Erboristeria Arcobaleno

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Succhi Biotta

Il nostro bene più prezioso è la salute. Vale la pena di prendersene dovutamente cura giorno per giorno: con gli squisiti succhi Biotta. Grazie all‘eccellente qualità delle materie prime e all‘accurata lavorazione, i succhi Biotta preservano tutta l‘intensità del sapore naturale nonché il tenore massimale di minerali e vitamine. I succhi Biotta, prodotti con dedizione e con metodi biologici, sono al 100% puri succhi naturali ottenuti per spremitura diretta. Godetevi Biotta Magia d‘inverno come regalo per il palato e per i sensi.



Rinvigorite la capacità di autodifesa del vostro organismo con i pregiati succhi Biotta, preparandovi così ad affrontare in modo ottimale i mesi invernali


Biotta, il pioniere svizzero dei succhi Bio.

Biotta è sinonimo di bio e quindi di qualità per i nostri pregiati prodotti. Per noi è fondamentale rispettare l’intero circuito biologico dalla coltivazione fino alla lavorazione ed alla produzione. Per potervi garantire questa qualità, abbiamo fatto certificare i nostri prodotti. Biotta soddisfa le seguenti norme:

Bio Suisse, www.biosuisse.ch

Marchio per la coltivazione biologica controllata. La società Biotta è certificata «Gemma». Ordinanza svizzera sull’agricoltura biologica, certificazione da parte di bio.inspecta,
Bio.inspecta controlla e certifica prodotti biologici secondo le prescrizioni dell’Ordinanza Svizzera sull’Agricoltura e le norme di Bio Suisse. Questa azienda è stata fondata per garantire controlli e certificazioni neutrali, indipendenti e credibili dei prodotti bio.

Certificato BRC dell’Associazione Svizzera per Sistemi di Qualità e di Management (SQS), www.sqs.ch
Il certificato britannico BRC gode di un’alta reputazione in materia di sicurezza alimentare e viene ormai richiesto in numerosi paesi europei. La certificazione secondo il BRC Food Standard è assicurata dall’Associazione Svizzera per Sistemi di Qualità e di Management (SQS). Questa controlla regolarmente la produzione, l’imbottigliamento e la distribuzione dei succhi Biotta.

Ordinanza bio UE, http://europa.eu
L’ordinanza bio CEE 2092/91 regola l’agricoltura ecologica dal 1992. Con queste norme che sono ora legge vincolante in tutti i paesi dell’Unione europea, vengono definite le esigenze minime relative alla produzione ed al controllo di prodotti biologici.

National Organic Program (NOP), www.ams.usda.gov/nop
Per vendere prodotti ecologici negli Stati Uniti, la merce e gli ingredienti di prodotti elaborati devono beneficiare d’una certificazione NOP ed essere contrassegnati con l’etichetta USDA del ministero statunitense dell’agricoltura. Le norme per l’ottenimento di questa certificazione sono vincolate a direttive molto rigorose e questa procedura viene considerata estremamente complessa. Il controllo e la certificazione vengono assicurati da bio-inspecta.

Certificazione Halal, www.halalcontrol.info
I prodotti ed i sistemi di produzione vengono controllati e certificati in modo indipendente secondo le regole alimentari islamiche (regole halal). HALAL CONTROL è un’istituzione di controllo e di certificazione indipendente ed accreditata per il controllo d’alimenti halal.

Japanese Agricolture Standard (JAS), www.maff.go.jp
JAS è il programma ecologico del ministero giapponese dell’agricoltura (MAFF) e contrassegna in Giappone prodotti provenienti dall’agricoltura biologica. Concretamente, ciò significa che l’uso di sostanze vietate viene proibito a qualsiasi livello dello sviluppo della pianta.


Produzione
"Freschezza totale - dai campi alla bottiglia."
È questa la massima in base alla quale vengono prodotti, con l’ausilio di tecnologie d’avanguardia, i pregiati succhi di qualità.

Per non incidere negativamente sull’impatto ambientale, la verdura viene coltivata e lavorata per la maggior parte a Tägerwilen e dintorni. Coltivazione e raccolto di verdure e frutta

La qualità della verdura e della frutta è decisiva per la qualità e la bontà intrinseca dei succhi. Solo da materie prime impeccabili si possono ricavare succhi ineccepibili.

Biotta contiene puri ingredienti naturali e promuove la forza, la salute, la vitalità e il benessere .

Biotta è puramente biologico al 100%
Biotta contiene 100% di succo direttamente spremuto e non diluito.
Biotta non contiene additivi artificiali
Biotta è senza zucchero aggiunto
Biotta è contenuto in bottiglie di vetro resistenti
Biotta è pronto da bere
Biotta rappresenta i più alti standard di qualità
Biotta è il piacere di bere naturale
Biotta si basa sull'agricoltura svizzera locale
Biotta usa solo succo diretto da agricoltura biologica per produrre prodotti di altissima qualità
Biotta promuove la salute e la vitalità, fornisce un gusto naturale e genuino

La produzione dei succhi

L’obiettivo è la produzione di succhi di elevata qualità, genuini e saporiti, come quelli spremuti in casa. I metodi di produzione hanno un influsso diretto sulla qualità dei succhi. Fondamentalmente, riducendo le fasi di lavorazione si aumenta lo standard qualitativo. Per tale motivo il processo di lavorazione viene costantemente sviluppato, con la conseguente adozione degli impianti più moderni. Dopo un intenso lavaggio e minuziosi controlli, la verdura viene macinata.


Quindi si ricava il succo con l’impiego di presse ad alta performance. Naturalmente i residui non utilizzabili per i succhi vengono recuperati e destinati al foraggiamento biologico.


Imbottigliamento

Dopo la pressatura, il succo viene convogliato nella cantina di raccolta, dove viene analizzato, controllato e miscelato in base alla composizione dei prodotti. Solo dopo un ultimo, rigoroso controllo della qualità si procede all’imbottigliamento e alla tappatura a vite nelle tipiche bottiglie Biotta, note in tutto il mondo. Seguono l’etichettatura, l’incartonamento, la pallettizzazione e quindi il trasporto a magazzino.


Magazzinaggio e spedizione
In base al principio "freschezza totale - dai campi alla bottiglia" ”, i succhi di verdura vengono imbottigliati in autunno e richiedono un’enorme capacità di magazzino.

I succhi Biotta vengono esportati in più di 40 paesi.

Pertanto potete gustare l’autentica qualità Biotta non soltanto in Svizzera, bensì in molte altre parti del mondo, come per esempio in Australia, in Taiwan, negli USA ecc.


La qualità dei succhi di frutta e di verdura


C’è succo e succo!!!!

La qualità della frutta e della verdura è determinante per la qualità e per il valore intrinseco dei succhi. Non è possibile ottenere dei succhi pregiati da materie prime scadenti.
Processo di produzione e di conservabilità

Il processo di produzione ha un influsso diretto sulla qualità dei succhi. Fondamentalmente, un numero limitato di fasi di produzione e temperature di lavorazione possibilmente basse consentono il potenziamento dello standard qualitativo.

Qui di seguito sono menzionati i più importanti processi di produzione e di conservabilità.

Succo di frutta 100% (ODA 231.1 frutta, ODA 257.1 verdura)
Succo ricavato da frutta e/o verdura sana e matura che preserva le tipiche caratteristiche organolettiche e sensoriali del prodotto dal quale deriva.

Freschezza totale – dai campi alla bottiglia
Dopo la pressatura, la maggior parte dei succhi di verdura viene immagazzinata in cisterne per poi essere imbottigliati all’occorrenza. I succhi devono essere quindi riscaldati più volte con conseguenti perdite di qualità. Il metodo più accurato per preservare la qualità consiste nell’imbottigliamento diretto dopo la spremitura.


Succo ricavato da concentrati (ODA 231.2 frutta, ODA 257.2 verdura)

Succo ottenuto mediante diluizione con acqua potabile dei relativi concentrati di frutta o di verdura.

Additivi sintetici
Molti succhi contengono l’aggiunta di additivi sintetici (p.e. conservanti, vitamine ecc.). In un prodotto naturale non c’è spazio per questo tipo di sostanze. Nei succhi biologici l’aggiunta di additivi è severamente proibita.

Temperature di lavorazione
Anche le temperature di lavorazione hanno un grande influsso sulla qualità dei succhi.

Pastorizzazione (ODA 13.b)
Le derrate alimentari sono considerate pastorizzate se sono state riscaldate ad almeno 63° C e mantenute a tale temperatura o a temperature più elevate fino a che siano stati eliminati tutti i germi patogeni vegetativi.


Sterilizzazione (ODA 13.e)
Le derrate alimentari sono considerate sterilizzate se sono state sottoposte a un procedimento che eviti alterazioni microbiologiche o enzimatiche in condizioni normali di deposito. Nel procedimento termico le temperature variano, a seconda del prodotto, fra i 120° e i 135” C.

Riscaldamento UHT (ODA 13.d)
Sono considerate derrate alimentari UHT (Ultra High Temperature)quelle riscaldate per alcuni secondi a temperatura ultra fra i 135 e i155° C.




Il succo di frutta fa bene come il frutto vero
Pubblicato da http://salute.pourfemme.it/articolo

I succhi di frutta fanno bene alla salute?

Se sono al 100%, si
, come il frutto vero e proprio da cui sono ricavati. A sostenerlo, è una ricerca dell’University of California di Davis, negli USA, diretta dalla dottoressa Dianne Hyson e pubblicata all’Eperimental Biology 2011 in corso in questi giorni a Washington DC.

Infatti, i succhi di frutta aiuterebbero a prevenire le malattie cardiovascolari, i tumori e i problemi cognitivi. L’intento dei ricercatori, è stato quello di fare chiarezza una volta per tutta sulla bontà vera o presunta dei succhi di frutta, che da sempre attirano pareri discordanti.

La dottoressa Hyson e colleghi, infatti, sono partiti da una costatazione molto semplice: i benefici che derivano dal consumo di frutta e verdura, oramai, sono stati ampiamente dimostrati e mettono d’accordo tutti, cosa che invece non accade per i succhi, da cui tuttavia sono ricavati. Perciò, gli esperti hanno passato in rassegna 60 studi di genere, condotti a partire dal 2005 sino ad oggi, a caccia di informazioni che potessero “nobilitare” queste bevande.
Il team di studiosi, ha osservato le diverse potenzialità del succo, dall’effetto contro le infezioni delle vie urinarie del mirtillo ai benefici a livello cognitivo derivanti dal succo di mela.
Secondo gli esperti, i succhi di frutta al 100% conservano importanti componenti bioattivi utili per la salute e per la prevenzione delle malattie.

Gli studiosi, consigliano di assumere, oltre ai succhi di mela e di mirtillo, anche quello di melograno, che difende dal cancro alla prostata, quello di arancio e pompelmo, che aiuta a combattere i tumori dell’apparato respiratorio e digestivo, e quello d’uva, che è in grado di stimolare la memoria.

Ogni bottiglia di succo di frutta Biotta è una piccola porzione di natura dal mondo e una manciata di gioia di vivere.



Breuss

Prodotto secondo la ricetta originale di Rudolf Breuss.

Confezione da 6 bottiglie 500 ml
Prezzo: € 30,00


In collaborazione con il celebre naturopata austriaco Rudolf Breuss, Biotta ha elaborato il Succo di verdure Breuss, che viene ancora oggi prodotto secondo la ricetta originale.
Biotta dispone a livello internazionale dei diritti di marchio della miscela di succhi di verdura Breuss.

Il Succo Biotta Breuss è una miscela equilibrata di preziosi succhi di verdure particolarmente idonea per le cure a base di succhi. Grazie alla sua speciale composizione, questo succo fornisce al corpo tutte le sostanze vitali necessarie durante una dieta.

La miscela originale ideata dal Dr. Breuss permette di sostenere un digiuno depurativo o curativo (in caso di malattie cancerose). La cura prevede l’assunzione da 1 a 6 settimane, sotto controllo medico, del succo Breuss e di infusioni di erbe, escludendo cibi solidi.

Succo a base di verdure bio raccolte e spremute ancora fresche come barbabietola, carote, sedano, patate e rafano.


Il naturalista austriaco, Rudolf Breuss, ha sviluppato questa formula composta da succo di barbabietole, carote, sedano rapa, ravanello, e le patate in rapporti specifici, per fornire un equilibrio di elementi di base necessari per il nutrimento del corpo. In combinazione con la formula di succo, Breuss consiglia tisane varie per migliorare i suoi effetti depurativi.

Il succo Breuss:

  • fornisce sostanze essenziali e oligoelementi
  • sostiene il processo di digiuno e un programma sano di perdita di peso
  • depura il corpo intero
  • ha effetti rivitalizzanti
  • utile per il sostegno delle articolazioni sane


Analisi - 100 ml contengono in media:
Valore energetico 162 kJ (39 kcal)
Proteine 0.9 g
Carboidrati 8.3 g
Grassi < 0.5 g

Approfondimento: il caso BREUSS


Il succo di mirtillo è un grande toccasana per la salute: se il succo di mirtillo rosso (cranberry) è indicato per le infezioni urinarie, come battericida e antinfiammatorio, (particolarmente utile nei casi di cistite frequente: in questo caso lo si trova in pillole come estratto secco), il succo di mirtillo nero, ha un potente effetto diuretico e protettivo delle vie urinarie, è benefico per la salute del sistema cardiovascolare, in particolar modo del sistema venoso, e della retina.

Il succo di mirtillo fresco, ricco di vitamina A, C e antociani: queste ultime sono delle sostanze che troviamo nelle arance tarocco (quelle dal succo rosso scuro), nei mirtilli neri, nei frutti rossi, nel radicchio e nell'uva, e hanno un'azione anticancerogena e protettiva e antiossidante contro i radicali liberi. Ma non finisce qui.

Il succo di mirtillo è infatti protagonista di un'ulteriore scoperta che riguarda proprio gli antociani: sembra infatti che studi su animali hanno dimostrato che gli antociani presenti nei mirtilli migliorano la memoria, nella facoltà in cui questa si libera del glucosio. Nello studio sul campione umano, i ricercatori hanno esaminato gli effetti del consumo di succo di mirtillo selvatico sul declino della memoria di nove adulti tra i 70 anni che hanno incontrato problemi di memoria relativi all'età, come mancanza di concentrazione e dimenticanze improvvise ( i classici vuoti).

I partecipanti hanno bevuto circa due tazze e mezzo al giorno di succo di mirtillo fresco per 12 settimane, mentre un altro gruppo ha bevuto del succo di frutta misto a effetto placebo.

Successivamente i ricercatori hanno condotto dei test di memoria sul campione, con il risultato che quanti bevevano il succo di mirtillo (e non il placebo) hanno mostrato un miglioramento significativo nell'apprendimento e una buona risposta ai test di memoria. Altre tendenze emerse dal consumo di succo di mirtillo sono state una riduzione dei sintomi della depressione e dei livelli di glucosio nel sangue.

Il succo di mirtillo che ci può far bene è quello concentrato, che in genere si può diluire in acqua e bere al mattino e alla sera in due soluzioni. Spesso nei supemercati si trova l'indicazione di succo di mirtillo per bevande che sono solo alla base di mirtilli, con una presenza di purea di mirtilli del 15% circa o meno. Il resto è acqua, zucchero e succo di mela.

Ecco perché se si vuole acquistare del succo di mirtillo è importante leggere bene le etichette, tenendo presente che il succo di mirtillo concentrato ha un prezzo piuttosto elevato.



Succo Mirtilli Rossi
Bottiglia da 500 ml.
Confezione da 6 bottiglie.
Prezzo: € 40.00


Biotta Mirtilli Rossi Plus deve il suo inconfondibile sapore ai mirtilli rossi selvatici (Vaccinium vitis-idaea) maturati al sole.

Il succo di questi mirtilli rossi vanta un
elevato contenuto di tannino naturale noto per le sue proprietà benefiche per la vescica. Per il 40% delle donne dai 40 anni in poi, ma anche per molti uomini, un ottimo motivo per bere regolarmente Biotta Mirtilli Rossi Plus.

Biotta Mirtilli Rossi Plus è stato sviluppato in collaborazione con il Centro urologico dell‘Ospedale cantonale turgoviese di Frauenfeld.


Il succo di mirtilli rossi ha per natura un gusto molto intenso e acidulo.

Biotta Mirtilli Rossi Plus pronto al consumo contiene pertanto – oltre al 30% di succo di mirtilli rossi e al 17% di concentrato biologico di agave - anche tè di foglie di betulla che supporta l‘azione dei mirtilli rossi.




IL SUCCO DI MIRTILLO ROSSO AMERICANO PUÒ AIUTARE LE DONNE CON INFEZIONI RICORRENTI DELLE VIE URINARIE

(Jepson RG et al. Cranberries for preventing urinary tract infections. Cochrane Database of Systematic Reviews 2008, Issue 1)
Fonte: http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/751

Ci sono alcune evidenze che il succo di mirtillo rosso americano (cranberry) diminuisce il numero di volte in cui le persone constatano di avere un'infezione delle prime vie urinarie (UVI): questo è quanto emerge da una recente revisione Cochrane. Queste conclusioni sono valide, in particolar modo, per le persone che presentano infezioni ricorrenti.

Le infezioni delle vie urinarie sono uno dei motivi più frequenti per cui si ricorre all'assistenza sanitaria di tipo ambulatoriale negli USA. Sempre in questo Paese, i ricoveri ospedalieri dovuti a questo tipo di disturbi sono più di un milione all'anno.

Il mirtillo rosso, specialmente sotto forma di succo, è utilizzato da diversi decenni per prevenire o per trattare le UVI. Il suo meccanismo di azione non è però del tutto chiaro. L'ipotesi più accreditata è che impedisca ai batteri patogeni(come l'escherichia coli) di aderire alla mucosa delle vie urinarie, evitando così lo sviluppo dell'infezione.
Un team di ricercatori Cochrane ha cercato di stabilire se ci fossero prove a supporto dell'efficacia del mirtillo esaminando i risultati di dieci diversi studi clinici. Questi studi, che nel complesso coinvolgevano 1.049 persone, confrontavano gli effetti di diverse preparazioni di mirtillo rosso contro il placebo o contro l'acqua.

I revisori hanno potuto concludere che ci sono alcune evidenze che il mirtillo, in succo o in capsule, previene le infezioni ricorrenti nelle donne. Non ci sono prove, invece, che sia di beneficio per i pazienti anziani (sia uomini sia donne) o cateterizzati.

«E'importante notare che, in questi studi, molti dei partecipanti hanno smesso di bere il succo. Ciò suggerisce che o questo non soddisfa il gusto di tutti, o che berne due bicchieri al giorno, come consigliato, è troppo gravoso», dice il ricercatore Ruth Jepson del Dipartimento di of Nursing and Midwifery, dell' Università di Stirling in Gran Bretagna.
«Rimane da stabilire quanto succo bisogna bere per ottenere dei benefici e quanto tempo ci vuole perché cominci a fare effetto,» dice Jepson.

Un altro studio clinico ha valutato l'effetto del succo di mirtillo americano (cranberry) sulle infezioni sia sintomatiche sia non sintomatiche in 188 donne in gravidanza.

Esse erano divise in tre gruppi. Il primo assumeva succo di cranberry due volte al giorno, il secondo succo di cranberry al mattino e placebo al pomeriggio e il terzo solo placebo per 6 mesi.

In questo periodo sono stati registrati 27 episodi infettivi urinari, dei quali 6 si verificavano nel gruppo 1, 10 nel gruppo 2 e 11 nel gruppo 3. Nel gruppo 1 vi era una riduzione del 57% nell'incidenza delle infezioni urinarie asintomatiche e del 41% di quelle sintomatiche. Il 38,8% dei soggetti ha dichiarato di aver avuto lievi disturbi gastrointestinali di vario tipo durante il trattamento.

Lo studio indica che il succo di cranberry può ostacolare l'insorgenza delle infezioni urinarie nella donna in gravidanza senza causare alcun tipo di tossicità.

Fonte:
Wing D.A. et al. L'effetto del consumo giornaliero di succo di cranberry (mirtillo americano) nella prevenzione delle infezioni sintomatiche e non sintomatiche delle vie urinarie nella donna in gravidanza. J Urol. 180(4):1367-72, 2008.

E provato che le molecole presenti nel mirtillo rosso modificherebbero l'adesione del batterio Eschericha Coli (principale causa delle cistiti) e diminuirebbe così il numero e la frequenza delle infezioni urinarie

Pubblicazioni su prestigiose riviste scientifiche internazionali attribuiscono al Cranberry svariate proprietà benefiche nella prevenzione e nella cura delle seguenti patologie:
infezione delle vie urinarie, osteoporosi, carenza di antiossidanti e cardiopatie, solo per citarne alcune.

Il succo di Cranberry, bevuto regolarmente, rappresenta un`ottima alternativa per contrastare in modo semplice e gustoso i rischi di osteoporosi, proprio perché naturalmente ricco di calcio.
E` ampiamente documentato che i tannini condensati contenuti nel Cranberry inibiscono l`azione dei batteri letteralmente avvolgendoli. E` stato possibile fare anche una valutazione quantitativa del Cranberry necessario per rendere efficace questo tipo di azione:
nelle persone più anziane un consumo giornaliero di circa 30cl di succo, riduce significativamente l`incidenza dell`infezione alle vie urinarie.
Il Cranberry contiene alte concentrazioni di antiossidanti, grazie alla forte presenza di Vitamina C. Una sua assunzione regolare, quindi, risulta in un valido aiuto nella prevenzione di varie patologie. Il Cranberry, grazie all`alto contenuto di fibre (4,46 grammi di fibre ogni 100 grammi) combatte le degenerazioni arteriose, quali cumuli di cellule, grassi e colesterolo, ritenute tra i principaliresponsabili di infarti e arresti cardiaci.


Succo di Mirtilli Neri di Bosco
Bottiglia da 500 ml Confezione da 6 bottiglie
Prezzo: € 57,00

I mirtilli neri possono influire positivamente sui vasi sanguigni.

Questa squisita e popolare bacca di bosco raccoglie i più alti elogi: i mirtilli neri di bosco sono ricchi di preziose sostanze vitali e contengono mirtillina, acido tannico naturale nonché fruttosio delle bacche. Nelle opere dedicate alle erbe medicinali si fa spesso cenno al fatto che essi esercitino un effetto positivo sulla funzione dei vasi sanguigni e che aiutino in caso di diarrea.

Succo a base di mirtilli neri di bosco selvaggi certificati bio, raccolti a mano. Per arrotondare il sapore, il Succo di mirtilli neri di bosco Biotta contiene un estratto di tè di melissa che conferisce al prodotto una gradevole freschezza.

Il mirtillo nero è un frutto di bosco della famiglia dei mirtilli, di colore blu scuro, presente principalmente alle latitudini settentrionali. Le bacche del mirtillo nero sono diventate famose per le loro proprietà terapeutiche, infatti rafforzano la retina migliorando la vista e inoltre riducono efficacemente i livelli di zuccheri nel sangue prevenendo e/o curando il diabete. I bioflavonidi contenuti nei mirtilli li rendono superattivi. I flavonidi antociani in essi contenuti sottoforma di colorante, vengono assorbiti rapidamente dalle cellule del cervello e hanno un effetto diretto sulla vista e sulla memoria, migliorando la prontezza intellettuale e acutizzando la vista.

Inoltre è da ricordare che i mirtilli neri hanno la stessa proprietà dei mirtilli rossi per quanto riguarda la capacità di pulire i reni dai germi, svolgendo la loro azione di antibiotico naturale. Importante sapere che i mirtilli neri sono ricchi di antiossidanti che li rendono, efficaci, agenti antitumorali. I mirtilli sono uno dei dieci prodotti leader che hanno la proprietà di prolungare la vita delle cellule
ritardando l’invecchiamento.

Il succo di mirtilli è un
elisir per la memoria soprattutto per quella degli anziani, secondo una ricerca condotta dall’università di Cincinnati, in collaborazione con i ministeri dell’agricoltura statunitense e canadese e poi pubblicata sulla rivista scientifica ‘Journal of Agricultural and Food Chemistry’ ha spiegato che bere due tazze di succo di mirtilli al giorno ha migliorato sensibilmente la memoria di tanti nonni arzilli che non ne volevano proprio sapere di dimenticarsi le cose da fare. E’ sempre ottimo quando si scoprono queste cose di facile applicazione, in fondo bere due bicchieri di succo di mirtilli non costa nulla e per giunta è buonissimo.

La ricerca è stata condotta su tante persone anziane che mostravano segni di perdita di memoria precoce, questo gruppo di volontari è stato diviso in due gruppi, ad uno è stato prescritto una dieta in cui erano previsti due bicchieri di succo mirtilli a colazione tutti i giorni, all’altro gruppo è stato dato succo di frutta non di mirtilli.
Questi volontari sono stati sottoposti ai test di memoria prima e dopo la dieta, nei primi la situazione è migliorata moltissimo, nei secondi invece lo stato della memoria si era mantenuto stazionario.
Gli autori della ricerca, coordinati da Robert Krikorian, hanno spiegato che questi dati erano già stati notati sugli animali.


Le bacche del Mirtillo Nero contegono gli antocianosidi, preziosi principi attivi costanti oggetto di studio, dei quali finora sono stati isolati ben 15 tipi diversi; i più importanti sono i glicosidi di delfinidina, cianidina, petunidina e malvidina. Gli antocianosidi rinforzano il tessuto connettivo che sostiene i vasi sanguigni, migliorondone così l'elasticità, hanno azione antiemorragica e di protezione dei danni da radicali liberi e da eccesso di lipidi nel sangue: ne conseguono effetti di aumento della tonicità delle vene, diminuzione della permeabilità capillare e prevenzione delle microemorragie, particolarmente pericolose a livello dell'irrorazione della retina. L'altra importante funzione di queste molecole è quella di intervenire sui meccanismi della visione: esse sono in grado di aumentare la velocità di rigenerazione della porpora retinica, con effetto di miglioramento della capacità visiva, specie notturna. Le bacche del Mirtillo Nero sono quindi validi coadiuvanti per problemi di circolazione venosa, di teleangectosie (dilatazioni dei vasi cutanei, evidenti soprattutto a livello degli inferiori, denominate impropriamente "capillari"), couperose ed emorroidi, anche per chi ne soffre in gravidanza o dopo il parto e nella prevenzione e trattamento dei disturbi della vista di qualsiasi origine. L' estratto di Mirtillo é considerato un naturale nutrimento per gli occhi. Viene spesso consigliato per disturbi visivi generici, nelle difficoltà di adattamento a condizioni di scarsa luce.

Proprietà del mirtillo: aiuta a tenere il colesterolo sotto controllo
Tantissime sono le proprietà del mirtillo, confermate sempre più spesso dalle numerose ricerche scientifiche. Un nuovo studio rivela un’altra proprietà che caratterizzerebbe questo frutto, tra in più gustosi. Secondo la recente ricerca, portata a termine da un chimico statunitense,
il mirtillo avrebbe un ruolo fondamentale nel controllo dei livelli di colesterolo cattivo nel sangue, in altri termini i mirtilli sarebbero un vero e proprio toccasana per limitare l’accumulo di pericoloso colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni. La ricerca ha evidenziato che le sostanze antiossidanti e attive contenute nei mirtilli agiscono sull’attività del fegato nel trattare il colesterolo e lo aiuta a sbarazzarsi dei livelli eccessivi.

I livelli di colesterolo ‘molto cattivo’, detto VLDL, si era addirittura ridotto del 44 per cento nel gruppo di criceti che avevano assunto i mirtilli. Secondo il ricercatore statunitense ‘I risultati dell’analisi suggeriscono che l’attività di alcuni geni che producono o usano il colesterolo sono i responsabili dell’abbassamento dei livelli plasmatici. Per quanto ne sappiamo si tratta del primo studio a spiegare gli effetti anti-colesterolo osservati nei criceti alimentati con bucce di mirtillo o con i polifenoli estratti da queste bucce’.

Insomma, la ricerca sull’azione dei mirtilli nel deposito del colesterolo, è pioniera e per ora è stata condotta sui criceti, ma comunque le potenzialità del frutto sono buone e in parte già confermate. Si immagina cioè che possano essere molto simili anche sull’uomo. La ricerca è stata pubblicata anche sul Journal of Agricultural and Food Chemistry e lo stesso chimico, il dottor Wallace H. Yokoyama, ha sottolineato il fatto che la ricerca andrà confermata da altri studi in materia. In ogni caso è un motivo in più per portare a tavola i mirtilli, dalle tantissime proprietà benefiche e ricchissimi di antiossidanti. Un vero e proprio pieno di gusto e salute che vale ancora di più nella bella stagione!
(fonte: http://donna.tuttogratis.it)

Possiamo riepilogare le caratteristiche :
- rinforza i vasi sanguigni
- aiuta il microcircolo sanguigno, in particola modo l’irrorazione della retina
- miglioramento della capacità visiva, specie notturna
- naturale nutrimento per gli occhi. Viene spesso consigliato per disturbi visivi generici, nelle difficoltà di adattamento a condizioni di scarsa luce





Succo di Melagrana
Bottiglia da 500 ml.
Confezione da 6 bottiglie.
Prezzo:
€ 36,00


Sentitevi come in paradiso: la melagrana è una piacevolissima bevanda alla frutta pronta al consumo con un alto contenuto di preziosi intorbidanti naturali. Ma la melagrana non convince solo per il suo squisito sapore, bensì anche per i suoi molteplici effetti positivi sulla salute. Non per caso nella mitologia greca la melagrana era soprannominata «il frutto della vita».

Ricche di antiossidanti, le melagrane apportano un contributo essenziale alla preservazione e alla funzionalità delle cellule. Affinché la bellezza provenga anche dall‘interno.

Biotta Melagrana contiene il prezioso succo di melagrana ed è insaporito con tè bianco, concentrato di agave, purea di pere e succo di aronia.

Legata ad affascinanti tradizioni e leggende, oggi rivela un importante ruolo anti-invecchiamento.
Ha dato il nome alla città di Granada ed è da sempre considerato il frutto della fertilità. Si pensi solo al fatto che alcune popolazioni usano lanciare a terra il frutto per spaccarlo e contare poi i chicchi caduti che corrisponderebbero al numero dei figli. Di antica tradizione, la melagrana traduce diverse leggende come quella che la vede protagonista già nell’antica Grecia, dove era considerata sacra perché cara a Giunone (moglie di Giove) e a Venere (dea dell’amore).

Per gli asiatici, invece, il frutto aperto è sinonimo di abbondanza e buon augurio. Per non parlare poi, di alcuni pittori del XV e XVI secolo che, nelle loro raffigurazioni di Gesù Bambino, spesso usavano mettere nella sua mano un melagrano alludendo alla nuova vita dataci da Gesù stesso. Le giovani spose romane, poi, usavano legarsi i capelli con un ramo di melagrana per favorire la nascita di bambini. Come si vede sono molte le popolazioni che si sono lasciate e si lasciano ancora sedurre dai suoi chicchi, che giunti a maturazione sono di un accattivante color rubino.

E noi, ai giorni nostri, siamo sicuri di conoscere davvero a fondo questa pianta, dall’importante portamento cespuglioso?
Punicum Granatum L. è il suo nome scientifico, fa parte della famiglia delle Punicacee ed è originaria dell’Africa settentrionale e dei monti Caucasici, ma è diffusa anche nei paesi del bacino Mediterraneo. Spesso usata per scopi ornamentali come quello di arricchire balconi e terrazzi, il melagrano ha tutti i motivi per pretendere maggiore considerazione. Ottimo ricostituente in ogni stagione, è particolarmente adatto durante i mesi in cui l’esposizione al sole è più frequente. Arriva la bella stagione, le giornate si allungano e stando di più all’aperto, siamo più esposti ai raggi solari che possono procurare danni come l’invecchiamento precoce. La cura c’è, mangiare, anche più volte al giorno i chicchi di questo frutto o, berne il suo succo, può portare notevoli vantaggi. I suoi frutti, infatti, sono ricchi di sostanze fenoliche e in particolare posseggono notevoli quantità di acido ellagico, principale antagonista dell’invecchiamento. Ma non solo, nel frutto sono contenuti molti sali minerali tra cui calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, rame e zolfo che lo rendono molto efficace anche nel contrastare l’azione dei radicali liberi. Si è infatti scoperto, da un recente studio, che il suo potere antiossidante è paragonabile a quello del tè verde e superiore a quello del vino rosso.

Assumere costantemente il succo di melagrana può avere effetti positivi nel contrastare lo stress ossidativo e l’insorgenza dell’aterogenesi. Anche in campo cardiovascolare, la letteratura scientifica internazionale indica che il melograno lascia i segni… naturalmente salutari. Da un recente studio sull’uomo si è scoperto che in molti casi l’assunzione di melagrana ha diminuito la possibilità dell’aumento della modulazione aterosclerotica. Non resta, quindi, che fare un regalo a se stessi.


Negli ultimi anni diversi studi e analisi sul melograno hanno evidenziato come questa pianta e in particolare il suo frutto, la melagrana, posseggano delle sostanze molto attive per la prevenzione e la cura di diverse comuni affezioni. In particolare il succo dei grani di melograno contiene dei polifenoli, gli ellagitannini con delle notevoli proprietà antiossidanti.

Tra questi composti si distingue in particolare
l'acido ellagico, che è antimutageno. Gli studi israeliani tenutisi negli anni '90 hanno evidenziato queste proprietà prima insospettate e quindi in questo ultimo decennio il melograno è stato oggetto di studio e contemporaneamente di un enorme successo commerciale anche negli USA e più di recente in Europa, proprio perchè considerato un frutto potentemente benefico per la salute generale e attivo contro i processi di invecchiamento cellulare.

Principi attivi del melograno che ne giustificano l’ azione benefica.

I principi funzionali del frutto del melograno sono le sostanze fenoliche, in particolar modo l’acido ellagico. Tra gli altri fenoli presenti bisogna ricordare: delfinidin 3-glucoside, delfinidin 3,5-glucoside, cianidin 3-glucoside, cianidin 3,5-diglucoside, cianidin 3-glucosio, pelargonidin, delfinidin, cianidin 3,5-diglucoside, delfinidin 3-glucoside.
E’ anche importante sottolineare la presenza di minerali tra i quali: calcio, magnesio, potassio, rame, zolfo, fosforo e ferro in oltre sono anche presenti: acido ascorbico, acido borico, acido malico, acido clorogenico, acido pantotenico.

Azione preventiva contro l’ arteriosclerosi
Proprio grazie al contenuto di acido ellagico e delle sostanze fenoliche si può sostenere che il succo di melograno ha un’azione preventiva nei confronti dell’insorgenza dell’arteriosclerosi.

Azione Antiossidante e antitumorale
Recenti studio hanno dimostrato che il succo del melograno e l’olio ricavato dai semi possiedano un potere antiossidante paragonabile a quello del BHT (dell’idrossianisolo butilato ) e del thè verde.
l’acido ellagico interagisce su alcune reazioni chimiche del metabolismo cellulare chiamate in causa nello sviluppo del tumore.
E’ stato evidenziata anche, una spiccata attività riduttiva dello stress ossidativo, dell’aggregazione e la ritenzione delle lipoproteine a bassa densita (ldl), ed anche attività antibatterica verso: Escherichia coli, Aspergillus niger Salmonella tiphy , Pseudomonas ferruginosa.

Azione antivirale antidiarroica, e gastro protettiva
Nel pericapo del frutto con funzione di antibiotico naturale ,sono presenti tannini che hanno la capacità di inibire la replicazione del virus dell’herpes genitale, di ucciderlo e di bloccare il suo assorbimento nelle cellule sane.
In base ai risultati ottenuti da uno studio condotto su ratti si può dire che la componente fenolica sia in grado di rafforzare la barriera della mucosa gastrica. Sempre questo studio è riuscito


Sempre più studi indicano come un elevato stress ossidativo sia associato a molte malattie degenerative tra cui i tumori.

A contribuire pesantemente agli elevati livelli di radicali liberi che si riscontrano nei pazienti è una carenza cronica di antiossidanti causata da un'alimentazione sempre più povera e artificiale.

Un studio svolto nel 2006 da ricercatori della University of California/ Los Angeles ha messo in evidenza come
l'assunzione giornaliera di circa 200ml di succo di melograno da parte di pazienti affetti da tumore della prostata induce una riduzione significativa del PSA, l'antigene usato per monitorare l'evoluzione del tumore. Questo secondo i ricercatori indica un vero e proprio rallentamento della progressione della malattia. Recentemente altri ricercatori hanno individuato alcune componenti del melograno che sembrano capaci di inibire il movimento delle cellule cancerogene e di indebolire i loro segnali chimici, elementi che sono alla base della capacità del tumore di generare metastasi per esempio all'osso.

Con questo non si vuole sostenere che il melograno è una cura per il tumore prostatico ma che un elevato stress ossidativo non diagnosticato ne tanto meno corretto dagli approcci oncologici standard, contribuisce all'evoluzione della malattia tumorale . In altre parole l'oncologia attuale si concentra correttamente sulla riduzione della massa tumorale ma non interviene sul terreno biologico che l'ha prodotta. Per questo si osserva un'incidenza ancora drammaticamente elevata di recidive. E' un pò come se un contadino che vede crescere molte piante malate si limitasse ad estirparle senza effettuare una vera e propria bonifica del terreno che le ha generate.

In tutti i rami della medicina, una buona terapia deve quindi non solo estirpare la pianta malata ma anche correggere il terreno biologico. Oggi è possibile misurare i livelli di stress ossidativo con specifici esami di laboratorio che permettono poi al medico di prescrivere gli antiossidanti più indicati
(fonte: dottor Filippo Ongaro).

Proprietà trapeutiche del Melograno





Succo di Barbabietola
Bottiglia da 500 ml. Confezione da 6 bottiglie.
Prezzo: € 26,00


Succo a base di barbabietole
raccolte e spremute ancora fresche.

La barbabietola rossa fu introdotta in Europa nel XIII secolo e le varietà oggi commercializzate in Italia derivano da numerose selezioni effettuate specialmente in Germania.

La barbabietola rossa è caratterizzata dal rubidio, che conferisce a questo ortaggio il tipico colore. Il rubidio è un elemento chimico alcalinizzante molto diffuso nei nostri terreni. La barbabietola ha un buon contenuto di magnesio, fosforo, calcio, iodio, potassio, ferro e diverse vitamine (A, B, C...).
È molto nutriente, energetica ed è eupeptica (favorisce l'appetito e la digestione). Contiene preziose beta-cianine naturali (antociani) che la rendono uno scrigno di antiossidanti. Gli antociani (appartenenti alla famiglia dei flavonoidi) esibiscono una notevole attività antiossidante, specie a livello del microcircolo, del tessuto connettivo e del sistema immunitario. Inoltre, con gli antociani il cuore resta giovane più a lungo.

A causa di molteplici aggressioni esterne, il nostro sistema immunitario viene quotidianamente sollecitato. È pertanto molto importante che il corpo sia rifornito di tutte le sostanze vitali e minerali essenziali.

Approfondimento

Considerato il migliore integratore alimentare per aumentare la resistenza allo sforzo. È in grado di incrementare la resistenza allo sforzo fino al 16% e riduce la pressione sanguigna (Da "Il Corriere della Sera")

MILANO - Basta bibite dai colori improbabili e intrugli di sali minerali. Secondo uno studio dell'Università dell'Exeter, il miglior integratore è il succo di barbabietola rossa, in grado di incrementare la resistenza allo sforzo fino al 16%. I nitrati contenuti nella verdura, infatti, consentirebbero una riduzione dell'assorbimento dell'ossigeno, rendendo l'attività fisica meno faticosa. I ricercatori sono convinti che la loro scoperta possa aiutare non sono gli amanti delle attività fisiche che richiedono un ingente apporto energetico, ma anche chi ha qualche problema cardiovascolare o respiratorio. L'assunzione di barbabietola, infatti, comporta anche una diminuzione della pressione sanguigna.

LA RICERCA - L'esperimento chiave è stato effettuato su otto ciclisti tra i 19 e 38 anni, ai quali è stato somministrato mezzo litro di succo rosso per sei giorni consecutivi, prima di una serie di test atletici. È stato calcolato che la barbabietola ha consentito agli sportivi di coprire una distanza predeterminata in un arco di tempo inferiore del 2% rispetto a quello impiegato dopo l'assunzione di un tradizionale placebo. Un dieta a base di questa "bevanda magica" sarebbe, secondo il Journal of Applied Physiology, addirittura più efficace dei risultati che si possono raggiungere attraverso un allenamento costante e metodico.

EFFETTO POCO CHIARO - Gli scienziati non sono ancora certi delle motivazioni che comportano un tale potenziamento della resistenza. Il principale indiziato è il nitrato, che nel corpo si trasforma in ossido di azoto e riduce la quantità di ossigeno combusta durante lo sforzo fisico. "Un effetto che finora non può essere ottenuto da nessun altro strumento conosciuto, allenamento compreso", come racconta alla Bbc il professor Andy Jones, personal trainer dell'atleta britannica Paula Radcliffe. Anche se il suo collega John Brewer tiene a precisare che "l'allenamento e l'esercizio fisico, accompagnati da una dieta strutturata, saranno sempre gli ingredienti fondamentali per uno stile di vita sano ed equilibrato".




Settimana Wellness Week Biotta Bio
Il kit ideale per la depurazione.
Prezzo € 69,00

Ideata in collaborazione con dietologi, la Settimana Wellness Biotta è un metodo naturale di depurazione. Grazie all’ottima combinazione di succhi di frutta e di verdure bio di qualità, durante la cura, vengono forniti al corpo importanti elementi nutrienti. La Settimana Wellness è indicata per tutti gli adulti che godono di buona salute.

Gli allergeni eventualmente presenti nel prodotto, sono indicati sulle etichette che vengono continuamente aggiornate. La lista dettagliata si comunica su richiesta del cliente in quanto possono variare.

La combinazione ottimale di pregiati succhi biologici, vitamine e minerali consente il mantenimento dell'efficienza fisica e mentale durante l'intera settimana wellness.



Per garantire l'uso corretto, a ogni confezione di Settimana Wellness Biotta sono accluse delle dettagliate istruzioni con tutte le informazioni essenziali sulla detossinazione con i succhi Biotta.

La confezione contiene:


2 Biotta Succo Vita 7 da 500ml, 2 Biotta Succo Digest da 500ml, 2 Biotta Succo di Pomodoro da 500ml, 2 Biotta Succo di Verdure (Cocktail) da 500ml, 3 Biotta Succo Wellness-Drink da 500ml, 100g Semi di Lino, 75g Tisana alle erbe.


Programma settimanale clicca qui





Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo, tratte da un'ampia sitografia presente in internet. L'unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un'ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all'impiego per il sostegno dell'organismo in periodi particolarmente difficili.


Home Page | INFORMATIVA | Condìzioni di VENDITA | Novità | PROMOZIONI | Idee REGALO | Curiosità | Contatti | Dove siamo | Dicono di noi | | | Acqua | Acqua e Sale | Acqua e Sapone | ACNE e Impurità | Alcalinizzanti | Alimentari | Alga KLAMATH | Alghe marine | Allergie | Aloe | Aminoacidi e Proteine | Animali | Antidolore | ANTIOSSIDANTI | Antinfluenza | Antizanzare | Ansia e Stress | AntiAge | Antirughe | Arcobaleno BIMBI | Argan olio | Argento Oro... Colloidi | Aromaterapia | Articolazioni | Attivatori energetici | Auricoloterapia | Ayurveda | Baobab | Biopan e Vitapan | BIOTTA succhi | CAISSE formula | Calcolosi renale | Canapa | Candida | Capelli CURA | Capelli Professional | CAPELLI RICRESCITA | CELLFOOD | Cellulite | Cerotti LIFEWAVE | Cistite | Colesterolo | Colostro | Cosmeceutica | Cura del corpo | Depurazione | Digest | Dieta ZERO | Dolcificanti naturali | Enzimi | Erbario | Essenze DONNA | Essenze UOMO | Estratti SPAGIRICI | Fibromialgia | Floriterapia | FitoDETERSIVI | Fosfatidilcolina | Gambe | Glicemia | GUAM Anticellulite | Gruppi sanguigni | Helix | Incensi | Infertilità | Infrared | Infiammazione | Integratori Salini | Karite' | Ipertensione | Lei Sex | Lei SPM | LUI e LEI | Lui | Make-Up | MELATONINA | Memoria | Menopausa | Meristemo-Terapia | Metabolomici | Micoplasmi | Micoterapia | MICROIDRINA | NONI | Nutraceutica | Oggettistica | OLI vegetali | Oligoelementi | Olivo | Omega 3-6-9 | PAPAYA | Prodotti DI LEO | Prodotti RE.NA.CO. | Propoli | Saponi Aleppocolors | Saponi Dr. Bronners | Semi di Pompelmo GSE | SOLARI | Sovrappeso e obesità | Stitichezza | Supporto oncologico | TEA TREE oil | Tè accessori | Tè e Infusi | Tè MACTHA | Tè TULSI | Termoterapia | Tiroide | Tisane TMG | Vitamine e Minerali | ZEOLITE | | | ACMOS | TAOPATCH | CLARK zapper | ENERGIA sottile | PIETRE e CRISTALLI | Diagnosi dal volto | Ritmi Circadiani | Intimo HITECH | Test della ballerina | Dr. Filippo Ongaro | Link Amici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu