stagione delle piogge dalle donne Himba, che la utilizzano per il suo gradevole profumo, mescolandola col burro e l’ocra, facendone una sorta di balsamo che viene spalmato sulla pelle.

Fragranza: Arancio dolce.



Incenso della SOMALIA

In Somalia sono presenti quattro tipi di Boswellia e cinquanta di Commiphora. Le specie di maggior valore ed utilizzo sono la Boswellia sacra (chiamata mohor), la Boswellia frereana (yaghar) e la Commiphora myrrha (diddhin).

La produzione.dell’incenso in Somalia avviene da secoli grazie ai Beyosetu, i raccoglitori di incenso, tramite incisione sulla corteccia praticata tra maggio e gennaio, con una specie di scalpello chiamato mengaf. La resina viene staccata dall’albero, una volta essiccata, con lo stesso strumento e raccolta in cesti di paglia. Nei villaggi viena pulita e graduata.

Tradizionalmente gli uomini si occupano dell’incisione e della raccolta, le donne della pulizia e della selezione.




BEYO (Boswellia sacra)
Confezione da 70 grammi

Prezzo: € 7,00



La Boswellia sacra, è una pianta che può arrivare ad un’altezza di 8 metri, e cresce sulle superfici rocciose delle montagne somale, tra i 5 ed i 1230 mt s.l.m.

Il beyo è prodotto tramite incisione tra maggio e gennaio, e viene raccolto dopo circa due settimane.

E’ utilizzato per il suo pregiato profumo nelle cerimonie religiose, ma anche masticato come antisettico del cavo orale.


Fragranza: Cedro, mandarino.


Per sprigionare il suo profumo naturale, la resina deve essere sciolta su una fonte di calore. Consigliamo due possibili modalità di utilizzo:



CARBONCINO:
accendere un carboncino avvicinandolo ad una fiamma, posarlo su una superficie resistente al calore (preferibilmente in terracotta) con la parte concava verso l’alto e attendere la sua completa accensione. Posare una piccola quantità di resina sul carboncino.
Effetto intenso, fumoso.







DIFFUSORE PER OLII ESSENZIALI:

Consigliamo, per tenere pulito il piattino del diffusore, di posarvi sopra un piccolo foglio d’alluminio, e su di esso mettere una piccola quantità di resina. Una volta accesa la candelina, la resina comincerà a sciogliersi e ad emanare la sua fragranza.
Effetto delicato, non fumoso.






Carboncini per incenso, 40 mm

Durata per carboncino 1 ora

Confezione tubo

Prezzo: € 3,00


Incensiera in pietra saponaria
10 x 10cm
Prezzo: € 19,00


Incensiera in pietra saponaria, è multi uso: portacandele, contenitore oggetti o potpourri.

Con coperchio girato: ideale per bruciare incenso su carbone (l’aria passa sotto) o con i bastoncini.





Scatoletta Portaincenso in pietra saponaria

Prezzo: € 11,00


Rotonda in in pietra saponaria, utilizzabile anche come portaoggetti o con potpourri, girando il coperchio diventa portaincenso, predisposto con buco (anche per incensi tibetani).







Diffusore "Mille e una Notte" (Piccolo)
Prezzo: € 9,00


Un'opera d'arte, un articolo senza rivali nel campo dei diffusori per oli essenziali.

Lavorato ed intarsiato a mano, ricorda le decorazioni del Taj Mahal o dei templi dell'India con la loro atmosfera mistica. In pietra lavorata a mano.

Piccolo, alt. 9 cm.











Oli essenziali


La linea comprende otto tipi diversi di oli essenziali, estratti dalle migliori resine naturali e provenienti dagli stessi paesi d'origine.
Sono prodotti con la tecnica della idrodistillazione, mantenendo inalterate le caratteristiche aromatiche della materia prima.

Vengono sottoposti ad esami gas cromatografici per controllarne la qualità aromatica.
Non contengono alcuna sostanza sintetica, non viene loro applicato alcun ulteriore processo chimico, e la materia prima proviene da zone prive di qualsiasi utilizzo di fertilizzanti, pesticidi o agenti chimici di sorta.
Essendo puri al 100%, non vanno utilizzati concentrati ma diluiti.


OLIO ESSENZIALE MYRRHA 10 ml
Prezzo: € 18,00






OLIO ESSENZIALE BEYO 10 ml

Prezzo: € 11,00






OLIO ESSENZIALE OGADEN 10 ml
Prezzo: € 10,00





Le pregiate miscele della linea "Ananda Astrale" sono una combinazione di miele, erbe, polveri di legni pregiati, spezie, resine e oli naturali.

La preparazione del Masala (impasto) viene eseguita come secoli fa, seguendo le antiche tradizioni vediche, le fasi lunari, il movimento del Sole e dei pianeti e mille altri accorgimenti.

Ogni incenso viene realizzato a mano senza profumi chimici e oli da taglio minerali.

Gli ingredienti vengono impastati fra loro in vari momenti, durante la preparazione il masala viene custodito in recipienti di terracotta e dopo circa 15 giorni, l'impasto è pronto per essere a sua volta arrotolato a mano su bastoncini di bamboo.

L'essiccazione dura circa una settimana e in questi giorni i bastoncini vengono continuamente girati, allo scopo di ottenere una asciugatura omogenea. Una volta asciugati, i bastoncini vengono immediatamente imbustati in bustine salva-aroma che ne conserveranno inalterata la fragranza fino al loro utilizzo.



Incenso Astrale Cedro Ananda
Un impasto pregiato con olio di cedro e resine naturali in morbidi bastoncini arrotolati a mano
26 gr (25 bastoncini)
Prezzo: € 5,00

Questa preciata miscela con olio essenziale di cedro è una combinazione della migliore pasta, miele , erbe spezie, resine naturali e olio di cedro arrotolate in morbidi bastoncini da mani amorevoli.
Il profumo del cedro promuove la consapevolezza, la chiarezza e purifica gli ambienti.




Incenso Astrale Nag Champa Ananda
Un impasto pregiato con boccioli di frangipani e resine naturali in morbidi bastoncini arrotolati a mano.
26 gr (25 bastoncini)
Prezzo: € 5,00

Questa preciata miscela con fragranti boccioli di champa (frangipani) è una combinazione della migliore pasta, miele , erbe spezie, resine naturali e olio di cedro arrotolate in morbidi bastoncini da mani amorevoli.
Il suo profumo aiuta la calma concentrazione, la meditazione e l'introspezione.




Incenso Ananda Rosa Astrale
Un pregiato impasto con olio essenziale di rosa con resine naturali in morbidi bastoncini arrotolati a mano.
26 gr (25 bastoncini)
Prezzo: € 5,00


La preparazione del "Masala" (impasto) viene eseguita ancora xcome secoli fa seguendo le antiche tradizioni Vediche per un incenso puro e di qualità.
Il profumo di rosa apre il chakra del cuore permettendo all'amore e alla devozione di fluire.




Incenso Gelsomino Astrale Jasmine
Un impasto pregiato con olio di gelsomino e resine naturali in morbidi bastoncini arrotolati a mano.
26 gr (25 bastoncini)

Prezzo: € 5,00


Una profumazione celestiale con olio di gelsomino che promuove la pace e la calma anche nelle giornate particolarmente intense.



Incensi dei Chakra

È importante stare qualche ora al giorno in un ambiente che abbia una vibrazione controllata.

Gli incensi Fiore D’Oriente per i Chakra, sono stati realizzati seguendo gli antichissimi insegnamenti Vedici.

Gli Incensi dei Chakra sono studiati appositamente per la terapia energetica.

Ognuno di essi copre un preciso campo vibrazionale, in relazione a uno dei sette Chakra evolutivi. All’interno della busta c’è un segnalibro promemoria.

L’utilizzo costante di queste fragranze aiuta ad armonizzare il sistema energetico.


Si accendono (in condizioni di massima sicurezza) sempre lontano qualche metro dalle persone. Gli incensi servono per gli ambienti e per gli oggetti, quindi non è necessaria la vicinanza con le persone, anzi è sconsigliata.
Va molto bene accenderli prima di uscire, o in una stanza vicina a quella in cui siamo, oppure nella stessa stanza ma non vicino. Inserire sempre il bastoncino in uno specifico portaincensi, oppure in un vaso con sabbia sul fondo, lontano da tende o oggetti che potrebbero essere rovinati.



Ingredienti Masala
miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe, spezie, oli essenziali, bamboo.

Lunghezza sticks:
cm 23
Peso di 1 stick: g 1,6 - 1,8
Durata combustione: 65-80 minuti




INCENSO AJNA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



INCENSO ANAHATA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



INCENSO MANIPURA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



INCENSO MULADHARA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



INCENSO SAHASRARA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



INCENSO SWADHISTANA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



INCENSO VISHUDDA CHAKRA
Produttore: Fiore D'Oriente
Prezzo: € 6,00


I chakra sono ponti tra la psiche e il soma, tra l'interno e l'esterno, tra il microcosmo e il macrocosmo. Attraverso il sistema dei chakra, corpo e mente sono in continua comunicazione. La prinicipale funzione dei sette chakra è quella di integrare energia e coscienza. Gli incensi vengono preparati seguendo scrupolosamente le ricette provenienti da antichissime della medicina tradizionale indiana.

Gli impasti sono composti da miele, polvere di legno pregiato, resine odorose, oli vegetali, erbe officinali, oli essenziali, bamboo.

La combustione dura circa 70 minuti, e lascia nell'aria un filo di profumo che rimane per diverse ore, donando pace, serenità e freschezza. Una confezione contiene 20 bastoncini.

Garantito senza sostanze tossiche.



Chakra Test - Metodo Diagnostico - CD
Prezzo: € 20,00

Una corretta diagnosi è alla base di qualsiasi buon risultato.

Il metodo più sicuro e completo è il Chakra Test, che è preciso ed unico nel suo genere.
Nasce da esperienze e studi molto approfonditi e da una sperimentazione durata anni.
È uno strumento prezioso ed economico per i terapeuti e per tutti coloro che desiderano un approccio sicuro, rigoroso e preciso alla medicina energetica e vibrazionale.
Il Chakra Test permette di misurare le energie dei sette Chakra evolutivi e di caratterizzarne i principali aspetti e squilibri, così da poterli correggere migliorando notevolmente la qualità della propria vita.

Il Chakra Test funziona su tutti i “pc” e può essere stampato in ogni sua parte.

Quanto si impiega a fare il Chakra Test? 30 minuti circa.
Cosa bisogna fare? Leggere a voce alta le domande che compariranno di volta in volta e muovere il mouse facendo un solo clic a risposta.
Quante volte si deve fare il Chakra Test? Una volta al mese.
Dopo la diagnosi, si passa all’applicazione dei vari rimedi (suggeriti dal materiale informativo) per 30 giorni; dopodiché si ripete il Chakra Test per verificare i risultati ottenuti.



Come si interpreta il Chakra Test?


Il programma di elaborazione è composto da due parti, una riguardante i “risultati” del Test e l’altra “informativa” composta da 35 pagine che spiegano in modo esauriente le varie problematiche dei Chakra, caso per caso.

A fianco è riportato un esempio di risultato del Chakra Test, dal quale si evidenziano in colore rosso i Chakra da riequilibrare e sui quali intervenire con i nostri rimedi.


Forme che creano una magica atmosfera

Brucia Essenze, in ceramica e ceramica e vetro, che accolgono essenze aromatiche o oli essenziali puri, diffusi nell'aria grazie al calore di una piccola tea light.

Le ceramiche sono realizzate in Italia presso il distretto delle ceramiche Estensi: sono uniche al mondo per fattura, materiali e lavorazione, eseguita a mano ancora oggi.



Brucia essenze
in ceramica e vetro

con sinergia da 10 ml inclusa.

Ø 150 mm x H 170 mm

Prezzo: € 24,00




GLASS
è il brucia essenze che magnifica l’efficacia della fiammella riparandola dalle correnti d’aria. Garantisce una duratura e costante diffusione delle essenze attraverso il sistema più semplice e naturale.

I brucia essenze diffondono le note profumate e le proprietà benefiche dei prodotti NASOTERAPIA nell’ambiente, grazie al calore emanato da una piccola candela, che fa evaporare l’acqua nella quale sono state diluite alcune gocce di olio essenziale.

Tutti i modelli possono contenere una quantità d’acqua ideale per un utilizzo anche prolungato. La corretta distanza fra la fiammella e l’acqua con l’olio essenziale evita che quest’ultimo possa surriscaldarsi, mantenendone alla perfezione le caratteristiche olfattive.






Il brucia essenze diffonde le note profumate e le proprietà benefiche degli oli essenziali nell’ambiente: il calore emanato da una tealight accesa e riposta nella parte sottostante serve infatti a far evaporare ‘olio precedentemente inserito nell’acqua contenuta nella parte superiore. Il
brucia essenze Neavita, con la sua ciotolina molto capiente, permette di diluire le gocce di olio essenziale in una buona quantità d’acqua; inoltre, grazie alla giusta distanza tra la fiamma e la miscela, evita che l’olio essenziale si surriscaldi.

I brucia essenze NASOTERAPIA vengono interamente realizzati a mano.


Abili ceramisti curano ogni dettaglio della lavorazione, dalla modellazione del vaso alla realizzazione degli intagli, fino al processo di lucidatura e di smaltatura.


Brucia essenze in ceramica interamente realizzato a mano.

Colore bianco Ø 160 mm x H 140 mm
Prezzo: € 20,00

Abili ceramisti curano ogni dettaglio della lavorazione, dalla modellazione del vaso alla realizzazione degli intagli, fino al processo di lucidatura e di smaltatura.




Sunray bianco brucia essenze in ceramica
Prezzo: € 20,00




Bridge azzurro

Prezzo: € 13,50



Bridge bianco
Prezzo: € 13,50







Ring verde lucido

Prezzo: € 10,00


Ring marrone opaco
Prezzo: € 10,00



diametro 130 mm
altezza 135 mm





Alcove grigio perla
Prezzo: € 11,00


Alcove azzurro
Prezzo: € 11,00


Alcove bianco
Prezzo: € 11,00

Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo, tratte da un'ampia sitografia presente in internet. L'unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un'ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all'impiego per il sostegno dell'organismo in periodi particolarmente difficili.


Home Page | INFORMATIVA | Condìzioni di VENDITA | Novità | PROMOZIONI | Idee REGALO | Curiosità | Contatti | Dove siamo | Dicono di noi | | | Acqua | Acqua e Sale | Acqua e Sapone | ACNE e Impurità | Alcalinizzanti | Alimentari | Alga KLAMATH | Alghe marine | Allergie | Aloe | Aminoacidi e Proteine | Animali | Antidolore | ANTIOSSIDANTI | Antinfluenza | Antizanzare | Ansia e Stress | AntiAge | Antirughe | Arcobaleno BIMBI | Argan olio | Argento Oro... Colloidi | Aromaterapia | Articolazioni | Attivatori energetici | Auricoloterapia | Ayurveda | Baobab | Biopan e Vitapan | BIOTTA succhi | CAISSE formula | Calcolosi renale | Canapa | Candida | Capelli CURA | Capelli Professional | CAPELLI RICRESCITA | CELLFOOD | Cellulite | Cerotti LIFEWAVE | Cistite | Colesterolo | Colostro | Cosmeceutica | Cura del corpo | Depurazione | Digest | Dieta ZERO | Dolcificanti naturali | Enzimi | Erbario | Essenze DONNA | Essenze UOMO | Estratti SPAGIRICI | Fibromialgia | Floriterapia | FitoDETERSIVI | Fosfatidilcolina | Gambe | Glicemia | GUAM Anticellulite | Gruppi sanguigni | Helix | Incensi | Infertilità | Infrared | Infiammazione | Integratori Salini | Karite' | Ipertensione | Lei Sex | Lei SPM | LUI e LEI | Lui | Make-Up | MELATONINA | Memoria | Menopausa | Meristemo-Terapia | Metabolomici | Micoplasmi | Micoterapia | MICROIDRINA | NONI | Oggettistica | OLI vegetali | Oligoelementi | Olivo | Omega 3-6-9 | PAPAYA | Prodotti DI LEO | Prodotti RE.NA.CO. | Propoli | Saponi Aleppocolors | Saponi Dr. Bronners | Semi di Pompelmo GSE | SOLARI | Sovrappeso e obesità | Stitichezza | Supporto oncologico | TEA TREE oil | Tè accessori | Tè e Infusi | Tè MACTHA | Tè TULSI | Termoterapia | Tiroide | Tisane TMG | Vitamine e Minerali | ZEOLITE | | | ACMOS | TAOPATCH | CLARK zapper | ENERGIA sottile | Tesla piastre | PIETRE e CRISTALLI | Diagnosi dal volto | Ritmi Circadiani | Intimo HITECH | Test della ballerina | Dr. Filippo Ongaro | Link Amici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu