Erboristeria Arcobaleno

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Glicemia

Il numero degli adulti con diabete è raddoppiato dal 1980, secondo uno studio pubblicato sulla rivista medica britannica The Lancet.
Alcuni ricercatori inglesi hanno analizzato 2.700 mila campioni di sangue umano provenienti da tutto il mondo. E' emerso che nel mondo, ora, ci sono circa
350 milioni di persone ammalate di diabete, mentre 30 anni fa erano 153 milioni. Ogni anno tre milioni di persone muoiono a causa di questa malattia.
Il numero dei diabetici è aumentato soprattutto nei paesi del Pacifico, secondo lo studio, mentre non è molto aumentato nei paesi dell'Europa occidentale. Secondo i ricercatori, l'aumento del numero di diabetici è dovuto all'allungamento della vita e all'obesità.



La glicemia può essere definita banalmente come la concentrazione di glucosio nel sangue. È di fondamentale importanza che la glicemia rimanga entro i limiti dell'intervallo di normalità (65-110 mg/dl) ed è sicuramente auspicabile mantenere i livelli glicemici verso la parte bassa di detto intervallo perché avere una glicemia normale, ma tendente a valori medio-alti aumenta il rischio di molte patologie, non ultime i tumori.

La glicemia è regolata da un complesso di meccanismi neurormonali e metabolici che ne impediscono forti oscillazioni in difetto o in eccesso. Aumenta nei soggetti diabetici e si abbassa nel digiuno prolungato.

Se l'apporto di glucosio con le scorte è insufficiente, la glicemia si abbassa (ipoglicemia) e inizia a manifestarsi la sofferenza cerebrale con capogiri e senso di spossatezza. Se il glucosio scarseggia e non c'è sufficiente apporto di carboidrati, il fegato sintetizza glucosio da proteine e da lipidi con un processo denominato
gluconeogenesi.

Tale processo provoca però un eccesso di urea (con sovraccarico renale) e un accumulo di corpi chetonici (scorie provenienti dall'utilizzo degli acidi grassi) con conseguente acidosi.


La variazione della glicemia susseguente all'assunzione di carboidrati dipende dal loro indice glicemico, cioè dalla velocità con cui aumenta la glicemia in seguito all'assunzione di 50 g del carboidrato sotto esame. L'indice è espresso in termini percentuali, rapportandolo alla velocità di aumento con la stessa quantità di glucosio (indice pari a 100): un indice glicemico di 50 vuol dire che l'alimento innalza la glicemia con una velocità che è la metà di quella del glucosio.

Il meccanismo che regola il livello del glucosio nel sangue è controllato da due ormoni antagonisti secreti dal pancreas: l'insulina e il glucagone. L'azione dell'insulina è ipoglicemizzante (il livello di glicemia si abbassa) mentre quella del glucagone è, al contrario, iperglicemizzante (il livello di glicemia si alza).

L'immagine (dal sito www.cardiologiapertutti.org) mostra il meccanismo di regolazione del livello ematico di glucosio.

L'insulina viene prodotta dalle cellule beta del pancreas; la sua secrezione avviene nel momento in cui c'è un aumento della concentrazione ematica di glucosio al fine di riequilibrare la situazione; nel momento in cui la glicemia si abbassa si riduce anche la produzione dell'ormone.

L'insulina agisce sulle cellule muscolari, sugli adipociti e sugli eritrociti che, assumendo glucosio dal sangue, provocano una diminuzione del livello glicemico.
Il picco insulinico è tanto maggiore quanto più alto è il carico glicemico dei carboidrati assunti.


Il glucagone
viene prodotto dalle cellule alfa del pancreas; la sua secrezione avviene nel momento in cui la concentrazione ematica di glucosio si abbassa. Il principale organo-bersaglio del glucagone è il fegato; il glucagone agisce facendo rilasciare il glucosio immagazzinato nel fegato innalzando conseguentemente la glicemia.
Un'altra importante azione del glucagone è quella di indurre le cellule epatiche e quelle muscolari a ottenere il glucosio dalle proteine.

Glicemia e alimentazione
Le variazioni glicemiche dipendono da svariati fattori. Uno dei più importanti è sicuramente l'alimentazione. Un regime alimentare equilibrato è sicuramente un'arma fondamentale nella prevenzione e/o nella cura della iperglicemia.

Il primo passo da compiere è assicurare al nostro organismo la corretta ripartizione giornaliera dei macronutrienti che per la dieta italiana è la seguente:

carboidrati: minimo 45%,
proteine: minimo 15%,
grassi: minimo 25%.

Il restante 15% deve essere personalizzato in base al grado di sedentarietà del soggetto.

Sono sicuramente sconsigliati i cibi con zucchero aggiunto che abbiano un'alternativa senza zucchero (per esempio trovare marmellate senza zuccheri aggiunti -sia zucchero bianco, sia di canna, sia succo d'uva o di mela - è praticamente impossibile, basta che la marmellata non ne abbia troppo, cioè abbia un contenuto calorico inferiore alle 150 kcal/100 g).

È importante inoltre includere nella dieta tutti quegli alimenti che hanno un alto indice di sazietà come per esempio la frutta e la verdura. Sono decisamente da evitare le abbuffate; la raccomandazione principale è quindi quella di consumare piccoli pasti ripartendoli correttamente durante la giornata senza saltarli e senza anticiparli o ritardarli in modo eccessivo.
(fonte: www.albanesi.it)

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina.

Diabete tipo 1

Riguarda circa il 10% delle persone con diabete e in genere insorge nell’infanzia o nell’adolescenza. Nel diabete tipo 1, il pancreas non produce insulina a causa della distruzione delle cellule ß che producono questo ormone: è quindi necessario che essa venga iniettata ogni giorno e per tutta la vita. La velocità di distruzione delle ß-cellule è, comunque, piuttosto variabile, per cui l’insorgenza della malattia può avvenire rapidamente in alcune persone, solitamente nei bambini e negli adolescenti, e più lentamente negli adulti (in questi rari casi si parla di una forma particolare, detta LADA: Late Autommune Diabetes in Adults).


La causa del diabete tipo 1 è sconosciuta, ma caratteristica è la presenza nel sangue di anticorpi diretti contro antigeni presenti a livello delle cellule che producono insulina, detti ICA, GAD, IA-2, IA-2ß. Questo danno, che il sistema immunitario induce nei confronti delle cellule che producono insulina, potrebbe essere legato a fattori ambientali (tra i quali, sono stati chiamati in causa fattori dietetici) oppure a fattori genetici, individuati in una generica predisposizione a reagire contro fenomeni esterni, tra cui virus e batteri.

Per questo motivo, il diabete di tipo 1 viene classificato tra le malattie cosiddette “autoimmuni”, cioè dovute a una reazione immunitaria diretta contro l’organismo stesso.


Diabete tipo 2
È la forma più comune di diabete e rappresenta circa il
90% dei casi di questa malattia. La causa è ancora ignota, anche se è certo che il pancreas è in grado di produrre insulina, ma le cellule dell’organismo non riescono poi a utilizzarla. In genere, la malattia si manifesta dopo i 30-40 anni e numerosi fattori di rischio sono stati riconosciuti associarsi alla sua insorgenza. Tra questi: la familiarità per diabete, lo scarso esercizio fisico, il sovrappeso e l’appartenenza ad alcune etnie.

Il diabete tipo 2 in genere non viene diagnosticato per molti anni in quanto l’iperglicemia si sviluppa gradualmente e inizialmente non è di grado severo al punto da dare i classici sintomi del diabete. Solitamente la diagnosi avviene casualmente o in concomitanza con una situazione di stress fisico, quale infezioni o interventi chirurgici.

Il rischio di sviluppare la malattia aumenta con l’età, con la presenza di obesità e con la mancanza di attività fisica: questa osservazione consente di prevedere strategie di prevenzione “primaria”, cioè interventi in grado di prevenire l’insorgenza della malattia e che hanno il loro cardine nell’applicazione di uno stile di vita adeguato, che comprenda gli aspetti nutrizionali e l’esercizio fisico.


6 REGOLE D'ORO PER CONTROLLARE LA GLICEMIA ED IL PESO CORPOREO

  • Limitare la quantità di carboidrati, soprattutto - ma non esclusivamente - quelli semplici (zucchero, dolci, cereali e derivati da farine raffinate).
  • Limitare il consumo di snack, prodotti dolciari e bevande zuccherate
  • Non eccedere con il consumo di carboidrati a medio indice e ad alto carico glicemico (pasta,pane, patate, cereali ecc.).
  • Preferire alimenti integrali ricchi di fibre, come la frutta, la verdura ed i cereali integrali.
  • Ripartire uniformemente i nutrienti nei vari pasti evitando i pasti a base di soli carboidrati (per esempio 100 grammi di pasta in bianco aumentano di più la glicemia rispetto a 80 grammi di pasta al tonno e pomodoro e sono anche meno sazianti)
  • non fare pasti troppo abbondanti, ma suddividere l'apporto calorico in almeno quattro/cinque pasti giornalieri; ricordiamo infatti che per tenere sotto controllo la glicemia è molto importante non solo la qualità ma anche la quantità dei nutrienti assunti con la dieta (com'è logico pensare un cucchiaino di zucchero, pur avendo un indice glicemico alto, causa un incremento glicemico inferiore rispetto a 100 g di pasta integrale)
  • leggere sempre le etichette ed i valori nutrizionali, moderare l'utilizzo di cibi che contengonosciroppo di glucosio e/o sciroppo di fruttosio e/o amido di mais.



Piante medicinali e diabete a cura del Dott. Vittorio Trotta in www.my-personaltrainer.it

Il diabete necessita di un trattamento farmacologico tradizionale, ma accanto a questa terapia può risultare utile l'impiego di piante medicinali attive sul metabolismo glucidico: infatti, nei casi di lieveiperglicemia, un corretto regime alimentare - associato ad un corretto stile di vita, e all'utilizzo di tisane appropriate - può bastare, mentre nei casi più gravi (quando il diabete è conclamato) ai farmaci di sintesi - che sono indispensabili - si possono affiancare alcune tipologie di tisane antidiabetiche, facendo sempre attenzione a non incorrere in effetti indesiderati o in interazioni non volute.
Di seguito sono riportate in sintesi alcune piante che trovano spesso applicazione nel trattamento del diabete, come tinture, tisane o componenti di capsule.

Eucalipto foglie (Eucaliptus globulus): l'eucalipto sembra agire come ipoglicemizzante per la presenza, tra i suoi componenti chimici, di polifenoli con effetto antiossidante, e di tannini capaci di impedire la digestione delle sostanze amilacee e ridurre la glicogenolisi nei tessuti.

Mirto (Myrtus communis): il mirto va ad agire come inibitore dell'alfa-glucosidasi; inibisce quindi l'azione dell'enzima intestinale che - trasformando gli zuccheri da complessi a semplici - permette l'assorbimento intestinale del glucosio.

Sambuco (Sambucus nigra): il sambuco è usato per le sue infiorescenze che, contenendo terpenoidi e fitosteroli (beta-sitosterolo), sembrano possedere un'azione insulino-stimolante.

Galega officinalis: la galega è una pianta conosciuta principalmente per la sua attività galattogena, ma anche ipoglicemizzante; quest'ultima deriverebbe dal potenziamento degli effetti dell'insulina, dalla riduzione della sintesi di glucosio epatico e dal rafforzamento della captazione periferica di glucosio da parte del muscolo. Della galega si usano come droga terapeutica i semi, che contengono il principio attivo galegina, un derivato guanidinico dotato della vera attività ipoglicemizzante; la galegina, alcaloide ipoglicemizzante, ha le stesse attività dei biguanidi di sintesi e presenta gli stessi effetti collaterali ma una maggiore tollerabilità: agisce a livello delle cellule alfa del pancreas inibendo la produzione di glucagone ed aumentando la sensibilità dei tessuti periferici all'insulina. Occorre sottolineare che la galega va usata sotto stretto controllo medico e che allo stato fresco può risultare tossica.

Opunzia (Opuntia streptacantha): l'opuntia è una pianta grassa originaria del Messico; si trova comunemente negli Stati Uniti ed è utilizzata in fitoterapia per i suoi cladodi, che nei loro tessuti spugnosi contengono lipidi, protidi, ma soprattutto polisaccaridi ad alto peso molecolare (pectine,cellulosa, xilosio ed acido galatturonico). E' appunto alla frazione polisaccaridica, opuntia mannano, che si ascrivono le proprietà terapeutiche sfruttabili nella patologia diabetica: infatti i polisaccaridi adsorbono nutrienti, zuccheri e colesterolo nel lume intestinale; così facendo ne bloccano l'assorbimento.

Gimnema (Gymnema silvestre): pianta rampicante originaria dell'India e dell'Africa; la droga terapeutica è data dalle sue foglie, che contengono acidi gimnemici (acidi glicosidici), aminoacidi, colina, betaina, adenina ed ossido di trimetilamina. L'azione ipoglicemizzante è da ascrivere agli acidi gimnemici, che riducono l'assorbimento intestinale di glucosio e stimolano l'attività delle cellule beta pancreatiche nella produzione di insulina.

Ginseng americano (Panax quinquefolius): attenzione a non confonderlo con il Ginseng coreano,sebbene entrambe le tipologie contengano ginsenosidi e vengano usate in fitoterapia per le loro radici, o rizomi. Il ginseng americano, per la presenza di polisaccaridi e ginsenosidi, riduce l'assorbimento dei carboidrati, favorisce il rilascio di insulina ed aumenta la captazione tissutale del glucosio (un'ipotesi sembra essere quella di un aumento del numero di recettori per l'insulina).



I
funghi hanno un ruolo essenziale nell’equilibrio del mondo in cui viviamo. Studi scientifici nel campo della micologia hanno attribuito notevoli capacità terapeutiche ai funghi inaugurando un nuovo ambito di ricerca nella medicina naturale: la Micoterapia, orientata all'utilizzo a scopo terapeutico dei funghi.

La
Micoterapia è rivolta a ristabilire la salute recuperando l’omeostasi, cioè equilibrio di diverse “economie” all’interno dell’organismo, dei minerali, microelementi, microorganismi, enzimi, ormoni, dell’acqua, degli elettroliti, delle cellule immunitarie. E’ possibile così comprendere gli effetti molteplici dei funghi sull’appetito, digestione, sulla psiche, colesterolo, diabete, angiopatie, allergie..

I funghi sono “superalimenti” naturali, la loro azione è mirata al ripristino dell’ equilibrio dell’organismo: in quest’ottica sono considerati adattogeni, ossia sostanze che non provocano stress aggiuntivo all’organismo, e non causano la comparsa di effetti collaterali indesiderati.

L’aumento delle malattie croniche che prevedono il costante utilizzo di farmaci con notevoli effetti collaterali che, a volte, perdono di efficacia (es. antinfiammatori). sta aumentando l’orientamento delle persone verso i metodi naturali.

I funghi contengono vitamine, minerali e molecole farmacologicamente bioattive, sono ricchi dal punto di vista nutrizionale, ma hanno un contenuto calorico basso: la ricchezza nutrizionale e “farmacologica” grazie alla naturale sinergia dei vari composti fa si che questi alimenti assunti in toto possano esprimere il loro straordinario potenziale.

I funghi, per loro natura, hanno la capacità di "digerire" tramite complessi processi enzimatici quanto ricavano da sostanze in decomposizione assorbendo tali sostanze e rendendole nuovamente biodisponibili.
Essi costituiscono una sorta di connessione tra il mondo minerale inanimato ed il mondo vivente.

Ogni tipo di fungo serve a funzioni specifiche, però possiamo affermare che generalmente tutti intervengono su:

1) Metabolismo glucidico e lipidico;
2) Chelazione di metalli pesanti;
3) Riequilibrio del Sistema Immunitario;
4) Antagonizzazione delle spinte anomale di crescita cellulare;


Il
sistema immunitario riceve continuamente innumerevoli input ai quali risponde in modo sia specifico che aspecifico e sia con reazioni acute che croniche.
Tra le sue reazioni, spiccano però, per frequenza e importanza, le risposte TH1 e TH2 e quella infiammatoria.

Esistono due tipi di risposta immunitaria linfocitaria: la risposta TH1 e quella TH2.




La risposta TH1 è orientata in senso citotossico nei confronti di virus e batteri.






La risposta TH2 è orientata in senso anticorpale ed è tipica delle malattie allergiche.





La risposta TH1
è sostenuta dall’IFN-GAMMA (che attiva la produzione di radicali liberi, NO soprattutto, da parte dei macrofagi e inibisce la risposta TH2) e dall’IL-12 (che stimola le cellule NK a produrre IFN-GAMMA).
È una risposta carente nei Paesi industrializzati ove prevale la risposta TH2.
La risposta TH2 è sostenuta dall’IL-4 (che attiva i linfociti B e la produzione di Ig E), dall’IL-5 (che recluta eosinofili in presenza di parassiti), dall’IL-13 e dall’IL-10 (che è una citochina antinfiammatoria, blocca l’IL-3, l’IL-5, l’IL-12, la produzione di IFN-GAMMA e la risposta TH1, ma è proinfiammatoria nei confronti dei processi allergici).
La natura dell’antigene seleziona il tipo di risposta. In ogni caso non tutti i virus inducono una potente risposta TH1. Il virus dell’influenza e del morbillo, ad esempio, sopprimono la risposta TH1 e vaccinando contro il morbillo i bambini di pochi mesi, con sistema immunitario ancora immaturo, è possibile squilibrarli in senso TH2 con conseguente iperattività allergica.



L’attuale stile di vita porta allo sviluppo di
“malattie del benessere” quali diabete, ipercolesterolemia, iperlipidemia, gotta, sovrappeso e obesità, ipertensione ecc. grazie alle loro caratteristiche i funghi forniscono anche in questo caso un ottimo contributo al riequilibrio metabolico.


COPRINUS e MAITAKE offrono buone possibilità di influenzare il metabolismo dei carboidrati.

COPRINUS ha un effetto simile a quello dei più largamente impiegati sulfamidici.

MAITAKE permette di diminuire gli zuccheri attraverso un differente meccanismo. La sensibilità delle cellule destinate all’insulina viene innalzata.

Questo è spesso il problema nel diabete di tipo II, dove non si tratta necessariamente di una mancanza di insulina ma dell’incapacità delle cellule di reagire all’insulina presente.

Se nel diabete di tipo I sta alla base una disfunzione nei meccanismi di autodifesa, si può integrare con
ABM che ha effetti immunuregolatori.




Il REISHI abbassa la glicemia con modalità dose dipendente e non ha effetto sul contenuto di insulina delle isole di Langerhans









ASKORBATO K- HdT 90 compresse

Askorbato di Potassio Powered d’estratti d’Ulivo titolato in oleuropeina e Vite titolata in polifenoli e OPC
Prezzo: € 22,00


Ingredienti per 1cpr 400mg:
Acido ascorbico 180mg
Potassio bicarbonato 102mg
Olea europaea L. folia (Ulivo) tit 6% oleuropeina 55mg
Vitis vinifera L. (Semi d'acini d'Uva) estratto secco purificato tit 80% polifenoli e 55% OPC 40mg
Eccipienti: stearato di magnesio, gommalacca, glicerina .

Produzione e lavorazione spagnola

L’Askorbato di Potassio HdT nasce dall’esigenza di creare un potente antiossidante da usare da solo o in sinergia con i funghi medicinali per aumentare la loro biodisponibilità.

Dosaggio consigliato 1-6 cps/die suddivise nella giornata corrispondente a 300-1800 mg di ascorbato di potassio

Mico-Coprin
Tropismo del fungo: Pancreas, Sistema endocrino
Confezione da 93 capsule
Prezzo: € 65,00


Confezione da 93 caps di estratto standardizzato di Coprinus, Maitake e frutto intero di Agaricus blazei Murrill, Coprinus e Maitake con aggiunta di succo di Nopal, Glucomannano e Cromo. Funghi di coltivazione biologica esclusivamente europea. 450mg di frutto intero ed estratto per capsula di cellulosa vegetale.

Coprinus (Coprinus commatus)
Fungo molto fragile, presente in quasi tutto il mondo, che spesso cresce raggruppato nei prati e nelle periferie. E' caratterizzato da un lungo gambo sottile che può raggiungere i 20 cm e un cappuccio allungato a forma di cappello, coperto con numerose squame bianche e fini . E' commestibile e molto apprezzato.

Tropismo: pancreas e sistema endocrino.


Indicazioni: utile in caso di sovrappeso, problemi legati all'apparato digerente e sindromi metaboliche in genere.

Componenti bioattivi: polisaccaridi (ß-glucani); contiene vanadio, potassio, calcio, zinco e altri minerali assorbiti dal terreno (in dosi molto piccole), niacina, vitamina D e vitamina E.

Dosaggio: si raccomanda l'assunzione giornaliera di 2-3 capsule a stomaco vuoto, preceduti da Askorbato K-HdT per ottimizzare la biodisponibilità dei beta-glucani dei funghi.

Composizione per capsula (450 mg/cps): 86.81 mg di estratto puro standardizzato di Coprinus comatus e 36.95 mg di estratto puro standardizzato di Grifola fronfosa. 49.50 mg di frutto intero di Coprinus comatus, 37.31 mg di frutto intero di Grifola fronfosa, 36.95 mg di frutto intero di Agaricus blazei Murrill, 49.50 mg di Nopal e 49.50 mg di Glucomannano. Capsule vegetali.

Informazioni nutrizionali: a-glucani (3.70%) e ß-glucani (18.90%).

Ingredienti per 1cps 450mg:
Coprinus comatus 86.81mg (19.30%) di estratto standardizzato
Grifola fondosa 36.95mg (8.21%) di estratto standardizzato
Coprinus comatus 49.50mg (11%) di frutto in toto
Grifola fondosa 37.31mg (8.30%) di frutto in toto
Agaricus blazei Murrill 36.95mg (8.21%) di frutto in toto
Opuntia Ficus indica (Nopal) 49.50mg (11%)
Glucomanno 49.50mg
Capsula di cellulosa vegetale.

Info nutrizionali per 3cps:
alfa-glucani 3.70%
beta-glucani 18.90%
Cromo 30µg


Riferimenti bibliografici

1. Han C., Cui B., Qu J. Comparison of Vanadium-rich activity of three species fungi of basidiomycetes. School of pharmacy, shandong university of traditional chinese medicine, Jinan 250355.

2. Zhou G., Han C. The co-effect of Vanadium and fermented mushroom of Coprinus comatus on glycaemic metabolism. Biological trace element research. (2008) 124:20–27

Coprinus (Agaricus chiomato) 550 mg
100% frutto intero
accuratamente seccato e macinato
Confezione da 100 capsule
Prezzo: € 65,00


Nome usuale in inglese:
Ink cap, Shaggy mane
Nome scientifico:
Coprinus comatus

Fungo commestibile comune in tutto il mondo che cresce a gruppi in prati o luoghi insoliti come il verde urbano e con l'invecchiamento assume un colore bluastro ed è per questo comunemente chiamato Fungo dell'Inchiostro. Molto interessante dal punto di vista benefico perché contenente vit.C, D, B (soprattutto Niacina), E, minerali, potassio (in grande quantità), calcio, vanadio, ferro, rame, zinco, molte proteine e 20 amminoacidi tra cui 8 essenziali. Grazie al contenuto di vanadio il Coprinus è un fungo che in MTC è usato prevalentemente come supporto ipoglicemizzante.


Coltivazione biologica, produzione e lavorazione tedesca.

Ingredienti: Agaricus chiomato L. 100% frutto intero accuratamente seccato e macinato. Capsule di cellulosa vegetale.





Mico-Mai (Maitake) estratto
Tropismo del fungo: sistema immunitario
Prezzo: € 65,00


Confezione da 70cps di estratto standardizzato di Maitake di coltivazione biologica esclusivamente europea. 495mg di estratto per capsula di cellulosa vegetale.

Maitake (Grifola frondosa)

E' una specie micologica che cresce su legni duri. Possiede un corpoforo molto poroso e ramificato dai toni marroni-grigi.

Nei paesi anglosassoni è conosciuto come “la gallina dei boschi” mentre in Giappone è conosciuto come -Mai (danza) -Take (fungo del legno) perché, in passato, chi lo trovava ballava con gioia pensando al suo valore.

Indicazioni: utile supporto per vari stati di alterazione dell’organismo.

Componenti bioattivi: polisaccaridi (ß-glucani tra cui il glifolano -GNR-); vitamine (B1 e B2); ergosterolo (precursore della vitamina D); aminoacidi essenziali (glutammina, alanina, treonina, ecc) e minerali (Mg, P e K).



Dosaggio: si raccomanda l'assunzione giornaliera di 1-2 capsule a stomaco vuoto, preceduti da Askorbato K-HdT per ottimizzare la biodisponibilità dei beta-glucani dei funghi.

Informazioni nutrizionali: a-glucani (23.60%) e ß-glucani (22.30%)

Ingredienti per 1cps 620mg:
Grifola fondosa 495mg (79.84%) estratto standardizzato
Capsula di cellulosa vegetale.
Sostanze bioattive:
alfa-glucani 23.60%
beta-glucani 22.30%
Fonte naturale di vitamine. Vitamine per 2cps:
Vitamina B12 2.68µg
Vitamina D 0.12µg
Fonte naturale di minerali. Minerali per 2cps:
Zinco 0.072mg
Rame 0.024mg

Coltivazione biologica, produzione e lavorazione spagnola.


Approfondimento


Maitake (Grifola frondosa) 650 mg
100% frutto intero
accuratamente seccato e macinato interamente
Confezione da 100 capsule
Prezzo: € 65,00

Nome giapponese: Maitake
Nome cinese: Hui zhu hua
Nome usuale in inglese: Hen of the Woods e Sheep's Head
Nome scientifico: Grifola frondosa

Fungo commestibile reperibile da agosto a novembre, parassita e saprofita, cresce specialmente sul castagno ma anche su altre latifoglie.

In Giappone è chiamato il
"Re dei funghi" e molte ricerche hanno provato le sue proprietà nell´era feudale era valutato a peso d´argento.

Il fungo intero ha proprietà benefica utilizzate in Cina e Giappone, sia come rimedio che come alimento da oltre 3000 anni. Storicamente è stato utilizzato come tonico e adattogeno, per promuovere quindi le condizioni generali di salute e di benessere.


Il fungo contiene priincipalmente potassio, ferro, magnesio, amminoacidi, vit.B1, B2, B3, un precursore della vit.D2, vari polisaccaridi tra cui grifolano e grifolina, lectine e metalloproteine, grifon D (Maitake D fraction), una potente miscela di beta glucani ben assorbibili per bocca.

Coltivazione biologica, produzione e lavorazione tedesca.

Lo sviluppo di questo fungo è favorito da calore e umidità: spunta dopo i primi temporali in estate e fruttifica fino ad inizio autunno. Maitake corrisponde a due parole giapponesi:
Mai, che significa danza, e Take, che significa fungo.

Il nome è forse riferito al particolare valore attribuito da sempre a questo fungo, che, anticamente in Giappone, veniva venduto a peso d'argento, per la sua prelibatezza e per le sue proprietà medicinali. Chi lo trovava, danzava di gioia. Un'altra spiegazione del nome è che i vari componenti del corpo fruttifero si interfacciano tra di loro come farfalle danzanti. A parte queste considerazioni sul nome, il Maitake è da sempre stato utilizzato nella medicina tradizionale giapponese ed è anche oggi ritenuto un prezioso ed efficace tonico ed adattogeno, utile per la sua azione a livello immunitario e metabolico in particolare.
Da circa venti anni, il Maitake è oggetto di attenti studi da parte della comunità scientifica.




MAITAKE (Grifola frondosa )
Confezione da 180 capsule 1cps 547mg
Prezzo: € 65,00


Grifola fondosa L. (fungo intero in polvere 80%, estratto 20%)
Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.

Ingredienti per 1cps 721mg: Grifola fondosa (467.27mg (64.79%) di frutto intero e 116.83mg (16.20%) di estratto)

Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.

Dosaggio: si raccomanda l'assunzione giornaliera di 3 capsule/die a stomaco vuoto, preceduti da Askorbato K-HdT per ottimizzare la biodisponibilità dei beta-glucani dei funghi.




Mico-Rei (Reishi -estratto)

Tropismo del fungo: Tessuto connettivo, Sistema cardiovascolare, Sistema nervoso

Confezione da 70 capsule
Prezzo: € 65,00


Indicazioni: utile adattogeno, indicato per dare supporto generale all’organismo.

Componenti bioattivi: i principali componenti attivi possono essere raggruppati in polisaccaridi, triterpenoidi e ergosterolo. i principali componenti attivi possono essere raggruppati in polisaccaridi, triterpenoidi ed ergosterolo.

Abbiamo isolato più di 80 derivati terpenici evidenziati con il nome di acidi Ganodermici, Ganoderoli, acidi Ganilucidici, acidi e lanosteroli lucidenici. Nella sua composizione troviamo, inoltre, diversi polisaccaridi chiamati eteroglucano PL-1 e PL-2 o ß-glucani, così come proteine, lectine e derivati analoghi dell'adenosina.

Dosaggio: si raccomanda l'assunzione giornaliera di 1-2 capsule a stomaco vuoto, preceduti da Askorbato K-HdT per ottimizzare la biodisponibilità dei beta-glucani dei funghi.


Il supporto ideale a partire dai 30 anni, é chiamato in Oriente “fungo dell’immortalità”, è considerato la migliore scelta per uno stimolo generale dell’organismo soprattutto come sostegno anti-aging. In TCM è utilizato come tonico per aumentare la logevità, calma la mente e tonifica il fisico. Permette una migliore gestione dello stress, dell’ansia ed è utile nei casi di insonnia. Il Ganoderma lucidum è un fungo considerato non commestibile per il suo sapore amaro e la consistenza legnosa, di colore dal rosso al nero, dal caratteristico aspetto lucido, da cui il nome. Esistono notizie documentate del suo impiego in Cina vari secoli prima della nascita di Cristo

E' un fungo adattogeno in grado di esercitare uno stimolo generale dell’organismo ed un sostegno
antisenescenza; è annoverato tra le 10 sostanze terapeutiche naturali più efficaci.

Precauzioni: quando è prescritto a pazienti con diabete, il medico dovrà controllare la glicemia per regolare, se necessario, la dosi di insulina o degli antidiabetici orali. In caso di perdite di sangue non soninninistrare Mico-Rei poichè agisce come antiaggregante piastrinico.



Reishi (Ganoderma lucidum) 400 mg
100% frutto intero
accuratamente seccato e macinato
Confezione da 100 capsule
Prezzo: € 65,00


Confezione da 100cps di frutto in toto di Reishi, proveniente da coltivazione biologica esclusivamente europea. 400mg per capsula di cellulosa vegetale.

Ingredienti: Ganoderma lucidum L. 100% frutto intero accuratamente essiccato, macinato interamente in polvere.
Capsula di cellulosa vegetale.

Fungo parassita e saprofita non commestibile per il suo sapore amaro e la consistenza legnosa. Cresce solitario o in pochi esemplari dalla primavera all'autunno su ceppi di latifoglie, in particolare quercia e castagno.

E' annoverato tra le dieci sostanze naturali più efficaci al mondo, è chiamato in Oriente "Fungo dell'Immortalità", "Erba della Potenza Spirituale" o anche "Fungo dei 10000 anni". Esistono notizie del suo impiego in Cina fina da vari secoli prima di Cristo, è considerato la miglior scelta per uno stimolo generale dell'organismo e come sostegno anti-aging.







GANODERMA 180
Prezzo: € 65,00

Contenitore da 180cps di Ganoderma lucidum, di cui 20% di estratto standardizzato e 80% di fungo in toto, proveniente da coltivazione biologica esclusivamente europea. 625mg di fungo per capsula di cellulosa vegetale.

Ingredienti per 1cps 625mg:

Ganoderma lucidum (400mg polvere (64%), 100mg estratto (16%))
Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.

Info nutrizionali per 2cps:
Valore energetico 0,38 Kcal / 1,59 KJ
Polisaccaridi 7,36% dei quali ß-glucani 4,18%
Proteine 9,74%
Triterpeni 1,40%
Grassi 1,00%


Il Reishi, anche conosciuto con il nome latino di Ganoderma lucidum, è un fungo parassita o saprofita appartenente alla famiglia delle Ganodermataceae, dell’ordine delle Polyporales.

Cresce solitario o a gruppi su ceppi di latifoglie, in particolar modo predilige le querce e i castagni, alcune volte olivi, o su legno interrato, in zone settentrionali temperate.

È un fungo molto raro e nell’antichità trovarlo era segno di buon auspicio, ma solo i grandi imperatori cinesi avevano la possibilità e il diritto di consumarlo; in primo luogo, il Reishi era molto raro e quindi pregiato e costoso e solo chi possedeva grandi ricchezze era in grado di acquistarlo.

In secondo luogo, gli imperatori della Cina stabilirono che chiunque trovasse il fungo e non lo consegnasse loro era punibile dalla legge e per questi motivi venne sopranominato “fungo degli imperatori”.

La forma di questo fungo è molto particolare: il cappello è a forma di ostrica, o di rene, a mensola con creste concentriche sporgenti. La superficie è lucida-laccata e conferisce alla varietà rossa, l’akashiba, una colorazione particolare; sono molte le varietà di Reishi presenti, ma l’unica che può dare un qualche riscontro a livello fisiologico e solamente quest’ultima citata, ovvero l’akashiba rosso.

Secondo la tradizione orientale, la varietà rossa era considerata la più ricca di proprietà, anche perché nel colore rosso si pensava fosse concentrata l’energia vitale.


Mico-Five
594mg di estratto per capsula
Confezione da 70 capsule
(ABM, Maitake, Shiitake, Cordyceps Sinensis, Reishi)
Prezzo: 65,00


Valori nutrizionali per capsula:
Valore energetico: 0,11 Kcal
Adenosina: 0,09% Polisaccaridi: 42,5% Manitolo: 3,6% dei quali B-glucani: 25,8% Proteine: 22,6% Triterpeni: 0,6 % Grassi: 2,2%


Ingredienti per 1cps:
Agaricus brasiliensis L. 99mg estratto standardizzato
Grifola frondosa L. 99mg estratto standardizzato
Lentinula edodes L. 99mg estratto standardizzato
Cordyceps sinensis L. 99mg estratto standardizzato
Ganoderma lucidum L. 198mg estratto standardizzato.
Capsula di cellulosa vegetale.

Nato dopo anni di studio sulla Micoterapia è il perfetto mix dei 5 migliori funghi medicinali al mondo, per rinforzare il proprio organismo e proteggerlo dalle insidie dell´inverno.

E' sufficente una capsula al giorno. Per soggetti particolarmente a rischio, immunodepressi.

Ricorda che i funghi vanno sempre abbinati ad
Ascorbato di potassio o Vitamina C naturale.

Mico-Five,
forte dei 5 funghi immunonutrizionali più potenti e studiati che lavorando in sinergia tra loro, scatena una quantità tale di polisaccaridi ed enzimi ad alto peso molecolare da diventare il miglior supporto immunonutrizionale. Ottimo supporto nei casi di deficit inmunitario e per il miglioramento della qualità della vita.

I funghi sono coltivati su legni nobili di castagni e quercia sotto un bosco di castagni sulla costa Atlantica in Galizia (Spagna).

Questa formula nasce dall'esigenza di soddisfare la richiesta riguardo ai sempre più diffusi problemi legati al sistema immunitario seriamente compromesso. E' ampiamente dimostrato che nel replicarsi giornaliero delle cellule del corpo umano (circa 100.000.000 al giorno) alcune iniziano a replicarsi con degli errori e mentre un sistema immunitario sano dovrebbe riconoscerli ed eliminarli, un sistema immunitario compromesso non agisce e questo scatena una serie di conseguenze che possono generare anche patologie Cronico degenerative.

Mico-Five
diventa insostituibile in tutti i casi di Deficit Immunologici e soprattutto dove risulta difficile capire la causa di un sistema immunitario compromesso essendo, grazie alla sua complessa formulazione sinergica dei 5 funghi, non una singola risposta ma più risposte in grado di ampliare il numero di possibilità di trovare la CAUSA corretta; infatti il vantaggio di questa azione multipla di stimolo è che può agire a vari livelli rispetto a quanto può fare un singolo polisaccaride, determinando un effetto sinergico nella prevenzione e nel trattamento di supporto delle malattie cronico deqenerative.


Mico-Mix (Shiitake, Maitake, Reishi) estratto
Confezione da 70 capsule
Prezzo: € 65,00



Integratore alimentare a base di estratto standardizzato di Ganoderma lucidum, Grifola frondosa e Lentinula edodes.

Questi tre funghi sono stati utilizzati per secoli in Oriente per il trattamento di molte malattie e che costituiscono una sorta di "triade" di supporto a numerose problematiche.

Questo nutraceutico è il supporto ideale per problematiche legate all'obesità, al sovrappeso, per sindrome metabolica e deficit immunitario, Inoltre, è può venire impiagato per tutte quelle problematiche a cui i singoli funghi che contiene danno supporto.

Maitake (Grifola frondosa)
Specie micologica che cresce su legni duri. Possiede un corpoforo molto poroso e ramificato dai toni marroni-grigi. Nei paesi anglosassoni è conosciuto come “la gallina dei boschi” mentre in Giappone è conosciuto come -Mai (danza) -Take (fungo del legno) perché, in passato, chi lo trovava ballava con gioia pensando al suo valore.


Reishi (Ganoderma lucidum)
Specie micologica di elevato interesse scientifico (tra le dieci sostanze terapeutiche naturali più efficaci). Il suo utilizzo, documentato già secoli prima della nascita di Cristo, è stato limitato alle classi dirigenti che gli hanno dato il nome di “fungo dell'immortalità” o “fungo dell’eterna giovinezza”.

Shiitake (Lentinula edodes)
Fungo commestibile molto apprezzato da tempo immemorabile in Cina e in Giappone, sia come cibo sia per le proprietà terapeutiche. Anche se questo fungo ha un delizioso ed esotico sapore, oltre ad avere molte proprietà medicinali si trova solo al secondo posto fra i funghi più utilizzato al mondo dopo lo champignon. E' stato probabilmente il primo fungo coltivato intorno all'anno 200, cioè circa 2.000 anni fa.maitakeù


Tropismo: sistema cardiovascolare, fegato e sistema immunitario.

Indicazioni: per problematiche legati a sindrome metabolica, sovrappeso, obesità, deficit immunitario e correlate.

Componenti bioattivi: tutti i composti che compongono i singoli funghi (vedi estratti o categoria funghi medicinali).

Informazioni nutrizionali: a-glucani (11.4%) e ß-glucani (20.6%).

Ingredienti per 1cps 620mg:
Lentinula edodes 165mg (26.61%) di estratto standardizzato
Grifola frondosa 165mg (26.61%) di estratto standardizzato
Ganoderma lucidum 165mg (26.61%) di estratto standardizzato
Capsula di cellulosa vegetale

Info nutrizionali per 2cps: Valore energetico 13.31kJ/3.15kcal
Carboidrati 59.80%
di cui zuccheri 2.70%
ß-glucani 20.60%
Proteine 10.60%
Grassi 1.30%
di cui saturi <0.02%
Sale 0.19%
Triterpeni 2.30%

Coltivazione biologica, produzione e lavorazione spagnola.


Mico-Sol (ABM Agaricus Blazei Murrill) estratto
Tropismo del fungo:
Sistema immunitario, Sistema reticolo endoteliale, fegato.
Confezione da 70 capsule


Prezzo: € 65,00



Confezione da 180 capsule
Prezzo: € 130,00



Integratore alimentare ad alta concentrazione (estratto 4:1) di Champiñón del sol biologico coltivato su substrato organico vegetale. Champiñón del sol (Agaricus blazei Murrill): specie originaria delle montagne della foresta atlantica a sud di São Paulo (Brasile). Ha il riconoscimento scientifico internazionale a partire dagli anni Sessanta, quando gli investigatori collegarono il basso tasso di malattie in una regione brasiliana, i cui abitanti, facevano uso quotidiano di questo fungo conosciuto come il gran hongo del sol.

Indicazioni: utile in caso di alterazioni dell’omeostasi fisiologica. Valido aiuto per il benessere quotidiano.

Componenti bioattivi: polisaccaridi (noto per il suo alto contenuto di beta-glucani); vitamine (B1, B2, B3, B5, B6, acido folico e biotina); minerali (Na, Ca, Fe, K, Mg, Zn, Cu, Mn o SE); agaritine; ergosterolo (precursore della vitamina D) e coenzima Q10.

Dosaggio: si raccomanda l'assunzione giornaliera di 1-2 capsule a stomaco vuoto, preceduti da Askorbato K-HdT per ottimizzare la biodisponibilità dei beta-glucani dei funghi.

Composizione per capsula (745 mg/cps):
618 mg di estratto standardizzato di Agaricus blazei Murrill biologico puro, capsula vegetale.

Informazioni nutrizionali:
a-glucani (10.20%) e ß-glucani (29.00%)

Ingredienti per 1cps 745mg:
Agaricus blazei Murrill 618mg (82.95%) di estratto standardizzato.
Capsula di cellulosa vegetale

Sostanze bioattive:
alfa-glucani 10.20%
beta-glucani 29.00%.

Vitamine per 2cps:
Vitamina B12 1.86µg
Vitamina D 0.20µg

Fonte naturale di minerali. Minerali per 2cps:
Zinco 0.024mg
Rame 0.014mg


Coltivazione biologica, produzione e lavorazione spagnola.


Riferimenti bibliografici


ABM (Agaricus Blazei Murril) 400 mg
100% fungo intero
accuratamente seccato e macinato
Confezione da 100 capsule
Prezzo: € 65,00

Nome giapponese: Himematsutake
Nome cinese: Gee song rong
Nome usuale in inglese: Royal Sun Agaricus o AbM mushroom
Nome scientifico: Agaricus subrufescens Peck, Agaricus blazei Murrill

Questo fungo venne scoperto per la prima volta circa 30 anni fa nelle regioni montagnose di Piedade in Brasile dove era utilizzato dalla popolazione locale come alimentazione giornaliera.

Studi epidemiologici avevano evidenziato una bassissima incidenza di malattie in genere che fu attribuita al regolare consumo di questo fungo e alle sue componenti, quali magnesio, potassio, vitamine B6, B12, E, provitamina D2 (ergosterolo), acido linoleico e palmitoleico, tutti gli amminoacidi essenziali, acidi nucleici, steroli, ß-glucani.


L'ABM ha una concentrazione di beta glucani più alta rispetto a tutti gli altri funghi della medicina tradizionale cinese (MTC) e questa sembrerebbe essere la ragione delle sue peculiari proprietà benefiche.


Agaricus Blazei Murrill si comporta come una spugna,
nel tratto intestinale assorbe elementi patogeni e cellule di scarto che elimina dal corpo per mezzo delle feci.

Questo comportamento come specie di coltivazione biologica è di vitale importanza per l’alta capacità di agire come bioaccumulatore di tossine e di metalli pesanti e quindi diventa molto utile nelle terapie chelanti.

ABM (Agaricus Blazei Murril )
Confezione da 180 capsule 1cps 577 mg
Prezzo: € 65,00

Confezione da 180cps contenente ognuna 525mg di Agaricus blazei Murrill, di cui 15.91% di estratto standardizzato e 63.64% di fungo in toto proveniente da coltivazione biologica esclusivamente europea. La capsula è di cellulosa vegetale.

Ingredienti per 1cps 660mg:
Agaricus blazei Murill (420mg (63.64%) di frutto intero e 105mg (15.91%) di estratto) Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.
Capsula in cellulosa vegetale

Dosaggio: si raccomanda l'assunzione giornaliera di 3 capsule/die a stomaco vuoto, preceduti da Askorbato K-HdT per ottimizzare la biodisponibilità dei beta-glucani dei funghi.


Questo fungo venne scoperto per la prima volta circa 30 anni fa nelle regioni montagnose di Piedade in Brasile dove era utilizzato dalla popolazione locale come alimentazione giornaliera.

Studi epidemiologici avevano evidenziato una bassissima incidenza di malattie in genere che fu attribuita al regolare consumo di questo fungo e alle sue componenti, quali: magnesio, potassio, vitamine B6, B12, E, provitamina D2 (ergosterolo), acido linoleico e palmitoleico, tutti gli amminoacidi essenziali, acidi nucleici, steroli, ß-glucani.

L'AbM ha una concentrazione di beta glucani più alta rispetto a tutti gli altri funghi della MTC e questa sembrerebbe essere la ragione delle sue peculiari proprietà benefiche.






)




AHCC (composto collegato d’esosio attivo)

L’AHCC rappresenta un insieme di componenti attivi maggiormente identificati dagli alfa-glucani. Questi ultimi sono molecole bio-attive che, grazie al loro basso peso molecolare (circa 5.000 Dalton) vengono prontamente assorbiti dall’organismo diventando quindi immediatamente disponibili a livello cellulare. La loro funzione è quella di sostenere e coadiuvare il sistema immunitario in soggetti che per diverse ragioni ne hanno particolare necessità. L'AHCC è il più popolare stimolante immunitario conosciuto ed utilizzato in Giappone. Riteniamo comunque che può essere considerato come l'integratore più riconosciuto al mondo. Centinaia di migliaia di pazienti l'hanno usato da oltre 20 anni. Con AHCC sono stati sottoposti a numerosi test clinici animali e persone, sono stati fatti studi in vitro da oltre trenta Università e istituti di ricerca medica e da oltre 700 ospedali sia in Giappone che nel resto del mondo.

AHCC è prodotto esclusivamente in Giappone da dove è esportato dai maggiori produttori d'integratori alimentari.

E' un estratto brevettato dai miceli dei funghi del genere "Basidiomiceti ibridi". Contiene un gran numero di principi attivi inclusi i derivati di Alfa e Beta glucani. Nell'AHCC è stato anche modificato l'enzima per ridurre il peso molecolare fino a 5.000 Dalton (unità di massa atomica) e poter così facilitare la biodisponibilità e l'assorbimento orale.

In un corpo sano il sistema immunitario è in grado di rilevare ed eliminare le cellule tumorali, ma quando il sistema immunitario s'indebolisce le cellule tumorali proliferano e secernono fattori immunosoppressori. Con le convenzionali terapie antitumorali, tipo la chemioterapia e le radiazioni, le difese immunitarie sono ulteriormente indebolite, con AHCC si ha il ripristino delle loro normali funzioni.

Protegge il sistema immunitario, supporta le fasi della chemioterapia contrastando gli effetti collaterali. E’ di aiuto anche in caso di sindromi da stanchezza cronica, infiammazioni ed epatite.

Integratore Dietetico Riconosciuto A Livello Mondiale

  • Usato in più di 20 paesi da più di 20 anni.
  • Sicurezza scientificamente provata senza aver riportato effetti collaterali.
  • Ampia Ricerca Scientifica
  • Studiato da più di 70 istituzioni primarie mondiali.
  • Più di 30 pubblicazioni elencate in PubMed.
  • Miglioramento Della Risposta Immunitaria
  • Aumenta il numero di cellule immunitarie aiutando a prevenire i contagi e aumentando l’immunità intestinale.
  • Medicina integrativa e nutrizione clinica


Di efficace aiuto nel contrastare gli effetti collaterali della chemioterapia. Potrebbe migliorare le funzioni epatiche.

Sicurezza
AHCC è confermato essere un prodotto alimentare non tossico e sicuro da numerosi studi clinici in vitro e in vivo. La genotossicità è stata testata da test di mutazione inversa e test di micronucleosi, tossicità orale di singole dosi e tossicità orale di dosi ripetute a 90 giorni sono state esaminate su roditori e un test clinico di fase I è stato condotto in soggetti sani.
Inoltre, AHCC è un composto fatto con funghi con una storia di consumo umano. In più, molte centinaia di migliaia di persone hanno usato AHCC senza relazioni riguardo la sua tossicità o effetti collaterali dalla sua introduzione nel mercato nel 1989.



"Gli specialisti del settore sanitario sostengono l’utilizzo dell’AHCC nel trattamento del cancro, dell’AIDS, dell’epatite C, ma anche del diabete, dell’ipertensione, delle malattie autoimmuni e di molte altre patologie. Un così ampio spettro di applicazioni sta portando sempre più medici e ricercatori ad adottare un punto di vista totalmente diverso riguardo a malattie croniche e mortali. Chissà, forse il cancro al polmone non è una malattia del polmone e forse l’epatite non è una malattia del fegato. Magari sono entrambi patologie del sistema immunitario. L’insufficienza o il deterioramento della funzione immunitaria potrebbe essere l’elemento che lega numerose patologie degenerative ai disturbi da invecchiamento, sebbene siano sempre stati considerati malattie distinte.

Da questa nuova prospettiva sulla natura e sull’origine delle malattie, si potrebbe concludere che i globuli bianchi del sistema immunitario hanno bisogno dell’AHCC come il sangue ha bisogno di ferro, le ossa hanno bisogno di calcio e i nervi di fosforo. Tale nutrimento diretto per i globuli bianchi è una delle ragioni per cui l’AHCC viene considerato un superalimento. Un’altra ragione è data dal suo basso peso molecolare che lo rende estremamente digeribile e assorbibile.

Non c’è alcun dubbio che l’AHCC sia un integratore alimentare utile non solo per il trattamento di varie patologie, ma anche per mantenere un ottimo stato di salute....

L’
AHCC è un monosaccaride dal gusto leggermente dolce prodotto dal micelio di un ibrido di shiitake coltivato nell’estratto di crusca di riso. La crusca di riso stessa ha proprietà antivirali e di supporto al sistema immunitario. L’AHCC fu sviluppato nel 1987 presso la Facoltà di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Tokyo dal Dr. Toshihiko Okamoto in collaborazione con i ricercatori dell’Amino Up Chemical Co. Ltd. L’AHCC viene estratto dai fili che formano il micelio della miscela di funghi coltivati in una vasca di precoltivazione.

Le colonie di funghi vengono poi coltivate nella vasca principale di coltura per altri quarantacinque giorni. L’AHCC si ottiene attraverso un processo brevettato di coltura, decomposizione enzimatica, sterilizzazione, concentrazione e crioessiccazione. Fra i principali componenti dell’AHCC c’è anche l’a-glucano parzialmente acetilato, il quale è noto per i suoi effetti benefici sul sistema immunitario. Uno dei vantaggi del processo di fermentazione è legato alla scissione dei nutrienti in una forma più facilmente assorbibile dall’organismo.
L’AHCC ha un peso molecolare di soli 5.000 dalton. Il peso molecolare di gran parte degli estratti fungini è di centinaia di migliaia di dalton. Un peso molecolare così ridotto aumenta l’efficacia dei nutrienti che vengono, in tal modo, assorbiti e utilizzati, senza eliminarne nessuno.

Tutto ciò, inoltre, fa sì che i potenti nutrienti contenuti nell’AHCC vengano assimilati rapidamente dai globuli bianchi per essere immediatamente utilizzati per distruggere i tumori o per rafforzare le difese immunitarie. Ecco un altro motivo, in aggiunta alla sua funzione di rafforzamento immunitario, per il quale l’AHCC è considerato un superalimento. L’acronimo AHCC sta per Active Hexose (composto collegato d’esosio attivo).....

L’AHCC è stato utilizzato con successo nel trattamento delle seguenti affezioni:
• Cancro: fegato, seno, prostata, gastrointestinale, mieloma multiplo
• Condizioni precancerose: displasia cervicale
• Virus dell’immunodeficienza umana (HIV)
• Epatite C e cirrosi epatica
• Infezioni croniche
• Diabete
• Stress
• Ipertensione, aritmia cardiaca
• Glaucoma.

SINTESI DEGLI EFFETTI DELL’AHCC SUL SISTEMA IMMUNITARIO
• Aumenta il numero di linfociti T fino al 200%
• Attiva le cellule immunitarie coinvolte nella “sorveglianza”: Cellule NK, LAK e macrofagi
• Aumenta la produzione di citochine:TNF-a, interferone gamma, IL-2 e IL-12
• Inibisce le citochine immunosoppressive come le TGF-b
• Migliora l’equilibrio tra Th I /Th2 (immunità cellulare vs immunità umorale)

SINTESI DELL’EFFICACIA DELL’AHCC NEL TRATTAMENTO DEL CANCRO
• L’AHCC ha avuto effetti benefici nel 60% dei malati di tumori
• L’AHCC riduce le dimensioni del tumore, a volte restringendolo del tutto
• L’AHCC può inibire le metastasi e le recidive del cancro
• Aumenta i tempi di sopravvivenza
• Migliora le condizioni del paziente senza effetti collaterali
• Mitiga o elimina gli effetti collaterali della chemioterapia
• Ripristina l’attività delle cellule NK soppresse dalla chemioterapia
• Associato alla chemioterapia, riduce i tumori primari del 20% rispetto alla chemioterapia da sola
• Particolarmente efficace contro i tumori a fegato, stomaco, colon, seno, tiroide, ovaie, testicoli, lingua, reni e pancreas

Prodotti aggiuntivi che possono essere associati con l'AHCC:

o GERMANIO ORGANICO GE-132
o REISHI
o MAITAKE
o SHIITAKE
o AGARICUS
o VITAMINA C
o NIKE RCK
o Linea ONCO CARE

continua a leggere in .pdf >>>>

Approfonfimento in lingua inglese


NKlife Plus 60 capsule da 680 mg
Alfa Glucano (AHCC) Wasabi Japonica
Prezzo: € 77,00


Integratore alimentare formulato in capsule a base di Lentinula Edodas, un fungo alimentare tradizionalmente utilizzato in Giappone come ingrediente utile per favorire le naturali difese dell'organismo (estratto secco titolato in Alfa Glucano), e di Wasabi Japonica, comunemente noto come Rafano, sempre utilizzato in Oriente per favorire la funzione digestiva.

Ingredienti: Shitake sporophrum (Lentinula Edodes), Rafano (Wasabi Japonica var.), Calcio Fosfato Bibasico e Silice ; Agenti di carica: Cellulosa microcristallina, Magnesio stearato.



Modalità d'uso

Si consiglia l’assunzione di due capsule al giorno lontano dai pasti con un bicchiere d’acqua.


Conservare il prodotto in luogo fresco ed asciutto (<25°C) e al riparo da fonti di luce e di calore. mIl termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato in confezione integra.








My Shape 120 cps
Prezzo: € 71,50
in offerta € 55,00

Integratore multivitaminico con Cannella e Carnitina che aiuta il metabolismo dei carboidrati e dei grassi e a regolarizzare gli ormoni che controllano l'appetito. L’integratore My Shape aiuta il corpo a combattere la sindrome metabolica.

- Ripristina il funzionamento del metabolismo
- Diminuisce l’appetito
- Aiuta ad abbassare la glicemia nel sangue
- Aiuta a regolarizzare l’insulina e la leptina
- Aiuta il corpo a tornare verso il peso ideale

La sindrome metabolica, scoperta per la prima volta dal Dottor Reaven di Stanford negli anni ’80, spiega come l’aumento della quantità di adipe, l’aumento di insulina, l’innalzamento della pressione e del colesterolo siano tutti sintomi ricollegabili a problemi di metabolismo. Oggi il 40% delle persone al di sopra dei 40 anni soffre di sindrome metabolica.

L’integratore My Shape, insieme ad una dieta sana, regolarizzando ormoni come l’insulina e la leptina porta ad un’ottima condizione il corpo che torna ad essere in grado di bruciare i grassi efficientemente, grazie all'aiuto della Cannella e della Carnitina.

Tabella componenti



Un’altra caratteristica di questo integratore è aiutare il corpo a regolarizzare lo stimolo della fame e diminuire l’appetito.

Il maggior problema delle diete infatti è quello di avere costantemente fame e aver voglia di mangiare carboidrati elaborati. Questo integratore, grazie ai suoi compenenti, aiuta ad attenuare la voglia di carboidrati creando una sensazione di sazietà e aiuta le persone a perdere peso.

Ingredienti: Acido Alfa Lipoico, Cannella (Cinnamomum zeylanycum N.) corteccia e.s. 1/4, Magnesio Citrato L-Glutammina, L-Carnitina Tartrato, Potassio Citrato, Acido Ascorbico, Magnesio Ascorbato, Tè Verde (Camelia sinensis K.) foglie e.s. titolato in Polifenoli 95%, Vitamina E Naturale Acetato 50%, Enzimix (Amilasi, Proteasi, Glucosamilasi, Lipasi, Cellulasi, Lattasi, Pectinasi), Niacina, Vitamina B1, Vitamina K2 Mena Q7 0,2%, Selenio Metionina, Vitamina B2, Beta Carotene, Vitamina B5, Colina Bitartrato, Inositolo, PABA, Vitamina B6, Vitamina B12 1%, Cromo Picolinato, Vitamina D3 2,5%, Biotina, Acido Folico, Antiagglomeranti (Cellulosa, Mono e Digliceridi degli Acidi Grassi, Magnesio Stearato, Biossido di Silice).

Consigli d'uso: Assumere 4 compresse al giorno.

Avvertenze: Non superare le dosi consigliate se non sotto parere di un medico. Gli integratori alimentari non sostituiscono una dieta sana e variata. Per l'uso in gravidanza, durante l'allattamento o sotto i 12 anni si consiglia il parere di un medico. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Conservare in un luogo fresco e asciutto. Questo prodotto non contiene zucchero o dolcificanti artificiali.




DIACARE

Confezione da 60 compresse.
Prezzo: € 19.00


Per un controllo naturale del diabete di tipo alimentare sono indispensabili una corretta attività fisica ed una adeguata alimentazione.
Il prodotto
Diacare aiuta a migliorare il metabolismo influendo positivamente sulla glicemia. Può agire come ipoglicemizzante intervenendo nei processi di ossidazione del metabolismo del glucosio e può rallentare la glicolisi.

La
Gymnema slivestre, tradizionalmente conosciuta in India come “madhuvardhini” o “distruttrice dello zucchero”, aiuta a diminuire la bramosia di zucchero limitandone l’assunzione.
L’Eugenia jamboiana ha proprietà diuretiche ipoglicemizzanti e contribuisce a diminuire la quantità di zuccheri nelle urine.

Pterocarpus marsupium favorisce la funzione deile cellule Beta ed aiuta a regolare il livello di zucchero nel sangue. Le erbe di questo composto svolgono un’azione protettiva su vene e capillari.

Istruzioni per l’uso: si consiglia di assumere 2 capsule due volte al giorno preferibilmente a stomaco vuoto.

Precauzioni: come per molti altri prodotti, nei quali sono presenti componenti di origine vegetale, potrebbero proporsi manifestazioni allergiche assolutamente soggettive, al comparire delle quali è evidentemente necessario sospendere l’assunzione del prodotto.

Ingredienti: Amalaki (Phyllantus emblica), gelatina alimentare, Eugenia (Eugenia chequen), Gimnema (Gymnema silvestre), Momordica charantia, gomma arabica (Acacia arabica), curcuma (Curcuma longa), Pterocarpus marsupium, fico (Ficus carica), Fieno greco (Trigoneiiafoenum-graecum).

Vedi anche la pagina Ayurveda


Nutriva Gliceval 30 compresse da 800 mg
Prezzo: € 19,50


Il prodotto è privo di zuccheri, sale, amido, latte e lattoderivati, glutine, lievito, soia,coloranti e aromi artificiali, OGM. Adatto a Vegetariani e Vegani.

AVVERTENZE
Controindicato in soggetti con ipersensibilità accertata verso uno qualsiasi dei componenti. Da non assumere in gravidanza e allattamento. Intervenendo sul metabolismo del glucosio il prodotto può interferire con eventuali terapie farmacologiche.

MODALITÀ D’USO: assumere 1 compressa al giorno con acqua, preferibilmente al pasto.

Integratore alimentare indicato come coadiuvante nel metabolismo dei carboidrati.
Le fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue, associate ai corrispondenti picchi dell’insulina sono tra le principali cause imputate nell’aumento del peso corporeo. Tali fluttuazioni stimolano inoltre, la fame (“nervosa”) e il desiderio di cibo, specie di dolci. La Gymnema è utile nel controllo del senso di fame e nel metabolismo di zuccheri e lipidi. L’utilizzo di Cannella e Cromo facilita il metabolismo dei carboidrati.


PVB® n°25 Di Leo Flacone 50 ml
Prezzo: € 17,80

Può agire favorevolmente sul meccanismo fisiologico di mantenimento del tasso di glucosio nel sangue.


Composizione: Alcool, acqua. Estratti di: MIRTILLO (Vaccinium myrtillus L.) foglie, ACHILLEA (Achillea millefolium L.) sommità fiorite, UVA URSINA (Arctostaphylos uva ursi L.) foglie, SALVIA (Salvia officinalis L.) foglie, SALICARIA (Lythrum salicaria L.) sommità fiorite, MARROBIO (Marrubium vulgare L.) fiori e foglie.

Coadiuvante in caso di: eccessiva concentrazione di glucosio nel sangue.

Consigli d’uso: La dose consigliata per un’eventuale esigenza di integrazione della dieta è: 30 gocce per 3 volte al giorno, in mezzo bicchiere di acqua 10 minuti prima dei pasti.







Le innumerevoli manifestazioni allergiche (rinite, congiuntivite, asma, pruriti, emicranie, orticaria, eccetera) hanno origine da numerose cause: pollini, polveri domestiche, acari, punture di insetti, piume delle imbottiture, peli di animali, metalli, sostanze chimiche e molte altre ancora. Quasi sempre è impossibile eliminare queste cause, se non vivendo sotto una campana di vetro che ci isoli completamente dall'ambiente!

Che fare allora?

La medicina naturale ci insegna che la vera soluzione consiste nel concentrare i suoi sforzi non sul disturbo in quanto tale, ma sull'individuo nella sua completezza, col suo terreno organico (diatesi) caratterizzato da una sua specificità enzimatica, basando gli interventi sulle cause prima ancora che sui sintomi.

Quando saremo in presenza di queste manifestazioni morbose dovremo agire nel senso di modificare il "terreno" su cui si impiantano, ed è perciò che attueremo il trattamento con gli oligoelementi.

Lo stato di ametallosi, neologismo ideato dallo studioso francese Claude Menetrier per indicare carenze di questi elementi, comporta deficit enzimatici e squilibri metabolici che possono portare alla "malattia funzionale", cioè a quello stadio in cui la malattia non è ancora conclamata, ma si manifestano squilibri e disturbi che, se trascurati, portano alla malattia lesionale, cioè si passa da uno stato latente di malattia, a uno stato di malattia vera e propria, conclamata. Dato il ruolo fisiologico così importante degli oligoelementi, la loro somministrazione avrà logicamente grosse capacità riparatrici per molti disturbi dovuti ad una loro carenza.

Per le allergie stagionali, con manifestazioni allergiche come riniti, congiuntiviti, eccetera, l'associazione oligoterapica consigliata è quella con Manganese-Zolfo-Fosforo. Il Manganese è in oligoterapia l'elemento specifico per la diatesi allergica, e svolge un'importante azione desensibilizzante; lo Zolfo, pur non essendo un oligoelemento, in quanto appartiene agli elementi maggiori, viene spesso usato per le sue proprietà desensibilizzanti e disintossicanti; il Fosforo, anch'esso elemento maggiore presente in notevole quantità nell'organismo umano, in oligoterapia esplica una funzione di regolazione dell'eccitabilità neuromuscolare, per cui si sfrutta la sua funzione antispasmodica.

L'organismo corrispondente alla diatesi allergica risponde, col suo sistema immunitario, in maniera "esagerata" agli allergeni producendo anticorpi specifici agli allergeni stessi. Tale risposta costituisce l'insieme delle manifestazioni che ciascun soggetto allergico manifesta, quando si trovi a contatto con l'allergene, o con gli allergeni che provocano l'allergia, e che ogni allergico conosce molto bene.

Iniziando l'assunzione degli oligoelementi Manganese-Zolfo-Fosforo quando mancano alcuni mesi al momento critico per gli allergici, che in genere è la primavera con la sua abbondanza di pollini, principali elementi allergizzanti, si ottengono in molti casi risultati brillanti, nel senso che scompaiono completamente le manifestazioni allergiche; in altri casi, pur non arrivando al successo completo, si assiste ad un'importante riduzione dei sintomi. Per esempio, se un'allergia compare solitamente in aprile-maggio deve essere trattata a partire da gennaio: nella migliore delle ipotesi arrivando al periodo critico l'allergia non si manifesterà per niente, nella peggiore si assisterà ad una notevole attenuazione dei sintomi, che potranno però essere tenuti sotto controllo con un'associazione fitoterapica, ad esempio con il Ribes nero, che agirà, con la sua azione antinfiammatoria definita cortisono-simile, direttamente sul sintomo andando ad alleviare immediatamente i disturbi allergici.

In questo modo si attua una moderna Oligoterapia integrata con la Fitoterapia.

(fonte: Dott.ssa Marina Multineddu)





Olimentovis Bismuto Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Oligominerali arricchiti con nutritivi sinergici.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura; oppure il contenuto dell’ampolla può essere diluito in acqua e dolcificato a piacere.






Olimentovis Calcio Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Oligominerali arricchiti con nutritivi sinergici.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura; oppure il contenuto dell’ampolla può essere diluito in acqua e dolcificato a piacere.






Olimentovis Cromo Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00



Oligominerali arricchiti con nutritivi sinergici.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura; oppure il contenuto dell’ampolla può essere diluito in acqua e dolcificato a piacere.





Olimentovis Ferro Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Può essere utile come coadiuvante fisilogico nelle condizioni a rischio carenziale di ferro e nelle anemie da carenza di ferro.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura; oppure il contenuto dell’ampolla può essere diluito in acqua e dolcificato a piacere.







Olimentovis Fluoro Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Coadiuvante fisiologico, può svolgere un'attività riparativa e protettiva per i denti e può conferire
solidità alle ossa.
Controindicato nelle litiasi.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura;





Olimentovis Fosforo Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Coadiuvante fisiologico, regolatore dell'eccitabilità neuromuscolare, assicura la formazione, il deposito e l'utilizzo dell'energia nella cellula.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura;





Olimentovis Iodio Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Può agire favorevolmente sulla funzione tiroidea.

Controindicazioni: tiroiditi autoimmuni.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura;






Olimentovis Litio Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Oligominerali arricchiti con nutritivi sinergici.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura; oppure il contenuto dell’ampolla può essere diluito in acqua e dolcificato a piacere.





Olimentovis Magnesio Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Può trovare impiego nel trattamento delle manifestazioni di tipo spasmofilico:
iperemotività, ansia, tremori, ipereccitabilità.
Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura; oppure il contenuto dell’ampolla può essere diluito in acqua e dolcificato a piacere.





Olimentovis Manganese Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


1° Diatesi allergica o artritica secondo classificazione di Mènètrier
Può favorire una fisiologica attività
detossificante generale.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento. L’ampolla si rompe da una parte con due dita e si controlla che non restino pezzetti di vetro, si mette in bocca e poi si rompe l’altra estremità, il liquido scende succhiando delicatamente dall’apertura;






Manganese-Cobalto Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


E' il complesso regolatore della diatesi neuroatritica.

L'associazione Manganese-Cobalto
è un rimedio per le persone adulte e non deve essere somministrato ai bambini.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento.






Manganese-Rame Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Può agire favorevolmente sui processi infiammatori recidivanti e persistenti. E' il complesso regolatore della 2° Diatesi ipostenica o artrotubercolare.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento.






Olimentovis Potassio Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Coadiuvante fisiologico, può favorire l'eliminazione dei liquidi in eccesso.
L’uso in ampolle è comodo e la quantità è già dosata.
Tutti gli olimentovis hanno una base comune di preziosi ingredienti (metaboliti cellulari): acqua pura, fruttosio, fruttosio fosfato, equiseto, glutatione, ATP, acido gluconico, glicerina vegetale; adenina, citosina, guanina, timina e uracile (basi azotate del DNA e RNA).






Olimentovis Rame Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Coadiuvante alimentare nei processi infiammatori anche a livello articolare e respiratorio.

L’uso in ampolle è comodo e la quantità è già dosata.
Tutti gli olimentovis hanno una base comune di preziosi ingredienti (metaboliti cellulari): acqua pura, fruttosio, fruttosio fosfato, equiseto, glutatione, ATP, acido gluconico, glicerina vegetale; adenina, citosina, guanina, timina e uracile (basi azotate del DNA e RNA).







Rame-Oro-Argento Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Può essere utile in tutte le manifestazioni caratterizzate da una risposta nulla o ridotta agli stimoli e dalla compromissione dei meccanismi difensivi. Facilita la ripresa generale, riduce l'incidenza delle infezioni.
E' il complesso regolatore della diatesi anergica.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento.






Olimentovis Selenio Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Utile per ostacolare i radicali liberi causa dell'invecchiamento.

Tutti gli olimentovis hanno una base comune di preziosi ingredienti (metaboliti cellulari): acqua pura, fruttosio, fruttosio fosfato, equiseto, glutatione, ATP, acido gluconico, glicerina vegetale; adenina, citosina, guanina, timina e uracile (basi azotate del DNA e RNA).

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento.






Olimentovis Zinco Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


E' l'oligoelemento della crescita, dell'integrità cellulare e della modulazione immunitaria.

Tutti gli olimentovis hanno una base comune di preziosi ingredienti (metaboliti cellulari): acqua pura, fruttosio, fruttosio fosfato, equiseto, glutatione, ATP, acido gluconico, glicerina vegetale; adenina, citosina, guanina, timina e uracile (basi azotate del DNA e RNA). Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento.






Zinco-Nichel-Cobalto Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


E' il complesso regolatore endocrino della "sindrome da disadattamento "dell'asse ipofiso-pancreatico. Può agire positivamente sulle alterazioni del metabolismo glucidico, nel sovrappeso e nell'obesità.

Si consiglia l’assunzione di 1 ampolla (2 ml) da una a quattro volte al giorno in qualunque momento.







Olimentovis Zinco-Rame Dr. Giorgini
Bottiglia 200 ml

Prezzo: € 17,90



Può agire positivamente sulle alterazioni della crescita e dei disturbi ormonali. Si consiglia l’assunzione di 1 misurino (10 ml) diluito in poca acqua, una o due volte al giorno in qualunque momento (da 10 a 20 ml al giorno). Si suggerisce di bere il prodotto a piccoli sorsi per promuovere l’assimilazione sublinguale. Misurino graduato incluso nella confezione. Senza alcool, conservanti, coloranti, aromi ed edulcoranti artificiali. Dolcificato solo con zuccheri naturali (fruttosio e glucosio).

Ingredienti: Glicerina vegetale bidistillata, acqua pura; tessuti meristematici freschi (1%): acero campestre (Acer campestris) gemme, faggio (Fagus sylvatica) gemme, quercia (Quercus peduncolata, sinonimo Quercus robur) gemme, ippocastano (Aesculus hippocastanum) gemme; zinco gluconato, ribosio, fruttosio 1,6-difosfato; correttore di acidità: acido citrico; inositolo, betaina citrato, colina tartrato; miscela di nucleotidi: AMP (adenosina monofosfato), CMP (citosina monofosfato), GMP (guanosina monofosfato), UMP (uridina monofosfato); glutatione, rame gluconato; edulcorante di origine naturale: taumatina (E957).







Olimentovis Zolfo Dr. Giorgini
30 ampolle da 2 ml
Prezzo: € 16,00


Coadiuvante fisiologico con azione detossificante e di drenaggio cutaneo.

Tutti gli olimentovis hanno una base comune di preziosi ingredienti (metaboliti cellulari): acqua pura, fruttosio, fruttosio fosfato, equiseto, glutatione, ATP, acido gluconico, glicerina vegetale; adenina, citosina, guanina, timina e uracile (basi azotate del DNA e RNA).




Bergamotto di Calabria puro concentrato
Da coltivazione esente da pesticidi

Bottiglia da 500 ml
Prezzo: € 37,00


Conservare in frigo, una volta aperto - Agitare prima dell'uso

Ingredienti: Bergamotto (citrus Bergamia) estratto puro concentrato, acido citrico, acido ascorbico, potassio sorbato.

Dosaggio giornaliero consigliato: 5 ml al giorno prima del pranzo, meglio se al mattino dopo colazione in un bicchiere abbondante di acqua con aggiunta a piacere di zucchero di canna oppure di stevia, quanto basta per rompere il gusto acidulo.


Il succo del bergamotto potrebbe essere un valido alleato contro il colesterolo e la glicemia. Largamente impiegato nella cosmesi sotto forma di essenza per rendere il profumo dei prodotti più gradevole al naso, secondo un nuovo studio italiano questo agrume, tipico della regione Calabria, possiede proprietà inaspettate per la salute del nostro organismo.


Le caratteristiche di questo agrume, ricco di principi attivi (contiene circa 350 componenti chimici e l’olio essenziale), si rivela utile in molte preparazioni farmaceutiche per il suo potere antisettico e antibatterico, come ad esempio in odontoiatria, oftalmologia, ginecologia, dermatologia, tanto da essere inserito nelle farmacopee di diversi paesi. L’essenza di bergamotto è infine usata nell’industria alimentare e dolciaria come aromatizzante.

Uno studio condotto di recente dall’Università della Calabria ha individuato un componente, presente solo nel succo di bergamotto, in grado di inibire la produzione del colesterolo nel sangue, che causa la formazione sulle pareti delle arterie di placche e l’ostruzione dei vasi sanguigni (aterosclerosi).

L’arma più potente per prevenire l’accumulo di sostanze grasse sulle pareti interne delle arterie è senza dubbio un’alimentazione corretta e moderata, associata ad un regolare esercizio fisico. Tuttavia, chi soffre di colesterolo può, da oggi, avvalersi anche dell’aiuto del succo di bergamotto. Inoltre, l’essenza e il distillato di questo agrume ha anche un potere antidolorifico e cicatrizzante. Una curiosità, è estremamente efficace contro le zanzare ed altri insetti.

Proprio in questi giorni, in Calabria e in particolare nella fascia ionica della provincia di Reggio Calabria si sta concludendo la campagna di raccolta del Bergamotto Dop. Il principale mercato di sbocco dell’essenza è quello dell’industria della profumeria. L’olio essenziale, ad esempio, viene impiegato per fissare il bouquet aromatico dei profumi e di armonizzare le altre essenze contenute. Inoltre, viene usato anche per la produzione di lozioni antiforfora e saponi ad alto potere disinfettante.


Proprietà simili alle statine nel controllo del colesterolo?

Ci sono agrumi come il Bergamotto che possono essere utilizzati nel controllo del colesterolo

Come le statine, il bergamotto potrebbe essere utilizzato con efficacia per ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” e aumentare quelli di colesterolo “buono”. Lo studio italiano

Non tutti ottengono benefici dalle statine nel ridurre e controllare il colesterolo LDL, o cattivo. In più, un recente studio del George Centre for Healthcare Innovation presso l’Università di Oxford (Uk) ha messo in evidenza come, sempre le statine, non riducano il rischio di formazione di coaguli nel sangue – che sono in genere causa di trombi. Infine, le statine, quali farmaci possono cagionare effetti collaterali e indesiderati.

Per tutti coloro che non vogliono, non possono o non ottengono benefici dalle statine, ecco che un’alternativa potrebbe trovarsi nel frutto di Bergamotto.
Lo ha suggerito uno studio condotto dai ricercatori italiani dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, e i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica International Journal of Cardiology.

Il bergamotto sarebbe dunque capace di ridurre i livelli di colesterolo LDL, e far aumentare al contempo quelli di colesterolo HDL. Dette proprietà, potrebbero anche essere sfruttare per i pazienti con malattie cardiovascolari che potrebbero così ridurre le dosi di farmaci per il cuore, ipotizzano i ricercatori.

Lo studio è stato condotto su 237 pazienti che sono stati invitati a consumare un frutto al giorno per 30 giorni. Al termine del test, i ricercatori hanno potuto constatare che i livelli di colesterolo LDL erano scesi del 38%.

Il bergamotto è conosciuto ai più per il suo utilizzo in cosmetica e profumeria: è infatti un ingrediente di molti profumi e un conservante, nonché un antisettico. Si usa anche in alimentazione nella preparazione di dolci e altri cibi aromatizzati. Assai noto è poi un tipo di tè chiamato “Earl Grey” che contiene proprio questo aroma. Ma, come visto, il bergamotto può avere altri pregi che non solo il suo profumo.

Il succo di bergamotto nella prevenzione della patologia cardiovascolare


Il padre della medicina, Ippocrate, con l'aforisma " Lasciate che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia il cibo " aveva, sin dall'antichità, evidenziato il rapporto tra alimentazione e benessere dell'individuo. Il termine "Nutraceutico" fu coniato negli anni ‘80 dal Dott. Stephen L. De Felice, fondatore della FIM ( Foundation for Innovation in Medicine ), ad indicare un alimento" o parte di alimento che fornisce benefici medici o salutari, inclusa la prevenzione o il trattamento della malattia.

Negli anni a seguire si è visto che dall'addizione di alcune sostanze salutari presenti negli alimenti si possono ottenere effetti positivi sulla salute dell'individuo, come gli Omega 3 nel latte o le vitamine nei fiocchi di cereali. In tal modo alle virtù di questi alimenti si sommano quelle degli acidi grassi polinsaturi, ottenendo così dei nutraceutici o alimenti funzionali ricchi di molecole salutari.

Tra i vari fitoterapici ad azione antiossidante utilizzati attualmente per la prevenzione e il trattamento di varie patologie metaboliche trova posto il bergamotto (Citrus bergamia) che è una pianta endemica della Calabria, il cui succo presenta un'alta concentrazione di flavonoidi che possiedono proprietà antiossidanti, antiinfiammatorie e vasoprotettive, nonché ipolipemizzanti ed ipoglicemizzanti. In particolare, alcuni di essi agirebbero sulla sintesi intraepatica dei trigliceridi, inibendola, e sulla risposta intracellulare all'insulina, migliorandone il segnale.

Molta attenzione si è posta all'utilizzo del bergamotto come nutraceutico da impiegare nel trattamento dell'ipercolesterolemia lieve ed in caso di intolleranza alle statine, così come in associati stati di disglicemia.

Per quanto riguarda gli eff
etti sull'assetto lipidico, i derivati di due flavonoidi contenuti nel succo di bergamotto, esperetina e naringenina, possedendo una struttura simile al substrato dell'enzima HMG-CoA reduttasi epatica, lo inibiscono comportandosi come delle statine; anche il derivato glicosidico della naringenina, la naringina, inibisce tale enzima. Ne deriva che il succo di bergamotto riduce i livelli di colesterolo totale.

Inoltre, studi in vitro suggeriscono che la naringenina e l'esperetina riducono l'attività dell'enzima acil CoA: colesterolo aciltransferasi (ACAT), inibendo l'assemblamento delle lipoproteine.

Si hanno pure effetti sui trigliceridi sierici in quanto la esperetina riduce l'attività di un enzima chiave nella sintesi epatica dei trigliceridi, la fosfatidico fosfoidrolasi (PAP).

Un'altra proprietà da tenere in considerazione del succo di bergamotto è la sua
attività ipoglicemizzante. In particolare, la naringenina, come altri polifenoli, incrementa l'attività dell'AMP chinasi (AMPK) e l' uptake di glucosio nel muscolo e a livello epatico, il che si traduce in un miglioramento della sensibilità all'insulina e della tolleranza glicidica.

Per quanto riguarda l'azione sull'endotelio, i flavonoidi contenuti nel bergamotto, incrementando l'attività di alcuni enzimi ad azione antiossidante, limitano la produzione di radicali liberi dell'ossigeno nella parete vasale e insieme ad una ben nota proprietà antiinfiammatoria,
migliorano la produzione endoteliale di ossido nitrico.

Fonti :
http://www.medicinalive.com
http://www.lastampa.it
http://donna.libero.it
Cuore e Vasi Anno XXXV n.2 - giugno 2013

Tesi di laurea specialistica: Analisi ed attività farmacologica del succo di Citrus bergamia Risso



Garcinia cambogia

La garcinia è la droga ricavata dalle bucce del frutto di Garcinia cambogia (Gaertn.) Desr (Fam. Clussiaceae). Questa piccola pianta legnosa cresce spontanea negli ambienti tropicali, tipici di Paesi come Vietnam, Cambogia, Filippine e parte meridionale dell'India.

La droga estratta dalla Garcinia cambogia contiene pectine, calcio, carboidrati ed un acido, detto
idrossicitrico, che le conferisce le tanto apprezzate proprietà fitoterapiche. A differenza del più comune acido citrico, abbondante nei limoni ed utilizzato dall'industria alimentare come conservante, l'acido idrossicitrico è estremamente raro in natura. Questa sostanza abbonda soltanto nei frutti delle piante appartenenti alla specie Garcinia, come la Garcinia indica, la Garcinia cambogia e la Garcinia atroviridis.

L'acido idrossicitrico è in grado di bloccare la sintesi di acetilcoenzima A, un substrato energetico utilizzato dall'organismo per la sintesi di colesterolo ed altri lipidi. Grazie a questa sostanza la Garcinia cambogia è in grado di ridurre la sintesi degli acidi grassi, stimolando il senso di sazietà. Si ritiene infatti che tale sensazione derivi dall'accumulo epatico di glicogeno, processo che viene stimolato dall'acido idrossicitrico veicolando l'acetilcoenzima A dalla sintesi di grassi a quella di polimeri di glucosio.

La Garcinia cambogia aiuta a raggiungere il proprio peso forma e può essere utile per combattere colesterolo e trigliceridi.

La Garcinia
non presenta effetti collaterali degni di nota e si è dimostrata pressoché innocua anche ad alte dosi. Alcuni soggetti hanno comunque riportato effetti indesiderati come mal di testa e sintomi gastroenterici da lievi a moderati. Il suo utilizzo è controindicato in gravidanza e per chi soffre di diabete. Inoltre, se la Garcinia gambogia viene utilizzata insieme ad altri integratori per così dire "dimagranti", quali caffeina, arancio amaro, efedrina, ecc. è necessario considerare il potenziale effetto additivo dei singoli effetti collaterali.




GarciniaMax Vividus 30 caps
Integratore alimentare a base di Garcinia Cambogia e Tè Verde
Prezzo: € 19,00


GarciniaMax è un integratore a base di Garcinia, utile per il controllo del senso di fame, il metabolismo dei lipidi e l'equilibrio del peso corporeo, e Caffè Verde, antiossidante con azione tonica e di sostegno metabolico.

Consigli d'uso: si consiglia l'assunzione di 2 capsule al giorno da deglutire con un abbondante sorso d'acqua.

Ingredienti: Garcinia frutto estratto secco (Garcinia cambogia (Gaernt) tit. 60% Acido idrossicitrico, Caffè verde semi estratto secco (Coffea arabica L..,maltodestrine, silice colloidale anidra) tit. 45% Acido Clorogenico, Idrossimetilpropilmetilcellulosa, Agente antiagglomerante: Magnesio stearato.

Senza glutine, senza lattosio, Vegan OK.


Gli acidi grassi Omega 3 sono considerati acidi grassi e poiché non possono essere prodotti dal corpo, devono essere ottenuti da risorse esterne.


Riducono i livelli di colesterolo e trigliceridi ematici.

Prevengono l'insorgenza dell'aterosclerosi ostacolando la formazione di coaguli e l'aggregazione delle piastrine.

Aiutano a diminuire la pressione arteriosa.

Utili in caso di malattie infiammatorie ed allergiche (psoriasi, eczema) ed autoimmuni (artrite reumatoide).

Sono essenziali per lo sviluppo ed il buon mantenimento del sistema nervoso centrale (il DHA).


Il cervello è composto per il 60% di grassi. Gli acidi grassi Omega 3, infatti, sono altamente concentrati nel cervello e pare essere importante per il sistema cognitivo (prestazioni cerebrali e della memoria) e per le funzioni comportamentali. I neonati che non assumono abbastanza acidi grassi Omega 3 dalla loro madre rischiano problemi allo sviluppo visivo e nervoso.

Alcuni antropologi nutrizionisti ritengono che il cervello umano non si sarebbe sviluppato come ha fatto senza avere accesso a livelli elevati di DHA presente nel pesce e selvaggina. Basterebbero solo due generazioni alimentate con una dieta a basso contenuto di omega-6 e omega-3 per portare a profondi cambiamenti nelle dimensioni del cervello e nella sue regolari funzioni
.

Gli acidi grassi fanno parte della grande famiglia dei lipidi, anzi sono gli ingredienti costitutivi di quasi tutti i lipidi vegetali e animali. Nell’organismo ricoprono funzioni fondamentali. Sono presenti per il 90% in forma di trigliceridi, la fonte principale di energia che, a causa delle abitudini alimentari scorrette, nel mondo occidentale hanno finito per assumere un ruolo negativo. Essi sono metabolizzati a livello epatico in seguito ad un’eccessiva introduzione con la dieta di acidi grassi saturi.

La famiglia di acidi grassi più importante è quella dei polinsaturi caratterizzati da una struttura chimica più instabile e che quindi si presentano in forma liquida. Sono fondamentali nella formazione delle membrane cellulari e del sistema nervoso, ma portano alla produzione anche degli
"elcosanoidi”, dei modulatori di diverse funzioni cellulari.

Questi acidi sono i
PUFA (PolyUnsatured Fatty Acid) fanno parte della famiglia degli OMEGA3, si chiamano EPA e DHA e si ricavano dall’introduzione dell’acido linolenico, un acido grasso essenziale, cioè non ottenibile da metabolismo di altri acidi grassi ma da assumere obbligatoriamente con la dieta. E’ definito capostipite, perché da esso il nostro organismo ricava grazie al corredo enzimatico, tutti gli altri acidi grassi utili. Altro acido grasso capostipite è il linoleico della serie OMEGA6 che in larga misura si trasforma in acido arachidonico. Poiché EPA e acido arachidonico sono metabolizzati dallo stesso enzima, sono in competizione, ma se da ARA si formano sostanze ormonali di tipo pro-infiammatorio e vasocostrittore, da EPA derivano quelle di tipo vasodilatatore e anti-infiammatorio. E’ quindi importante che omega3 e omega6 siano introdotti in quantità bilanciata per non provocare effetti negativi.

Gli omega3 sono contenuti nei pesci quali i salmoni, merluzzi, sgombri, aringhe e sardine che vivono allo stato selvaggio nei mari freddi e che si cibano di fitoplancton, vero produttore di EPA e DHA. Nel mondo vegetale sono presenti nei legumi e nella frutta secca, nella soia, nella colza, nel lino e nel ravizzone. Ma l’organismo umano non metabolizza l’ALA vegetale in modo efficiente ottenendo così scarse quantità di EPA e DHA.

L’acido linoleico omega 6 è presente nella maggior parte degli oli vegetali quali soia, mais, girasole, ma in particolar modo nel lino e nella canapa. Buone fonti sono anche le noci.

Caso a parte rappresentano la
borragine, l’enotera e il ribes nigrum che contengono dosi elevate di un particolare derivato dell’acido linoleico: l’acido gamma-linoleico, che vedremo poi avere un ruolo anomalo. Il fabbisogno giornaliero stimato di acidi grassi polinsaturi per un corretto funzionamento metabolico in un adulto è l’1-2% delle calorie totali giornaliere di omega6 e dello 0,2-0,5% di omega3 e quindi in rapporto circa di 4-5 a 1.

Nella storia grazie al cambio di abitudini alimentari, col crescente impiego di oli ricchi di omega 6 in cucine e nei cibi industriali, al diminuito consumo di pesce azzurro, si è arrivati ad uno squilibrio nutrizionale Omega 6/Omega 3. Nella Tabella 1 è riassunto il cambiamento dell’alimentazione dal paleolitico ad oggi; nella Tabella 2 invece i rapporti omega6/omega3 nella storia e nelle diverse aree geografiche.


Le evidenze epidemiologiche (basso incidenza di malattie cardiovascolari sulle popolazioni nordiche) e i successivi studi cliniici, hanno portato a collegare un’alimentazione ricca di cibi contenenti EPA, ad una attività di protezione e salvaguardia del sistema cardio-circolatorio grazie alle sue attività biologiche (antiterogena, antinfiammatoria, antitrombotica). Una carenza di EPA comporta una maggiore produzione di acido arachidonico e di conseguenza, aumento di aggregazione piastrinica, formazione di trombossani, aumento di LDL, VLDL, trigliceridi e viscosità ematica.

Il DHA ha prevalentemente una funzione strutturale: è presente nei fosfolipidi cerebrali (circa il 60% del sistema nervoso è costituito da acidi grassi) nella retina e nei fosfolipidi di membrana. Ha quindi un ruolo importantissimo nello sviluppo e nella maturazione cerebrale, dell’apparato riproduttivo e del tessuto retinico.

Gli omega6 hanno anch’essi sia un ruolo strutturale e funzionale. L’acido arachidonico è il rappresentante più abbondante della famiglia ed è importante, bilanciato col DHA nello sviluppo embrionale e nell’accrescimento del bambino. Produce però le prostaglandine della serie 2 ad azione aggregante e pro-infiammatoria. Va quindi evitata l’integrazione se non per manifeste carenze che comportano steatosi epatica e ritardi nella crescita in età evolutiva.

Molto interessante è
l’acido gamma-linoleico che pur essendo della serie 6, si comporta come un omega3 agendo in competizione con l’acido arachidonico e producendo prostaglandine della serie 1 e 3 e quindi antinfiammatorie e antiaggreganti. Il suo ambito d’azione più importante è a livello della cute, e cioè nelle lesioni e nelle dermatiti specie se allergiche.


Una carenza comporta appunto lesioni cutanee, ritardata cicatrizzazione delle ferite, maggiore suscettibilità alle infezioni. Da rilevare il fatto che ci sono una serie di fattori che inibiscono il metabolismo dei PUFA, causando possibili carenze. Essi sono l’abbondante presenza nella dieta di grassi saturi e idrogenati, l’iperglicemia, l’alcool, l’invecchiamento, l’adrenalina e i glucocorticoidi, una dieta ipoproteica, virus oncogeni. E’ evidente come sia necessaria una maggiore attenzione alimentare o se questo non è possibile una correzione dei rapporti quantitativi ditali sostanze tramite integrazione.



L’attività dell’acido EPA è particolarmente evidente a beneficio del sistema cardiocircolatorio.
• A livello di endotelio, leucociti e piastrine genera fattori anti-infiammatori e anti-aggreganti.
• Influenza l’assetto lipidico ed in particolare ha dimostrato una cospicua riduzione della trigliceridemia dopo sperimentazione mediamente attestata intorno al 30%. L’effetto è dose dipendente.
• Gli omega-3 favoriscono un aumento metabolico con conseguente dispersione calorica e un inferiore immagazzinamento lipidico.
• Gli acidi grassi omega-3 sono in grado di ridurre la pressione arteriosa anche in pazienti affetti da ipertensione.
• Osservazioni epidemiologiche hanno mostrato che i PUFA hanno effetto anti-infiammatorio arrecando miglioramento in malattie come morbo di Crohn, psoriasi, dermatite atopica, asma bronchiale.
• Alcuni studi da confermare hanno dimostrato un netto miglioramento dei pazienti affetti da depressione.

L’acido docoesaenoico (DHA)
• L' Unione Europea dopo aver finanziato due progetti di studio :«Perinatal Lipid Nutrition Group» e «Early Nutrition Programming» , raccomanda l’integrazione di 200 mg/die di DHA alle madri occidentali in attesa o allattamento, poiché un livello adeguato nel sangue, porta a una riduzione di parti prematuri, un maggior peso del neonato, e a un migliore sviluppo neurologico/cognitivo e della vista.
• Studi osservazionali sui sintomi hanno messo in relazione l’eziologia e il mantenimento del Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività (ADHD) e una carenza di DHA.
• I figli di donne affette da atopie, sottoposte a somministrazione di DHA hanno mostrato una risposta allergica inferiore fino al 35% in caso di eczema atopico.
• Un adeguato apporto di acidi grassi omega-3 durante la gravidanza sembra ridurre sensibilmente il rischio di obesità infantile.
• Studi prospettici hanno dimostrato come un’integrazione di DHA sia in grado di contrastare il declino delle funzioni cognitive e di diversi quadri di demenza anche in forme moderate di Alzheimer.

Ha dimostrato proprietà
anti-infiammatorie specialmente a livello di cute. Si sono registrati notevoli miglioramenti su pazienti affetti da dermatite ed eczema atopico e dermatite seborroica sottoposti a 4-6 settimane di somministrazione di GLA
Si è notata l’attività dell’acido y-linoleico nel reprimere la reattività e la produzione di anticorpi nelle malattie autoimmuni e infiammatorie, in particolare
l’artrite reumatoide.

Non si sono rilevati ne effetti collaterali ne controindicazioni se non in caso di sovradosaggio. I PUFA non vanno comunque assunti in concomitanza a terapie anticoagulanti. Il GLA non deve essere assunto assieme a farmaci anticonvulsivanti, mentre non comporta alcuna alterazione in gravidanza e nei neonati.

Per un’integrazione corretta di PUFA bisogna considerare alcuni parametri fondamentali quali la concentrazione di EPA e DHA, l’assenza di inquinanti ambientali e i livelli di ossidazione che devono essere bassi. Infine importante per la qualità dell’integratore è la biodisponibilità dei nutrienti offerta cioè il livello di assorbimento.

In natura EPA e DHA sono presenti sotto forma di oli. Alcuni vegetali come
lino o canapa, contengono quantità ridotte di omega 3, ma esse sono scarsamente assimilabili dall’organismo umano.

La dieta, al giorno d'oggi, predilige l'assunzione di alimenti ricchi di omega-6 e carente di prodotti ricchi in omega-3 (EPA+DHA) come il pesce, con conseguente squilibrio dietetico di acidi grassi a favore degli omega-6 e sbilanciamento del rapporto omega-6/omega-3 che può predisporre a una serie di patologie tra cui il cancro e disturbi di natura infiammatoria e autoimmune.

La correzione di questo squilibrio nella dieta tra omega-6 e omega-3 può essere raggiunta con la supplementazione di olio di pesce in capsule (ad alta titolazione di EPA+DHA) e con una dieta a basso contenuto di grassi omega-6 e ad alto contenuto di omega-3.


Gli acidi grassi Omega-3 e il diabete

Alcuni ricercatori riportano che un acido grasso omega-3 presente nell'olio di pesce sembra migliorare la funzione insulinica nei soggetti in soprappeso, tipicamente più esposti al diabete di tipo 2.

Secondo quanto riferito dalla Dr.ssa Yvonne Denkins, una nutrizionista del Pennington Biomedical Research Institute dell'Università della Louisiana (USA), tre mesi di supplementazione giornaliera con l'acido docosaesaenoico (DHA) hanno prodotto un miglioramento "clinicamente significativo" nella sensibilità insulinica dei partecipanti allo studio. I risultati sono stati presentati recentemente all'annual Experimental Biology 2002 conference.


Precedenti studi su popolazioni hanno evidenziato che l'olio di pesce potrebbe fornire una protezione contro il diabete. "Sono stati condotti studi epidemiologici sugli Eschimesi della Groenlandia, una popolazione che si nutre principalmente di grasso di balena", ha sottolineato la Dr.ssa Denkins. Sebbene queste persone siano in soprappeso e, quindi, dovrebbero presentare più alti tassi di diabete e malattie cardiovascolari, la realtà è diversa. I ricercatori hanno ipotizzato fattori protettivi dietetici ed hanno trovato che si trattava degli acidi omega-3.


Nel loro studio, la Dr.ssa Denkins ed i suoi colleghi hanno arruolato 12 uomini e donne in sovrappeso, fra i 40 ed i 70 anni d'età, che hanno assunto 1.8 grammi di DHA a colazione per 12 settimane. Mentre nessuno dei partecipanti era affetto da diabete, tutti presentavano insulino-resistenza.

Con la misurazione della glicemia all'inizio ed alla fine dello studio, i ricercatori hanno valutato le variazioni dell'insulino-resistenza di ogni soggetto.

La Dr.ssa Denkins ha detto:"Abbiano notato una modifica nella sensibilità insulinica dopo 12 settimane di supplementazione con DHA. Il 70% dei partecipanti allo studio ha mostrato un miglioramento nelle funzioni insulino-connesse e, nel 50% dei casi, tale variazione è stata clinicamente rilevante."

La Dr.ssa Denkins ha puntualizzato che la piccola consistenza di questo studio campione offre risultati prelimimari, e che i diabetici non dovrebbero mai sostituire la loro abituale terapia con qualsiasi supplementazione dietetica, compreso l'olio di pesce. Coloro che intendono aumentare l'introito di olio di pesce, dovrebbero consultare prima il proprio medico, soprattutto se sono in cura per malattie cardiovascolari, poiché il DHA ha un leggero effetto sulla circolazione sanguigna.


I nutrizionisti attualmente raccomandano un introito giornaliero di 0.6 grammi di acidi grassi omega-3, preferibilmente provenienti dal pesce. Secondo la Dr.ssa Denkins, ciò è possibile con il consumo di circa due porzioni a settimana di pesce d'acque fredde, come ippoglosso, aringa, sgombro o salmone.

I Grassi omega-3: indispensabili per migliorare la risposta dei neurotrasmettitori delle cellule cerebrali, e di altri messaggeri. Aiutano il processo di riparazione quando le cellule sono danneggiate.

Non è solo necessario assumere grassi omega-3, ma è altrettanto importante
abbassare l´assunzione di grassi omega-6. Se non si riduce il livello di grassi omega-6 a livelli accettabili non si ricevono molti dei meravigliosi benefici dei grassi omega-3, come la riduzione del rischio di malattie cardiache, il cancro, l´ictus, il morbo di Alzheimer, l´artrite e molte altre malattie degenerative.

Gli americani come gli europei consumano una quantità pericolosamente insufficiente di omega-3, presente solo in olio di pesce e alcuni altri alimenti. Nel frattempo, l´assunzione di omega-6, che si trovano nell´olio di mais, soia, girasole e altri oli, è troppo elevato. Il rapporto ideale di omega-6 e omega-3 dovrebbe essere 1:1, ma in pratica varia, a secondo della dieta errata, ad un rapporto da 15:1 a 50:1!

Tutti gli studi e le ricerche scientifiche dimostrano da oltre dieci anni che questa carenza di omega-3 nella nostra dieta è la ragione principale alla base di molte malattie

Altri benefici degli omega-3 presente nel pesce e olio di fegato di merluzzo:

  • Aumenta il livello di energia e capacità di concentrazione
  • Fornisce una maggiore resistenza alle malattie comuni come l´influenza e raffreddore
  • Aiuta le donne in gravidanza evitare parti prematuri, basso peso alla nascita e di altre complicazioni


Pesce, piante e oli di frutta secca sono la principale fonte dietetica di acidi grassi Omega 3, EPA e DHA nei pesci d’acqua fredda come salmone, tonno, sgombro, sardine, ecc….. ALA si trova nei semi di lino, nell’olio di semi di lino, nella colza, nell’olio di semi di colza, nella soia, nell’olio di semi di soia, nei semi di zucca, nell’olio di semi di zucca, nell’olio di semi di prilla, nelle noci e nell’olio di semi di noci. Ci sono particolari benefici per la salute associati agli acidi grassi a catena lunga, EPA’s e DHA.

Gli eschimesi consumano molto pesce ed hanno un basso tasso di malattie cardiovascolari.
Il governo canadese ha dichiarato che il DHA sostiene il normale sviluppo del cervello, degli occhi e del sistema nervoso.

I maggiori benefici per la salute provengono da EPA e DHA. Comunque alcune persone non li convertono in modo efficiente e c’è un dibattito in corso nella comunità medica se sono migliori EPA e DHA o ALA. Mentre EPA e DHA sono antinfiammatori, ALA è un infiammatorio.


I seguenti problemi, spesso, possono essere direttamente riconducibili alla carenza di omega-3

Scarsa lucidità mentale al risveglio
Depressione
Aumento di peso
Unghie fragili
Allergie
Artrite
Bassa qualità del sonno
Problemi di memoria
Capelli asciutti
Pelle secca, dermatiti, eczemi
Scarsa concentrazione
Affaticamento eccessivo





ENDOMETRIOSI ed OMEGA 3

L'endometriosi è abbastanza frequente
(colpisce circa il 10 per cento delle donne) e consiste nella crescita di piccoli pezzetti di tessuto uterino al di fuori dell'utero, ad esempio nell'addome o nelle ovaie: questi pezzettini si comportano come l'endometrio, ovvero rispondono agli ormoni del ciclo mestruale e ogni mese proliferano per poi sfaldarsi, ma sono "intrappolati" e perciò portano a infiammazione locale, dolori e anche alla sterilità.
Poco si sa delle cause, poche anche le cure (per lo più sintomatiche, quando non si deve ricorrere alla chirurgia); ora per la prima volta si sarebbe individuato un fattore di rischio modificabile che potrebbe aiutare le donne a prevenire il problema e, chissà, forse perfino a curarlo.

I dati arrivano da una ricerca davvero ampia: oltre 70 mila donne seguite dal 1989 al 2001 attraverso questionari ripetuti ogni 4 anni che, tra le altre cose, indagavano anche quantità e tipo di grassi introdotti con la dieta. Milleduecento donne si sono ammalate di endometriosi: guardandole sotto la lente gli autori, del Brigham and Women's Hospital di Boston, si sono accorti che la quantità di grassi non conta, conta piuttosto di che tipo sono.

TIPO DI GRASSI - Chi mangiava tanti omega-3 attraverso cibi come tonno, salmone o sgombro (ma stiamo parlando di donne americane, così è emerso che una grossa fonte di omega-3 è stata per loro pure la maionese) vedeva ridursi del 22 per cento il rischio di endometriosi; le donne che abbondavano coi grassi vegetali idrogenati (da cibi fritti, margarina, crackers) si ritrovavano al contrario con un 48 per cento di probabilità in più di ricevere la diagnosi.

I grassi trans non sono certo nuovi alle accuse: derivati dall'idrogenazione di grassi vegetali (un processo che avviene durante la frittura o viene indotto nell'industria alimentare per aumentare la consistenza dei grassi da aggiungere a biscotti, prodotti da forno o margarine), sono considerati dei veri killer delle arterie perché fanno crescere molto il colesterolo cattivo e riducono quello buono, aumentando di il rischio cardiovascolare tanto che anche le autorità europee alimentari hanno più volte ribadito la necessità di ridurne l'uso (e qualcosa è cambiato, visto che i contenuti in grassi trans sono in effetti scesi negli ultimi anni).

Adesso un primo indizio che sembra metterli sul banco degli imputati anche per l'endometriosi. "I nostri dati indicano che attraverso la dieta si può influenzare la probabilità di ammalarsi di endometriosi - afferma Stacey Missmer, la responsabile della ricerca -. Trattandosi della prima segnalazione, andrà ovviamente confermata;
nel frattempo, vogliamo anche capire se una dieta ricca di omega-3 e povera di grassi trans possa alleviare i sintomi delle donne che già soffrono di endometriosi", conclude la ricercatrice (fonte:http://news.google.it/nwshp?hl=it&tab=wn&q=endometriosi)


PER I DISTURBI MENTALI SI POSSONO UTILIZZARE GLI OMEGA-3

Ormai è risaputo da diverso tempo che gli acidi grassi polinsaturi omega-3 svolgono un ruolo strutturale nelle membrane cellulari e si è visto che anomalie nella composizione lipidica di membrana risultano correlate con la comparsa di disturbi cognitivi e dell'umore.

In uno studio recente è stata valutata l'azione degli omega-3 (EPA e DHA) nelle persone con disturbi mentali. Infatti l'integrazione per 12 settimane con olio di pesce ricco in EPA e DHA si è dimostrato in grado di abbassare del 22,6%, rispetto al gruppo placebo, il rischio di progressione del disturbo mentale.

Il gruppo di ricerca ha reclutato 76 persone che presentavano una forte correlazione con la progressione di psicosi, sia perché presentavano dei sintomi, che per motivi di familiarità. Questi individui hanno ricevuto casualmente del placebo (olio di noce di cocco) o un integratore che conteneva 1,2 gr di olio di pesce che fornisce 700 mg di EPA e 480 mg di DHA.

Alla fine dello studio si è registrata una progressione dei disturbi mentali del 4,9% nel gruppo di persone che avevano assunto gli omega-3 e del 27,5 nel gruppo placebo.

I ricercatori comunque affermano che gli omega-3 contenuti nell'olio di pesce, potrebbe essere tenuti in considerazione durante la fase iniziale della malattia.

G.E. Berger et al. "Long-Chain omega-3 Fatty Acids for Indicated Prevention of Psychotic Disorders: A Randomized, Placebo-Controlled Trial", Archives of General Psychiatry: 2010, Volume 67, Issue 2, Pages 146-154



L’assunzione materna di Omega-3 influenza lo sviluppo dell’intestino e la risposta immunologica

Gli acidi grassi polinsaturi Omega-3 possono supportare lo sviluppo dell’intestino nel feto e migliorare la risposta immunologica delle cellule intestinali a batteri e agenti esterni riducendo la possibilità che il bambino soffra di allergie, secondo una nuova ricerca nell’animale.

Lo studio, pubblicato nel Journal of Physiology, evidenzia che una dieta materna ad alto tenore di Omega-3, permette uno sviluppo migliore dell’intestino. Questo studio sull’animale ha confrontato infatti gli effetti dell’assunzione di Omega-3 e di placebo durante la gravidanza e l’allattamento. Dopo 14 giorni di trattamento è stato rilevato un aumento della permeabilità della parete intestinale simile nei due gruppi. Dopo 28 giorni però la permeabilità è risultata maggiore nel gruppo trattato con Omega-3 rispetto al controllo.

I ricercatori ipotizzano che gli Omega-3 modifichino la permeabilità intestinale mediante variazioni neuro-plastiche del sistema nervoso enterico del figlio. L’introduzione di Omega-3 durante la gravidanza e l’allattamento influenza la funzionalità della barriera intestinale del neonato e può quindi ridurre il rischio di allergie negli anni seguenti.
La barriera intestinale gioca infatti un ruolo fondamentale nelle reazioni immunologiche del neonato.


Studi clinici precedenti avevano suggerito che l’introduzione di Omega-3 durante la gravidanza riducesse il rischio di allergie nel neonato. Questo studio sull’animale offre ora una spiegazione del meccanismo d’azione attraverso il quale questi acidi grassi influenzano le risposte immunitarie. Lo studio evidenzia che il sistema immunitario del bambino, grazie all’Omega-3 assunto dalla madre, si sviluppa più velocemente portando ad una migliore funzionalità immunologica ed una minore probabilità di allergie.

Bibliografia: De Quelen F. et al. ‘n-3 polyunsaturated fatty acids in the maternal diet modify the postnatal development of nervous regulation of intestinal permeability in piglets’ The Journal of Physiology 2011 Sep 1; 589(Pt 17): 4341-52.


Omega 3 e tumore prostatico (fonte: www.filippo-ongaro.it)

Uno studio pubblicato sul Cancer Prevention Research Journal indica come
una dieta povera di grassi saturi ma ricca di acidi grassi omega 3 sia in grado di ridurre la velocità di crescita del tumore prostatico.

Gli autori suggeriscono che il meccanismo sia legato alla soppressione dell’infiammazione da parte degli acidi grassi. Lo studio ha coinvolto pazienti affetti da tumore alla prostata in attesa di intervento chirurgico.

Questi sono stati divisi in due gruppi di cui uno libero di mangiare una tipica dieta occidentale e l’altro vincolato ad una dieta con solo il 15% di grassi e 5 grammi di omega 3 aggiunti quotidianamente con degli integratori.

E’ stato visto che i soggetti che assumevano omega 3 avevano in effetti concentrazioni più elevate di omega 3 (acido eicosapentanoico e docosaesanoico) nelle membrane cellulari e presentavano una ridotta proliferazione cellulare prostatica. William Aronson del Jonsson Comprehensive Cancer Center di Los Angeles ha dichiarato.
“Aver osservato che una dieta povera di grassi saturi ma ricca di omega 3 può ridurre la velocità di replicazione delle cellule prostatiche tumorali è importante perché é proprio la velocità di replicazione cellulare a determinare la progressione e l’aggressività del tumore. Minore è la replicazione e minore sarà il rischio che il tumore si diffonda fuori dalla prostata.

Siamo davvero quello che mangiamo e il nostro studio suggerisce che le modificazioni alimentari possono incidere sulla biologia del tumore prostatico”.


EPA+DHA (omega-3), infiammazione cronica e patologie autoimmuni

La famiglia delle patologie autoimmuni è molto vasta, ed i disturbi classificabili sotto questa categoria risultano eterogenei sia per quanto concerne la gravità della patologia che per l'area soggetta al danno organico.

Si trovano quindi nell'area autoimmune
disturbi cutanei come dermatite atopica o psoriasi, forme di dolore cronico quali artrite reumatoide, polimialgia reumatica, fibromialgia, CFS (Chronic Fatigue Syndrome, sindrome da stanchezza cronica), patologie delle vie respiratorie a carattere allergico ed infiammatorio (riniti allergiche, forme asmatiche), aterosclerosi, sclerosi multipla, congiuntiviti allergiche.

Le patologie autoimmuni, sono tutte caratterizzate dalla natura infiammatoria cronica sistemica (CIDs-chronic inflammatory diseases) associata ad un'alterazione neuroendocrina che impedisce l'estinguersi del focolaio infiammatorio.

In tutte le patologie citate, si attestano quindi incrementi nell'espressione di citochine proinfiammatorie quali IL-2, IL-6 e TNF-a e di marcatori infiammatori (come la proteina C-reattiva).

Gli studi rilevano in modo uniforme un deficit nella risposta dell'asse immunoendocrino nei soggetti affetti da queste patologie, con la conseguente difficoltà o impossibilità a ridurre l'attività infiammatoria in corso.

Le forme autoimmuni sono quindi caratterizzate, dall'inadeguatezza della reazione neuroimmunoendocrina a contenere ed eventualmente estinguere la flogosi, con la conseguenza di giungere al danno dei tessuti sani.

Per limitare il danno prodotto dall'infiammazione cronica sarà quindi fondamentale tenere in considerazione il grado di infiammazione sistemica e adottare delle strategie mediante l'integrazione con sistemi tampone (vedi “Acidosi Fissa, Volatile, Sistemi Tampone – Bbuffer” www.portaledinu.it/press) necessari a contrastare l'acidosi tipicamente associata all'infiammazione cronica sistemica.

Al fine di avere un'azione sinergica per attenuare il livello infiammatorio, oltre a stimolare il sistema immunoendocrino, è necessaria l'assunzione di acidi grassi polinsaturi omega-3 EPA e DHA sono particolarmente indicati per la soppressione dei processi infiammatori correlati alle patologie autoimmuni, prevalentemente grazie all'inibizione della sintesi degli eicosanoidi proinfiammatori derivati dall'acido arachidonico (omega-6), è infatti dimostrato da più parti l'abbassamento dei principali marcatori infiammatori (in particolare IL-6 e TNF-a) in
SUPPEMENTAZIONE COMBINATA ACIDI GRASSI ESSENZIALI EPA+DHA (OMEGA-3)

Fonte: Dario Boschiero, Laura Converso





Forme disponibili
EPA e DHA possono essere assunte sottoforma di integratori omega 3 olio di pesce in capsule.

Una capsula da 1 grammo di integratori omega 3 olio di pesce equivale a mangiare una porzione di pesce….. così in effetti le capsule sono molto più economiche.

Semi di lino, olio di semi di lino pesce e krill devono essere conservati nel frigorifero.

Accertarsi di acquistare acidi grassi intergratori Omega 3 da una compagnia ben consolidata come Jamieson che certifica che i suoi prodotti non contengono metalli pesanti come mercurio, piombo e cadmio.


Perché prenderli
Come macronutrienti, i grassi non hanno un apporto dietetico di riferimento. C’è un livello di assunzione accettabile che nel caso degli integratori Omega 3 è:

- 1,6 grammi al giorno per gli uomini,
- 1,1 grammi al giorno per le donne.

Bambini
Non c’è una dose stabilita per i bambini e dovrebbero essere assunti da loro solo dopo aver consultato il medico. I bambini dovrebbero evitare di mangiare il pesce che potrebbe avere più alte quantità di mercurio e di altri contaminanti come i pesci più grandi ( squalo, pesce spada, ecc….).

Adulti
Gli adulti non dovrebbero consumare più di 3 grammi di integratori Omega 3 al giorno a meno che il medico non consigli diversamente, perché quantità maggiori possono causare emorragie.

- Per gli adulti sani senza rischi di malattie cardiovascolari: American Heart Association (AHA)consiglia di mangiare pesce almeno 2 volte alla settimana.
- Per gli adulti con malattie cardiache coronariche AHA raccomanda 1 grammo di integratori Omega 3 EPA e DHA, ma sempre sotto il controllo medico. Non aspettatevi dei beneficiarne prima di 2-3 settimane.
- Per gli adulti con livelli di colesterolo alti AHA raccomanda 2-4 grammi al giorno di integratori Omega 3 EPA e DHA ma sotto stretto controllo medico.
- Per gli adulti con la pressione sanguigna alta gli scienziati raccomandano 3-4 grammi di integratori Omega 3 al giorno, sotto stretto controllo medico.

APPROFONDIMENTO: IL MONDO DEGLI OMEGA 3




Omega Fish Qualitysilver®
confezione da 90 perle
Prezzo: € 32.00


Integratore alimentare di Olio di pesce 40/20 EPA e DHA TG con tocoferoli e estratto di rosmarino. Omega Fish è un olio di pesce selezionato in forma trigliceride, la stessa in cui naturalmente gli acidi grassi sono presenti nell’organismo umano.
Ciò garantisce una biodisponibilità elevata di EPA e DHA. Inoltre è contrassegnato dal marchio Qualitysilver® che ne certifica la qualità e la stabilità, preservando i principi attivi da ossidazione.






ADVANCED OMEGA D3 120 softgel
Prezzo: € 49,00

OLIO DI SALMONE SELVATICO D'ALASKA
Integratore alimentare a base di salmone selvatico dell’Alaska, ricco di acidi grassi polinsaturi, pescato in modo sostenibile ed arricchito in vitamina D3 e astaxantina.

Offre un alto rapporto omega-3 / omega-6 (15:1) utile per bilanciare la quota di omega-6 introdotti con la dieta. L´assunzione di EPA e DHA contribuisce alla normale funzione cardiaca**, al mantenimento della normale funzione cerebrale e della normale capacità visiva***. L’integrazione con omega-3 e vitamina D può essere un coadiuvante nell’ambito di un’alimentazione con obiettivo desensibilizzante in persone tendenzialmente allergiche.

Sottoposto ad un processo di purificazione brevettato che assicura l´eliminazione dei metalli pesanti, incluso il mercurio, PCB (policlorobifenili) e altri inquinanti ambientali, questo olio rispetta le specifiche di qualità richieste dalla monografia GOED (Global Organization for EPA and DHA Omega-3)
** L'effetto benefico si osserva con assunzione giornaliera di almeno 250 mg di EPA e DHA
*** L'effetto benefico si osserva con assunzione giornaliera di almeno 250 mg di DHA



ADVANCED OMEGA D3 fornisce anche Vitamina D3, una vitamina importante in molti distretti e Astaxantina da Haematococcus pluvialis, alga antiossidante.

COMPOSIZIONE
Olio di salmone selvatico d'Alaska (Oncorhynchus nerka, Oncorhynchus tshawytscha, Oncorhynchtus kisutch, Oncorhynchus gorbusch). Gelatina alimentare. Agente di resistenza: Glicerolo. Antiossidanti: miscela di tocoferoli. Aromi: estratto di foglie di Rosmarino (Rosmarinus officinalis L.), Olio essenziale di parti aeree e foglie di erba moscatella (Salvia sclarea L.), Olio essenziale di pianta fiorita di Timo (Thymus vulgaris L.). Astaxantina. Vitamina D3 (300 UI). Contiene pesce.

Modo d'utilizzo: deglutire 3 perle al giorno, con acqua, preferibilmente ai pasti.






L'olio di pesce che
Jamieson impiega per i propri prodotti viene estratto da pesci di piccole dimensioni (sardine ed acciughe). Quest'ultimi contengono una quantità molto più ridotta di contaminanti rispetto ai pesci di stazza grande. L'olio di pesce di Jamieson viene purificato attraverso un processo di distillazione molecolare così da rimuovere ogni traccia di mercurio metalli pesanti ed altri micro contaminanti.

I prodotti a base di omega-3 di Jamieson sono tutti arricchiti con vitamina E di origine naturale
, antiossidante, la quale preserva la freschezza dell'olio di pesce. Nella categoria di prodotti contenenti gli omega-3, Jamieson propone anche l'olio di lino. Quest'olio è una fonte ricca di acido alfa-linolenico (ALA), un acido grasso, essenziale della serie omega-3 di origine vegetale. L'olio di lino di Jamieson è ottenuto da spremitura a freddo di semi di lino di altissima qualità coltivati biologicamente.



Omega 3 Super Krill 100 softgel
Prezzo: € 69,00


Omega Red Super Krill di Jamieson è un integratore di Omega 3 di ultima generazione: contiene puro Olio di Krill antartico.

Il krill antartico (Euphausia superba) è un microscopico crostaceo marino che vive nelle profonde e fredde acque dell’Antartico. Da esso si ricava un olio particolarmente pregiato, ricco di omega 3 (EPA e DHA) nella forma di fosfolipidi altamente biodisponibili per l’organismo.

Infatti, in questa forma, l’EPA e il DHA sono prontamente impiegati dalle cellule per la costruzione delle loro membrane.

Il krill contiene anche il più potente antiossidante naturale ad oggi conosciuto, l’astaxantina in grado di proteggere cellule, tessuti ed organi dai danni indotti dai radicali liberi.



NON CONTIENE: sale (cloruro di sodio), zucchero, amido, glutine, lattosio, coloranti, aromi e conservanti.

MODO D’USO: 2 perle al giorno a stomaco pieno.

Poiché il Krill è al 100% biodisponibile per l'organismo umano, viene assorbito prontamente nelle nostre cellule e il contenuto di antiossidanti naturalmente presenti nel Krill impedisce all'olio irrancidirsi ed assicura la protezione cellulare verso i danni dai radicali liberi.




OMEGA 3 GUMMIES BIMBI - 60 caramelle
Prezzo: € 20,00

Omega 3 gummies sono un prodotto nuovo della Jamieson utile per fornire gli omega 3 sotto forma di gustose caramelle gommose.

Gli acidi grassi essenziali servono alla struttura e alla costruzione delle membrane cellulari.


Gli omega 3 ed in particolare i DHA si trovano abbondantemente nel sistema nervoso centrale perchè fanno parte delle membrane cellulari, nel cervello e nei nervi.
NON CONTIENE: sale (cloruro di sodio), glutine, lattosio
MODO D’USO:
2 caramelle gommose al giorno








Salmon Oil Omega 3 - 90 perle
Prezzo: € 19,00

L’olio di salmone è una importante fonte di acidi grassi essenziali della serie omega 3 (EPA, DHA) dell’Alaska.

Omega 3 Salmon oil di Jamieson contiene olio di salmone dei mari freddi dell’Alaska; è farmaceuticamente testato per garantire la piena efficacia e la totale purezza.

L’olio di pesce viene purificato attraverso un processo di distillazione molecolare così da rimuovere ogni traccia di mercurio ed altri microcontaminanti ed è certificato privo di PCB (polychlorinated biphenyl, contaminante tossico), DDT e metalli pesanti (piombo, mercurio, cadmio).

NON CONTIENE: zucchero, amido, glutine, sale (cloruro di sodio), lattosio.

MODO D’USO:
2 perle al giorno durante i pasti principali, o prima di coricarsi.

PESO NETTO: 151,2 g






Omega-3 select - 150 perle
Prezzo: € 36,00

Omega 3 Select di Jamieson è una confezione risparmio contenente 150 perle (da 1500mg cad.) ad alta concentrazione di EPA e DHA; ogni perla apporta 300 mg di EPA e 200 mg di DHA.

L’olio viene estratto da pesci di piccola taglia come acciughe e sardine e purificato attraverso un processo di distillazione molecolare.

EPA e DHA contribuiscono alla normale funzione del cuore.

NON CONTIENE: amido, glutine, sale, lattosio.

MODO D’USO: 2 perle al giorno durante i pasti principali, o prima di coricarsi.

PESO NETTO: 232 g FORMATO: 150 PERLE

Approfondimento






Omega-3 Complete 80 Perle
Prezzo: € 29,00

Omega 3 Complete è una particolare formulazione contenente una concentrazione di Omega 3 (EPA e DHA) fra le più elevate sul mercato internazionale.

EPA e DHA contribuiscono alla normale funzione del cuore.

L’olio viene estratto da pesci di piccole taglie e purificato attraverso un processo di distillazione molecolare, per mezzo del quale si eliminano eventuali tracce di mercurio ed altre micro tossine.

NON CONTIENE: zucchero, amido, lattosio, glutine, sale (cloruro di sodio).

MODO D’USO: 2 perle al giorno durante i pasti principali o prima?di coricarsi.

PESO NETTO: 124,50 g FORMATO: 80 PERLE





Omega Protect™ 3-6-9 80 PERLE
Prezzo: € 30,00

La catena completa dei tre Omega: 3, 6 e 9.

Omega 3-6-9 di Jamieson è un prodotto completo che racchiude la catena degli acidi grassi essenziali non sottoposti al calore nella lavorazione.

Omega 3-6-9 di Jamieson contiene oli ottenuti da spremitura a freddo di semi di lino e di borragine, e da pesci di acque profonde.


NON CONTIENE:
zucchero, amido, glutine, sale (cloruro di sodio), lattosio.

MODO D’USO:
2 perle al giorno durante i pasti principali, o prima di coricarsi.

PESO NETTO:
137,50 g FORMATO: 80 PERLE

. Approfondimento






CLA 95™
Prezzo: € 26,00

Formula altamente assimilabile e concentrata al 95% in
acido linoleico coniugato.
Il CLA di Jamieson è ricavato da semi di cartamo no OGM.

Durante la produzione il CLA non è esposto a temperature elevate e ciò elimina la possibilità di formazione di acidi grassi trans e la perdita dei principi attivi. Il prodotto è privo di pesticidi e residui di petrolio; si presenta in perle molto piccole facili da inghiottire.

Indicazioni:
coadiuvante per ridurre il grasso corporeo ed aiutare l’incremento della parte magra. Il CLA viene infatti usato per rassodare e definire la massa corporea definendo la parte muscolare. Una gestione ideale della quantità dei nutrienti durante una dieta o un allenamento atletico; consigliato in abbinamento a diete ipocaloriche.

NON CONTIENE: zucchero, glutine, sale (cloruro di sodio), lattosio, amido.

MODO D’USO: 1 o 2 perle al giorno durante i pasti.




CLA (l’acido linoleico coniugato) è un ingrediente che è arrivato a ricevere una considerevole importanza nella gestione del peso corporeo. CLA è un Omega 3 acido grasso essenziale.

La ricerca mostra che il CLA agisce come un agente di divisione, può ridurre il grasso corporeo e promuovere la tonicità della massa muscolare. In uno studio i ricercatori della Norway hanno dimostrato che il CLA era efficace nella riduzione del grasso corporeo e nell’aumento della tonicità della massa muscolare in 60 persone in sovrappeso in 3 mesi di ricerca/studio. Metà delle persone avevano assunto un placebo e l’ altra metà il CLA.

Il gruppo CLA aveva riscontrato una riduzione della pura massa grassa di kg 1.7 in 12 settimane, mentre il gruppo placebo al momento erano aumentati kg 1 di massa grassa”. Assumere 3.4 grammi di CLA ogni giorno è sufficiente per dare gli effetti desiderati, se preso per almeno 12 settimane, dice il Dott. Ola Gutmundsen, direttore dello studio (rif. The Globe and Mail-Tuesday ottobre 24/2000). I laboratori Jamieson introducono un brevetto di alta qualità del CLA. Il CLA 95th Jamieson è una formula efficace per aiutare la riduzione del grasso corporeo e per promuovere la tonicità della massa muscolare. Questa formula brevettata è prodotta con purezza chimica assoluta.

Due delle strutture isomeriche del CLA, cis 9, trans 11 e trans 10, cis 12 sono stati dimostrati essere isomeri in grado di convertire l’acido linoseico in CLA attraverso il sistema digestivo, così essi devono introdurlo attraverso la dieta. Il CLA riesce ad ottenere, la ripartizione delle proprietà, perciò esso è in grado di ridistribuire l’energia nel corpo attraverso la bruciatura/eliminazione del grasso, costruendo e aumentando la massa muscolare e controllando gli enzimi che stimolano il rilascio del grasso invece di trattenerli e farne provvista. Il CLA Jamieson procura in proporzione uguale isomeri attivi. Ciò è importante perché è molto simile alla natura, permettondo al proprio corpo di riconoscerlo come un alimento essenziale.


 



My Omega Krill 80 capsule molli
Prezzo: € 50,00 in offerta € 40,00

Integratore Alimentare con quantità opportunamente bilanciate di Omega 3, Omega 6 e Omega 9 e l’aggiunta di Olio di Krill.

My Omega Krill è un integratore alimentare a base di olio di pesce, olio di semi di lino e olio di borragine ricchi e l’aggiunta del potentissimo Olio di Krill per una composizione sinergica e bilanciata di Omega 3, Omega 6 e Omega 9.Tutti ormai conoscono i benefici dell’olio di pesce per integrare acidi grassi buoni per la propria dieta. Più recentemente è stata scoperta una nuova fonte sostenibile per l’integrazione di Omega 3 che studi dimostrano essere ancora più efficace e potente, si tratta dell’olio di krill. Dal krill, una tipologia di crostaceo che si trova negli oceani, si ottiene un olio che ha potenti proprietà anti-infiammatorie. Contiene astaxantina, un potente antiossidante che permette al krill di non degradarsi.

CONSIGLI D'USO: assumere 2 capsule al giorno

Ingredienti:
Olio di pesce, Olio di semi di lino (Linus usitassimun l.), olio di borragine (Borrgo officinalis L.), Olio di Krill, gelatina animale, glicerolo.

TESTATO PER I METALLI PESANTI
Questo prodotto viene continuamente controllato per verificare la quantità di metalli pesanti. Questo integratore non contiene metalli pesanti.





La pubblicità erroneamente demonizza tutti i grassi, ma bisogna fare una distinzione precisa perché ci sono grassi cattivi (es: grassi trans, grassi animali allevati con mangimi, margarine, olii polinsaturi) che sono da evitare ma ci sono anche grassi buoni che sono fondamentali per il nostro organismo.

I grassi buoni hanno tre importanti funzioni:
- Formare le pareti cellulari
- Sono il combustibile da bruciare per produrre energia
- Partecipano alla formazione di diversi ormoni

My Omega Krill è studiato per fornire all’organismo i grassi buoni di cui ha bisogno, bilanciati nel modo giusto. C’è un rapporto ottimale per il corpo tra questi tre acidi grassi che purtroppo con l’alimentazione moderna viene scombinato. Ad esempio il rapporto ideale tra Omega 3 e 6 sarebbe di 1:1 ma è comune nelle persone trovare un rapporto di 1:16 o anche di più! Un valore troppo alto di Omega 6 porta il corpo ad essere infiammato e lo espone al rischio di malattie croniche.
Devi sapere che esistono degli Omega 6 pro-infiammatori e degli Omega 6 che regolano positivamente l’infiammazione e quindi sono benefici. E’ vero che la nostra dieta contiene troppi Omega 6. Questi sono però Omega 6 che provengono da cibi industrialmente processati e contengono grandi quantità di Omega 6 pro-infiammatori come l’acido arachidonico, l’homo-gamma-linolenico, acidi grassi trans e anche omega 6 benefici - come l’acido linoleico - che sono pero’ ossidati a cause delle alte temperature e processi industriali di preparazione.

Il My Omega Krill contiene tutti i grassi benefici e necessari a ripristinare il coretto bilanciamento dell'organismo degli acidi grassi essentiali. Al corpo umano servono sia Omega 6 che Omega 3 bilanciati fra loro per regolare e portare a termine i processi riparativi, produrre degli ormoni, costruire le membrane cellulari e dare energia. Questo è il motivo per cui è fondamentale avere un corretto rapporto tra gli Omega 3, 6 e 9 e l’integratore My Omega Krill ha esattamente la funzione di riportare il corpo ad avere un rapporto bilanciato tra questi tre acidi grassi così importanti.



VITAMAR 1000

Confezione da 100cps di olio di salmone selvaggio concentrato.

Una capsula contiene 1200mg Omega-3 etilesteri,
E-EPHA e E-DHA
.


Prezzo: € 55,00


Vitamar 1000 contiene olio di pesce pregiato superconcentrato da salmoni selvaggi (
salmo salar) che viaggiano dall’Oceano Atlantico per versarsi nei fiumi più incontaminati della Lapponia, situati ai confini finlandesi e norvegesi, i quali godono di un ecosistema inserito fra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Il 95% della Lapponia è protetta come parco nazionale o riserva naturale. Per questi motivi, la qualità dell’olio di salmo salar è probabilmente la migliore in tutta Europa.

Prodotto privo di lattosio, lieviti, dolcificanti e glutine.
Produzione finlandese.


Dosaggio: 1-2 capsule al giorno. Non raccomandato per le persone la cui coagulazione del sangue è diminuita per qualche motivo.


Ingredienti per 1cps:


Omega3 1020mg
E-EPA 600mg
E-DHA 300mg
Altri Acidi Grassi 120mg
Acetato di D-alfa-tocoferolo di cui Vitamina E 3,3mg
Capsula di gelatina e glicerolo (E422).

Info nutrizionali per 2cps:

Omega3 2040mg
E-EPA 1200mg
E-DHA 600mg
Altri Acidi Grassi 240mg
Acetato di D-alfa-tocoferolo di cui Vitamina E 6,6mg
Capsula di gelatina e glicerolo (E422).

Omega 3: un nutraceutico olistico




AlgOmega® NUOVA FORMULA
supporto neurologico, cardiocicolatorio e pediatrico utile anche in gravidanza
€ 29.00 (60 gellule)

AlgOmega® è un prodotto contenente due ingredienti esclusivi di sostegno nell'ambito neurologico e cardiocircolatorio: l'olio vegetale ricco in DHA (Martek DHA), titolato al 40%, e KLAMIN® estratto da microalghe Klamath (Aphanizomenon Flos Aquae), naturalmente contenente ficocianine e feniletilammina.

E' in grado di favorire la funzione cerebrale e il normale tono dell'umore, oltre a sostenere la regolare funzionalità dell'apparato cardiovascolare.



Il DHA è il metabolita finale del ciclo di trasformazione del’acido alfa-linolenico, ed è la forma di acido grasso Omega-3 maggiormente utilizzata dall’organismo per tutte le sue funzioni neurocerebrali e cardiocircolatorie.

Il vantaggio di questo
olio algale rispetto agli oli di pesce, oltre agli evidenti vantaggi di ordine ecologico, sta soprattutto nel fatto che la sua concentrazione di DHA è notevolmente superiore, perché gran parte degli Omega3 del pesce sono costituiti da EPA, che ha uno spettro di funzioni notevolmente più limitato rispetto al DHA ed è generalmente meno efficace.

Klamin®
aumenta l’azione del DHA sia grazie al suo contenuto di feniletilammina, molecola cerebrale in grado di attivare fondamentali neurotrasmettitori quali dopamina e serotonina, sia grazie al suo contenuto di ficocianine che, in quanto efficaci inibitori selettivi di COX-2, oltre che potenti antiossidanti, contribuiscono a proteggere efficacemente l’organismo, e in particolare fegato, cuore e cervello, dai sempre più comuni processi ossidativi e infiammatori.

AlgOmega® può favorire la diminuzione delle patologie cardiovascolari, prevenire la placca aterosclerotica, modificare la sensibilità all'insulina delle membrane cellulari (utile nel diabete), migliorare l'acutezza visiva.

Modalità d’uso: Per il normale uso integrativo e di mantenimento, 1 capsula al dì. In situazioni particolari: 2-3 capsule al dì.


Alla base di gran parte dei diturbi tipici dell'epoca attuale c'è l'enorme aumento da un lato dei processi infiammatori, dall'altro di quelli neurodegenerativi. In entrambi i casi gli acidi grassi Omega-3 hanno dimostrato di poter svolgere un ruolo importante.. .......>> clicca qui






LA CHIA (Salvia hispanica):
un nuovo seme dall’origini antiche

La chia (Salvia ispanica) è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Labiatae.

I semi sono molto piccoli, chiazzati di scuro con vergature che ricordano pressappoco “le uova di un dinosauro in miniatura”. La loro colorazione è prevalentemente grigia nelle varie tonalità, con una maggioranza di sementi scure rispetto alle chiare, quasi bianche.
Più raro è trovarle di un marrone vergato di nero.


Il chia, insieme all’amaranto, ai fagioli ed al mais, era la semenza base della dieta quotidiana delle popolazioni messicane, Azteche in particolare, e d’altre civiltà dell’America centrale come quelle dei Toltechi, Zapotechi o della più conosciuta Maya.

I semi di chia ad esempio erano considerati come la razione base di sopravvivenza dei guerrieri Aztechi.
Il chia anticamente fu usato come
medicina curativa da parte degli Aztechi, per alleviare gli stati generali di dolore, per stimolare la secrezione di saliva, per curare le irritazioni della pelle e per disinfettare occhi e ferite.

I ricercatori del Sud America, ritengono che i semi di chia, una volta ingeriti, sviluppano all’interno dell’intestino, un gel che si traduce in una barriera fisica fra i carboidrati e gli enzimi digestivi che li scompongono, ritardando così, la conversione degli stessi carboidrati in zucchero.

Questa
patina gelatinosa protegge anche il tessuto intestinale da un eventuale attacco batterico. Il beneficio diretto di questo gel è a chiaro appannaggio dei diabetici, ma le proprietà colloidali idrofile dei semi di chia aiutano anche la digestione di tutti gli alimenti.

Una qualità eccezionale di questa semenza, è la sua capacità idrofila, avendo la forza di assorbire fino 12 volte il relativo peso nell’acqua; pertanto, oltre a vantare proprietà d’idratazione prolungata, è utile anche per curare gli scompensi causati dal mancato equilibrio elettrolitico.

Il chia è usato anche in gravidanza, durante l’allattamento e la crescita dei bambini per le qualità benefiche riguardanti, lo sviluppo dei tessuti. A tal proposito è somministrato anche agli atleti per una buona rigenerazione dei muscoli.

Sempre i ricercatori delle università Sud Americane, sostengono che la salvia hispanica, sia ritardante nelle malattie connesse all’invecchiamento, nonché benefica per contrastare l’insorgenza del cancro, delle malattie cardiovascolari, delle cataratte, e soprattutto, ne riconoscono un’azione protettiva sul sistema immunitario.
Innegabile è il suo effetto equilibratore nei trigliceridi, con il conseguente beneficio sul colesterolo.

Questi ricercatori, pertanto, incoraggiano il consumo di chia nell’alimentazione giornaliera e così come noi abbiamo rivalutato la nostra dieta mediterranea, la stessa cosa stanno facendo nei paesi del centro America, sostenendo le diete Pre-Colombiane a base di chia.





Il principio sta nell’offrire un’opportunità per migliorare l’alimentazione umana consumando il chia.
Questo seme è, infatti, un’ottima fonte naturale di antiossidanti, fibra dietetica, mucillagini, proteine, minerali, vitamine (A in particolare) e soprattutto, si propone come fonte dei nobili acidi grassi polinsaturi essenziali: gli Omega 3., che grazie all’elevato contenuto d’acido alphalinolenico, sono necessari per la salute, rappresentando una risorsa naturale per il mantenimento dello stato di benessere e la prevenzione di numerose malattie.

Il chia risulta ricchissimo di Omega 3; ne contiene addirittura più dello stesso seme di lino e di quello presente nei pesci, confermandosi come la migliore fonte naturale di acidi grassi Omega 3..

Il confronto, per esempio, con gli antiossidanti contenuti nei semi di lino, è a chiaro appannaggio del chia perché presenta in buone quantità, acidi assenti nel lino come ad esempio: acido caffeico, acido clorogenico, miricetina, quercetina, mentre ben equilibrato è il confronto con gli amminoacidi dove spiccano lisina, prolina, serina, valina, arginino, e cistina. Eccezionale l’apporto di niacina e vitamina A (4300 IU) assente nel lino. Il chia possiede anche un tenore proteico elevato e più alto rispetto ad altri semi.

Dal chia si ricava una bevanda rinfrescante, saporita ed energetica.
Si narra che gli antichi guerrieri Atzechi sopportavano le fatiche della guerra per ventiquattrore, alimentandosi con un semplice cucchiaio pieno di chia. Una volta macinato, il seme può essere trasformato in pane, torte, biscotti, e tostato può accompagnare tranquillamente le miscele di cereali da usare nel latte, esaltando il sapore del miele. Arricchisce anche lo yogurt, le salse, le barre nutrizionali ed il brodo vegetale.

Le uova delle galline alimentate con il chia hanno un acido grasso simile a quello trovato nel latte umano. Sono ricche di Omega 3. insieme alle loro carni, è quindi indubbio l’alto valore nutritivo ed apprezzabile lo sforzo dei ricercatori nel miglioramento dei programmi per un più sano sviluppo alimentare. Questa somministrazione del chia arricchisce oltre ai prodotti menzionati, anche le carni di manzo, di maiale, nonché i loro derivati come prosciutto, latte, formaggio.

Il seme di Chia è un ottimo
multiminerale: basti pensare che contiene 2 volte il Potassio delle banane, 15 volte il Magnesio dei broccoli, 5 volte il Calcio del latte, 3 volte il Ferro degli spinaci, e poi contiene ancora altri oligolelementi molto importanti quali: manganese, zinco, fosforo e presenta poco sodio, quindi può essere consumato anche dai soggetti ipertesi.

Un altro aspetto nutrizionale da sottolineare è
il contenuto in antiossidanti di questi semi, cioè molecole che combattono i Radicali Liberi e lo Stress Ossidativo prevenendo le patologie cronico-degenerative soprattutto neuro-degenerative: 100 g di semi di chia hanno un ORAC=8.200
L’ORAC è l’unità di misura della capacità antiossidante di un alimento!
Ricordiamo che 100 g di prugne nere hanno 5440 ORAC , e 100 g di mirtilli circa 2400 ORAC.

I semi di Chia possono essere aggiunti così come sono o appena tostati alle insalate, al latte, allo yogurt, alle bevande, ai frullati, ai centrifugati.

Fonte: Articolo dott. Ivo Tiberio Ginevra
Pubblicato su Alcedo al N°21 anno 2005


INDICAZIONI SEMI DI CHIA

Non ingerire mai i semi di chia a secco, devono essere sempre accompagnati da un liquido perche’ essendo idrofili, potrebbero assorbire i vostri liquidi!
Non consumare piu’ di 25gr al giorno di Semi di chia, questa e’ la dose raccomandata perche’ sono ricchi di proprieta’ nutritive!
Nei vostri sughi, dolci, zuppe, creme utilizzate sempre il gel di chia perche’ e’ un ottimo addensante naturale privo di grassi!
E’ consigliabile all’inizio ingerire un cucchiaino di semi di chia in acqua o altro liquido preferito prima dei pasti principali, per poi aumentare a due cucchiaini nella settimana successiva!
Utilizzarlo nei prodotti da forno per un massimo del 5%!
Conservare il prodotto in un luogo asciutto e a temperatura ambiente!





CHIA SEMI
barattolo da 500 gr
Prezzo: € 15,00


CHIA SEMI confezione da 300 gr
Prezzo: € 8,00


Olio di CHIA 100 capsule da 500mg
Prezzo: € 26,00

Dotato di un profilo nutrizionale impressionante
, grandi quantità di acidi grassi omega-3, vitamina A, vitamina D e calcio, OLIO DI SEMI DI CHIA ha dimostrato di sostenere la salute del cuore, del sistema immunitario, dell'apparato digerente e delle articolazioni. OLIO DI SEMI DI CHIA offre una gamma di acidi grassi essenziali, quali: acido alfa linolenico, acido linoleico e acido oleico, per promuovere il funzionamento cellulare.

Modalità d'uso: 2/4 capsule al giorno

La Salvia Hispanica offre le applicazioni più diverse e per la sua densità nutrizionale, è utilizzata per:
sport ed attività fisica, popolazione anziana e l'invecchiamento, pasti On-the-Go, salute della donna, perdita di peso/Menagement, Anti-Aging/Wellness, salute dell'apparato digerente e del colon, vegetariana/Deficit Diete, celiaci, diabetici.
I semi di chia sono ritenuti in grado di svolgere un'azione di controllo del livello degli zuccheri nel sangue, contribuendo ad arginare l'aumento di peso. Sono inoltre considerati benefici a livello dell'apparato cardiovascolare per quanto riguarda la prevenzione delle malattie ad esso legate.


L'olio di semi di canapa contiene naturalmente omega 6 e omega 3 nel rapporto ottimale di 3:1, raccomandato dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, è facilmente assimilabile dall'organismo umano, la sua assunzione non ha controindicazioni.

L’impiego di questo olio si sta diffondendo sia come integratore alimentare che come coadiuvante delle terapie per patologie tra cui: tutte le malattie dell’apparato respiratorio ( asma, rinite, faringite, tracheite, otite,allergie respiratorie); artrosi; malattia fibrocistica del seno; eczema atopico,herpes, dermatiti; malattie degenerative del sistema immunitario; artrite reumatoide; sindrome premestruale, neuropatia diabetica.

E’ usato come coadiuvante anche nel trattamento dei sintomi della chemioterapia e radioterapia, nella terapia anti-aids e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. L’assunzione di olio di semi di canapa infatti riduce i livelli ematici di colesterolo non HDL e i livelli ematici dei trigliceridi, diminuisce il grado di aggregazione piastrinica, è cardioprotettiva dopo un danno al miocardio. L’olio di semi di canapa vene assunto anche come "vaccino nutrizionale", per aumentare le difese immunitarie e per questo combatte la depressione. L'olio vergine contiene importanti quantità di vitamina E, che gli dà il caratteristico colore verde.

Il seme di canapa è uno dei frutti oleiferi più preziosi dal punto di vista nutrizionale. Ciò è evidente dallo spettro degli acidi grassi presenti nell'olio di canapa: il 90 % è costituito da acidi grassi insaturi, di questi: circa l' 80% sono PUFA, acidi grassi polinsaturi, l' 11% sono monoinsaturi e il 9% sono saturi. Totale assenza di acidi grassi transaturi. È ricco di EFA, acidi grassi essenziali, tra cui gli Omega 6 (LA - acido linoleico e il raro GLA - acido gamma linolenico) e gli Omega 3 (ALA - acido alfa linolenico e SDA - acido stearidonico) nella giusta proporzione per favorire il ricambio cellulare e dei lipidi, e contribuire al mantenimento del sistema ormonale. Gli EFA non possono essere sintetizzati dal nostro corpo, quindi devono essere apportarti attraverso la nutrizione. Raramente gli Omega 3 sono presenti in così grandi proporzioni negli oli vegetali. È privo di colesterolo.



Olio di canapa Italiano ASSOCANAPA
Bottiglia da 250 ml Prezzo: € 15,00

Bottiglia da 500 ml Prezzo: € 27,00



L’olio di canapa e’ un alimento che si ricava per spremitura a freddo dei semi della pianta Cannabis sativa.

L’olio di canapa
rappresenta un rimedio basilare, cioè un alimento, che per sua natura può ottimizzare la risposta del sistema immunitario come prevenzione ma anche nella cura di patologie e disturbi che dipendono da squilibri nella omeostasi metabolica ed alterazioni funzionali del sistema immunitario.

L’olio di canapa può essere considerato un “vaccino” nutrizionale, nel senso che, ha tutti gli effetti di un alimento protettivo introducendolo quotidianamente nella dieta. L’olio di canapa ha un odore ed un sapore gradevole e può essere utilizzato per condire l’insalata, la pasta, il pesce, ed essere sostituito nell’ uso quotidiano agli altri oli di semi.



Olio vergine (non raffinato) ottenuto con spremitura a freddo, da varietà di seme italiane, a norma di legge.

Viene usato sia come condimento, soprattutto a crudo su insalate, carpacci di carne e verdure, formaggi (magari associato con seme di canapa decorticato), sia come integratore vero e proprio.






Semi di Canapa Sativa decorticati Bio 250 g
Prezzo: € 10,00

I semi di canapa sativa sono un alimento di qualità per un’alimentazione completa. Forniscono tutti gli aminoacidi essenziali e contengono acidi grassi polinsaturi di tipo Omega 3 ed Omega 6 in rapporto ottimale per l’alimentazione. I semi di canapa forniscono all’organismo anche preziosi minerali, vitamine e fibre.

I semi di canapa decorticati hanno un delicato sapore di noci. Possono essere aggiunti su qualsiasi piatto e sono adatti ad essere utilizzati per cucinare, come decorazione di piatti speciali, o anche come golosità da sgranocchiare. Tostati hanno un gusto più accentuato, nocciolato, che darà ai vostri cibi un gusto piacevole. NON scaldare al di sopra di 180C. Una volta aperta la confezione, conservare in frigorifero. Ha un elevato contenuto di proteine e di acidi grassi polinsaturi dal gusto molto gradevole soprattutto se tostato leggermente per circa un minuto facendo attenzione a non scaldarlo troppo altrimenti diventa amaro. Si consuma da solo o in aggiunta a pasta, minestre, insalate, formaggio,yogurth e gelati.




Valori nutrizionali per 100 g:

Valori Energia 2134 KJ/514 kCal
Proteine 30g
Carboidrati 15g
Zuccheri 1.7g
Grassi 41g
Acidi grassi saturi 4g
Trans 0g
Acidi grassi insaturi 37g
Acidi grassi polinsaturi 28.1g
Omega 6 21.2g
Omega 3 6.9g
Acidi grassi monoinsaturi (Omega 9) 8.9g
Fibre alimentari 9.3g
Cholesterolo 0g
Minerali
Calcio 61.67g
Ferro 3mg
Fosforo 1860mg
Magnesio 856.5mg
Sodio 4.46mg
Vitamina E 3.68 / 5.5 mg/IU (36.8% RDA*)





OLIO ESSENZIALE DI CANAPA 10 ml
Prezzo € 22,00


E' un eccellente fissatore di odori ed elemento apprezzato nella cosmesi naturale. Ha un profumo molto intenso. Mischiato ad altri oli viene usato per massaggi rilassanti, ammorbidisce la pelle secca e cicatrizza le ferite.

Nell’aromaterapia questo olio è utilizzato in quanto ha una azione calmante, rilassante, stimolante e riequilibrante.

Avvertenze: L’olio essenziale di Canapa è considerato sicuro, per cui non ci sono particolari precauzioni alle quali attenersi. E' importante ricordare che l'utilizzo improprio degli oli essenziali può essere dannoso, per cui vi consigliamo sempre una buona ricerca personale oppure di affidarvi ai consigli di un esperto.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.




ERBA DI CANAPA qualità CS 40 gr
con prevalenza di infiorescenze femminili
Prezzo: € 19,00


La canapa, grazie ai suoi principi nutritivi, aiuta il metabolismo e fortifica il sistema immunitario. L'Erba di Canapa contiene un "complesso di cannabinoidi" tra cui resine, acidi grassi, cere, proteine, colina, olii e decine di altri componenti. Alta concentrazione di antiossidanti e vitagenes. L'erba di Canapa si può impiegare nei cibi, nella preparazione di tisane, decotti, estratti, sciacqui, lavature, inalazioni e simili.
Prodotto privo di effetti psicotropi.
USO: 2 gr di Bio Erba in 200 ml di acqua; far bollire per 10 minuti.



POMATA TROMPETOL EXTRA 100ML
Prezzo: € 27,00


Indicata per dolori articolari e muscolari, infiammazione, ferite aperte, ustioni, ulcere varicose, aumentato contenuto di estratto di canapa.

Si tratta di una crema con estratti naturali di canapa, creata per dare sollievo ed alleviare i problemi della pelle, per il trattamento della pelle irritata, secca o danneggiata, molto efficace tanto da essere un eccellente prodotto alternativo o complementare ai prodotti farmaceutici per la protezione e la cura della pelle. Questa pomata è il primo prodotto cosmetico di classe 1 interamente prodotto ed autorizzato nella Repubblica Ceca. Per la sua fabbricazione sono utilizzati soltanto ingredienti naturali senza additivi chimici.


La Pomata Trompetol contiene una miscela di olio vergine di oliva e di olio di canapa biologico, unita ad estratto biologico di canapa ottenuto con un procedimento originale esclusivo. Essa contiene anche piccolissime quantità di oli essenziali di menta, limone e lavanda. L'agente veicolo è costituito da vaselina ad uso farmaceutico.

Il processo di fabbricazione originale, il procedimento di estrazione del principio attivo e la formula per la fabbricazione della pomata, uniti con le materie prime migliori utilizzate sono le ragioni principali per le quali la Pomata Trompetol è così efficace su un'ampia gamma di problemi della pelle.

Uso: 1-2 volte al giorno (anche più volte se necessario), applicare sulla parte dolorante, massaggiare leggermente e lasciare il più a lungo possibile in modo che si assorba. La pomata può essere utilizzata senza limiti di tempo. A causa dell'origine vegetale delle sostanze attive è possibile che, in casi assolutamente eccezionali, si manifesti in individui particolarmente sensibili una reazione allergica. In questo caso interrompere l'uso e contattare il proprio allergologo e il produttore. I nostri prodotti non sono testati sugli animali. Nella produzione non sono impiegati agenti chimici, conservanti, coloranti o aromi artificiali. La Pomata Trompetol grazie alle materie prime usate è estremamente stabile, non soggetta a deterioramento, non ha controindicazioni conosciute, e non provoca irritazioni.

Natural Vita D3 - Solgar

NATURAL VITA D3 è un recente lancio di Solgar Italia Multinutrient SpA.

E' un un integratore che fornisce
10 mcg di vitamina D3 naturale (400UI), ottenuta a partire da olio di fegato di pesce. Un dosaggio adatto a tutte le età, per il benessere dell'organismo dal bambino all'anziano.

Difficilmente si soddisfa il fabbisogno di vitamina D: i soggetti non esposti a luce solare in modo sufficiente, ad esempio per ragioni geografiche o perché permangono in ambienti chiusi per lunghi periodi di tempo, o che utilizzano creme solari ad elevato fattore protettivo, hanno bisogno di ricevere un'integrazione alimentare di vitamina D. Tra le diverse forme biochimiche di vitamina D presenti sul mercato, la vitamina D3 è la forma maggiormente attiva e perciò quella da preferire per integrare questo prezioso nutriente.

La vitamina D è nota come la
"vitamina del sole" in quanto direttamente sintetizzata dalla pelle in seguito ad esposizione solare. Questa vitamina è necessaria per l'assorbimento e l'utilizzazione di fosforo e calcio: tale suo ruolo fisiologico la rende fondamentale per la crescita , lo sviluppo e il mantenimento delle ossa e dei denti nei bambini e negli adulti. Carenze di vitamina D determinano infatti un maggior rischio di problematiche ossee e articolari: l'assunzione di vitamina D ha evidenziato in numerosi studi scientifici la capacità di contrastare la degradazione della cartilagine. Nell'anziano è frequente la carenza di vitamina D perché la produzione cutanea si riduce con l'età. La vitamina D è inoltre un ottimo supporto per le difese immunitarie e recentemente sono stati pubblicati numerosi studi che mettono in rilievo una serie di favorevoli risultati nelle allergie e nelle patologie atopiche.




Natural Vita D3 - Solgar - 100 perle
Vitamina D naturale da olio di fegato di pesce
400 UI (10 mcg) per perla.
Prezzo: € 12,00

Integratore alimentare a base di vitamina D naturale (vitamina D3 estratta da olio di fegato di pesce). La vitamina D viene sintetizzata a livello cutaneo in seguito a esposizione solare e la sua sintesi può ridursi in particolare durante i mesi invernali, quando invece l´esposizione diviene più modesta.

La vitamina D contribuisce al normale assorbimento e utilizzo del calcio e del fosforo, minerali utili per la funzionalità neuromuscolare e la mineralizzazione ossea. Contribuisce quindi al mantenimento di ossa e denti normali. La vitamina D inoltre concorre al fisiologico funzionamento del sistema immunitario e sostiene inoltre una regolare funzionalità muscolare.

Modo d'utilizzo: Deglutire 1 perla al giorno, con acqua, preferibilmente al pasto.

Cautele d'utilizzo:
la vitamina D non dovrebbe essere assunta in associazione alla digitale (per il rischio di aritmia), a diuretici tiazidici (per il rischio di ipercalcemia) o calcitonina (la vitamina D potrebbe ridurre l’effetto del farmaco).




LIQUID VITA D3
Vitamina D3 in gocce; bottiglietta da 56 ml.
Prezzo: € 20,00


Integratore alimentare a base di vitamina D naturale (vitamina D3). La vitamina D viene sintetizzata a livello cutaneo in seguito a esposizione solare e la sua sintesi può ridursi in particolare durante i mesi invernali, quando è modesta l'esposizione alla luce solare.

La vitamina D contribuisce al normale assorbimento e utilizzo del calcio e del fosforo, minerali utili per la funzionalità neuromuscolare e la mineralizzazione ossea. Contribuisce quindi al mantenimento di ossa e denti normali.

La vitamina D inoltre favorisce il fisiologico funzionamento del sistema immunitario e di una risposta infiammatoria corretta e sostiene la regolare funzionalità muscolare.

LIQUID VITA D3 è un integratore alimentare contenente Vitamina D3 liquida al gusto d'arancia. La pratica confezione in gocce permette di scegliere la quantità di vitamina D ideale per ogni singola esigenza.

LIQUID VITA D3 è un integratore adatto ai vegetariani.

Modo d'utilizzo: utilizzare 10 gocce (1000 UI) al giorno, preferibilmente al pasto.






NUTRIVA VEGAN D3 GOCCE 50 ml
Prezzo: € 19,50


Integratore alimentare utile in caso di aumentato fabbisogno di vitamina D. Favorisce il naturale benessere del tessuto osseo.

La vitamina D3 contenuta in Nutriva VEGAN D3 viene estratta da licheni coltivati in modo sostenibile direttamente nel loro sito di crescita per garantire la freschezza dell’olio. La vitamina D3 è utile per mantenere le ossa sane e forti, favorisce l’assorbimento del calcio e la sua deposizione. Inoltre, la vitamina D contribuisce a sostenere le naturali difese dell’organismo e il metabolismo ormonale.

Il prodotto è privo di zuccheri (solo nella versione liquida), sale, amido (solo nella versione liquida), latte e derivati, glutine, lievito, soia, coloranti e aromi artificiali, OGM. Adatto a Vegetariani e Vegani.

AVVERTENZE
Controindicato in soggetti con ipersensibilità accertata verso uno qualsiasi dei componenti. Una particolare attenzione va fatta in gravidanza e allattamento e/o in caso di terapia farmacologica.

MODALITÀ D’USO
Assumere 1 compressa masticabile al giorno.
Assumere 10 gocce al giorno preferibilmente al pasto.





La vitamina D non dovrebbe essere assunta in associazione alla digitale (per il rischio di aritmia), a diuretici tiazidici (per il rischio di ipercalcemia) o calcitonina (la vitamina D potrebbe ridurre l’effetto del farmaco).

La vitamina D è un importante nutriente necessario per la crescita, lo sviluppo e il mantenimento delle ossa e dei denti nei bambini e negli adulti.
Recentemente sono stati pubblicati numerosi studi che mettono in rilievo una serie di favorevoli risultati inaspettati in altri ambiti (allergie, patologie atopiche,..). Da una ricerca recente emerge che la vitamina D è essenziale anche per la protezione del cervello e dei tessuti.

Lo studio è stato condotto da Allan Butterfield del Markey Cancer Center e pubblicato sulla rivista Free Radical Biology and Medicine.
L'alimentazione povera di vitamina D per un periodo di 4-5 mesi ha dimostrato di esporre il cervello ad un danno da radicali liberi con conseguente riduzione delle funzioni cognitive. Butterfield ha sottolineato come un adeguato livello di vitamina D risulti necessario per prevenire il danno cerebrale dei radicali liberi e le conseguenze deleterie.

Bibl: Medicina Naturale n. 1 - Febbraio 2014 pag. 8

Vitamina D e diabete
Un incremento dell'apporto di vitamina D contrasta il rischio di insorgenza del diabete di tipo 2 secondo i risultati uno studio prospettico effettuato dai ricercatori dell'University Hospital Carlos Haya di Malaga.

Lo studio ha coinvolto 1226 persone, 961 delle quali hanno terminato il percorso. E' stato misurato il livello sanguigno della vitamina D e la tolleranza al glucosio all'inizio (1996-1998), durante (2002-2004) e al termine (2005-2007) dello studio.
I soggetti coinvolti appartenevano a una popolazione del sud Europa, con dieta mediterranea e particolarmente esposti al beneficio dell'irraggiamento solare, importante per la sintesi di vitamina D.
Il rischio di sviluppare diabete è risultato significativamente inferiore nei soggetti con livelli maggiori di vitamina D (tassi ematici > 18,5 ng/ml di hydroxyvitamin D): 12.4% vs 4.7% nei soggetti con tassi di hydroxyvitamin D >18.5 ng/mL. Non è stato registrato alcun caso di diabete nei soggetti che avevano tassi ematici > 30 ng/ml di hydroxyvitamin D.
Oltre a contrastare l'insorgenza del diabete, un adeguato apporto di vitamina D influenza anche la funzione delle cellule beta del pancreas, deputate al controllo e produzione dell'insulina.

Bibliografia: González-Molero I et al. 'Vitamin D
and incidence of diabetes: A prospective cohort study' Clin Nutr. 2011 Dec 26.


Vitamina D: un modo pratico per non farsela mai mancare (Consigliato da Eurosalus)


Era uno dei più classici tra i rimedi della nonna, ma non era affatto dolce come lei. E nemmeno come il miele, cui somigliava tanto. L'olio di fegato di merluzzo, più che un toccasana, sembrava uno strumento di tortura. Ma i suoi effetti erano ben altri: come il latte che si beveva a colazione, faceva decisamente bene a denti e ossa. Il suo segreto era la Vitamina D, di cui era ricchissimo.

A quel rimedio c'è ora un'alternativa, più comoda e anche più gustosa. Si tratta di Liquid Vita D3, integratore alimentare di vitamina D in forma liquida.

È confezionato in gocce, in modo da permettere di scegliere la quantità ideale per ogni esigenza; in più, non è derivato da carne animale, costituendo così una valida opzione anche per vegani e vegetariani. E, quanto al gusto, sa di arancia.
L'importanza della vitamina D è nota: dopotutto, da sempre ne si sente parlare come di «quella per le ossa». Contribuisce infatti ad assorbire e a utilizzare in modo normale elementi come Calcio e Fosforo, ed è quindi indispensabile ai bimbi per crescere e agli anziani per rinforzare la fragilità delle proprie ossa. Ma per ricevere il giusto apporto di vitamina D, anche volendo escludere il citato olio, una tazza di latte o un boccone di altri alimenti a buon contenuto di Calcio non bastano.

La fonte principale della vitamina è il sole, ed è proprio con l'esposizione ai suoi raggi che il nostro organismo riesce a produrla nel modo migliore. Tuttavia, le occasioni di essere «baciati» dalla luce solare non sono così numerose: al di là di stagioni quali autunno e inverno, anche primavera ed estate non offrono sempre la possibilità di un'opportuna esposizione quotidiana. Ecco perché può capitare che anche in questo periodo si debbano fronteggiare stati di malessere da stanchezza e raffreddamento.

La vitamina D è un elemento che, a riguardo, preserva il buon funzionamento del sistema immunitario, aiutando a superare quel malessere. E poi, anche in estate, l'uso di creme protettive - importanti per salvare la pelle da scottature e insolazioni - può non dare il giusto apporto di vitamina D.

I soggetti più esposti a questa carenza sono gli anziani, le persone di colore e i soggetti con problemi di obesità.
In questi ultimi, in particolare, la vitamina D tende ad accumularsi nell'area in cui l'accumulo di grasso è maggiore, e che di solito è nella cosiddetta «pancetta». Questa, insomma, si pappa tutta la vitamina D, lasciandone privo il resto del corpo.

Qualche goccia di Liquid Vita D3 è il modo ideale per colmare la carenza.


Importanza della Vitamina D per la qualità del sonno

Osservazioni cliniche suggeriscono che la vitamina D possa essere coinvolta nella qualità del sonno. Infatti diversi nuclei ipotalamici coinvolti nel meccanismo del sonno presentano un'elevata densità di recettori per la vitamina D. In uno studio clinico sull'integrazione di vitamina D in 1500 pazienti per un periodo di 2 anni, il mantenimento di livelli sierici di vitamina D in un intervallo di 60-80 ng/ml per molti mesi ha prodotto un sonno normale nella maggior parte dei pazienti indipendentemente dal tipo di disturbo del sonno, suggerendo che molti tipi di disordini del sonno possano avere la stessa eziologia.

In tutte le specie animali, gli ormoni steroidei svolgono azione di controllo sul sistema endocrino autonomo che inizia nel midollo spinale e si estende al midollo allungato, al ponte e ai nuclei ipotalamici. Questo sistema integrato autonomo-endocrino ha dimostrato di coordinare la funzione respiratoria, cardiovascolare, riproduttiva, metabolica e digestiva. Sembra che anche il sonno sia parte di questo sistema di coordinazione. La vitamina D, probabilmente uno dei più antichi ormoni steroidei, sembra svolgere un ruolo centrale in questo sistema, collegando la presenza del sole alla presenza o assenza di cibo e permettendo all'animale di modulare la propria attività, metabolismo, sonno e riproduzione in base alla latitudine e alla stagione.

La vitamina D agisce a questo livello grazie alla presenza di recettori su neuroni presenti nel cervello, specialmente nella substantia nigra, individuati attraverso metodi immunoistochimici.

Bibliografia: Gominak SG, WE Stupmf 'The worl epidemic of sleep disorders is linked to vitamin D deficiency




Sitografia

- Carenza di vitamina D associata alla colite ulcerosa. Clicca qui.
- Carenza di vitamina D e miglioramento del Crohn con supplementazione. Clicca qui.
- Aumento della vitamina D sull'espressione dei geni. Clicca qui.
- Un aumento dei livelli di vitamina D riduce il rischio di sclerosi multipla. Clicca qui.
- Alti livelli di vitamina D sono associati a una minore incidenza di sclerosi multipla. Clicca qui.
- Incidenza dei raggi UVB sull'aumento della vitamina D e conseguente miglioramento nella gestione di malattie come la sclerosi multipla, il diabete mellito e l'artrite reumatoide. Clicca qui.
- Sito internet del Dr. Holick dove troverete numerosi articoli che correlano la vitamina D alle malattie autoimmuni. Clicca qui.
- Punto della situazione tra carenza di vitamina D e malattie cardiovascolari. Clicca qui.
- Studio che correla bassi livelli di vitamina D con la malattia coronarica. Clicca qui.
- Vitamina D e incidenza sull'epatite B. Clicca qui.
- Ruolo dei recettori della vitamina D sull'integrità della barriera della mucosa intestinale. Clicca qui.




Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo. L'unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un'ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all'impiego per il sostegno dell'organismo in periodi particolarmente difficili.

Tutte le informazioni sull'utilizzo dei funghi sono tratte dal libro del Dott. Ivo Bianchi, MICOTERAPIA, i funghi medicinali nella pratica clinica, Palermo, Nuova Ipsa Editore, 2008, e dal sito dell' IMI (Istituto Micoterapico Internazionale), sia italiano che spagnolo: www.imispain.com


Il contenuto della sezione MICOTERAPIA, come pure tutti i contenuti presenti sul sito dell'erboristeria arcobaleno sono solo scopo informativo e non sono da utilizzare come mezzo per curare malattie. Sia l´editore che l´autore si astengono dal dispensare consigli medici, direttamente o indirettamente, nonchè dal prescrivere qualsiasi cura e non si assumono alcuna responsabilità nei confronti di coloro che scelgono di curarsi da soli senza il consenso del proprio medico.

Home Page | INFORMATIVA | Condìzioni di VENDITA | Novità | PROMOZIONI | Idee REGALO | Curiosità | Contatti | Dove siamo | Dicono di noi | | | Acqua | Acqua e Sale | Acqua e Sapone | ACNE e Impurità | Alcalinizzanti | Alimentari | Alga KLAMATH | Alghe marine | Aloe | Aminoacidi e Proteine | Animali | ANTIOSSIDANTI | Antizanzare | Ansia e Stress | AntiAge | Apparato Articolare | Apparato Circolatorio | Apparato Muscolare | Apparato Urinario | Antirughe | Arcobaleno BIMBI | Argan olio | Argento Oro... Colloidi | Aromaterapia | Attivatori energetici | Auricoloterapia | Ayurveda | Baobab | Biopan e Vitapan | BIOTTA succhi | CAISSE formula | Canapa | Candida | Capelli CURA | Capelli Professional | CAPELLI RICRESCITA | CELLFOOD | Cellulite | Cerotti LIFEWAVE | Colesterolo | Colostro | Cosmeceutica | Cura del corpo | Depurazione | Difese IMMUNITARIE | Disturbi INVERNALI | Digest | Dieta ZERO | Dolcificanti naturali | Enzimi | Erbario | Essenze DONNA | Essenze UOMO | Estratti SPAGIRICI | Fertilità | Floriterapia | Fosfatidilcolina | Gambe | Glicemia | GUAM Anticellulite | Gruppi sanguigni | Helix | Incensi | Infrared | Infiammazione | Karite' | Lei Sex | Lei SPM | LUI e LEI | Lui | Make-Up | MELATONINA | Memoria | Menopausa | Meristematici | Metabolomici | Micoplasmi | Micoterapia | MICROIDRINA | NONI | Nutraceutica | Oggettistica | OLI vegetali | Oligoelementi | Olivo | Omega 3-6-9 | PAPAYA | Prodotti DI LEO | Prodotti RE.NA.CO. | Propoli | Saponi Aleppocolors | Saponi Dr. Bronners | Semi di Pompelmo GSE | SOLARI | Sovrappeso e obesità | Stitichezza | Supporto oncologico | TEA TREE oil | Tè accessori | Tè e Infusi | Tè MACTHA | Tè TULSI | Termoterapia | Tiroide | Tisane TMG | Vitamine e Minerali | ZEOLITE | | | ACMOS | TAOPATCH | CLARK zapper | ENERGIA sottile | Tesla piastre | PIETRE e CRISTALLI | Diagnosi dal volto | Ritmi Circadiani | Intimo HITECH | Test della ballerina | Dr. Filippo Ongaro | Link Amici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu