Erboristeria Arcobaleno

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Prodotti disponibili LINEA FREELAND

Micoterapia

Controllate sempre la provenienza dei funghi terapici. I funghi sono catalizzatori di tossine ed anticrittogamici. Perció i funghi di bosco o funghi che crescono spontanei sul territorio non possono essere utilizzati come terapici perché sono giá caricati con tossine dal fondo dove crescono e dall´inquinamento.


LINEA FREELAND



NUTRACEUTICA IMMUNONUTRIZIONE

FRUTTO INTERO ARRICCHITO
CON POLISACCARIDI



Nella scelta di prodotti micoterapici oppure funghi per un alimentazione sicura è necessario porre al venditore domande in merito ai punti qui di seguito:

• I funghi sono certificati di produzione biologica?
• Dove si trova la coltivazione?
• Dov’è lavorato il prodotto?
• Ci sono informazioni sui metodi di essiccazione?
• Ci sono informazioni sulla lavorazione?

L’azienda Freeland srl distribuisce prodotti contenenti funghi medicinali privi di sostanze chimiche, ad esempio, acidi e shock chimici e termici che velocizzano la crescita e degradano le proprietà nutrizionali.

Le sostanze chimiche danno impulso al micelio sotterraneo del fungo per far crescere la cappella, cioè il corpo fruttifero carnoso contenente le spore necessarie alla riproduzione. L’impulso generato chimicamente inquina il fungo con sostanze tossiche di difficile eliminazione, oltre a stressare il fungo provocando il rilascio e l’accumulo di micotossine. Lo stress sopportato dal fungo forzato alla crescita improvvisa è analogo all’uso di ormoni per la crescita della massa muscolare di animali d’allevamento con gravi conseguenze per l’alimentazione e la salute della massa della popolazione.

La Freeland srl è impegnata ad offrire funghi di qualità idonea all’integrazione alimentare, i quali sono coltivati secondo il metodo delle tradizioni orientali millenarie come quelle cinese, giapponese e tibetana. I prodotti contenenti funghi biologici garantiscono la massima qualità di Superfood per la varietà e la densità dei loro contenuti nutrizionali e fitochimici.

I funghi medicinali sono certificati biologici secondo normative europee rigorose che garantiscono la provenienza locale e la qualità. Le coltivazioni biologiche devono essere prive di sementi e organismi geneticamente modificati. A questo fine tutte le colture sono situate in ambienti selezionati per l’equilibrio dell’ecosistema. Il controllo d’insetti e parassiti avviene senza l’impiego di pesticidi o altre sostanze chimiche e il suolo è concimato utilizzando letame, verdure di scarto, potature, oppure con il compost, un misto di sostanze completamente naturali e biodegradabili.

I funghi medicinali devono essere essiccati in ambienti strettamente controllati, privi d’umidità per evitare la formazione di aflatossine, muffe cancerogene, e altri germi che possano provocare epidemie ed infezioni, senza la necessità di ricorrere a procedure di filtrazione superflue e snaturanti delle proprietà naturali.

I prodotti delle linee Synergistics ed Extracts sono costituiti da capsule di funghi medicinali provenienti da coltivazioni biologiche spagnole: i funghi crescono su legni nobili di castagno e quercia centenaria, faggi, noci, platani e altre latifoglie, sotto un bosco di castagni sulla costa Atlantica della Galizia. Questi prodotti sono sottoposti ad essiccazione controllata e successivamente selezionali, concentrati ed estratti a temperature basse o moderate e filtrati con veicoli d’estrazione altamente purificati che mantengono le proprietà biologiche e fitochimiche dei funghi.

I prodotti della linea Fructi-in-Toto contengono funghi medicinali provenienti da coltivazioni tedesche biologiche. I funghi in toto vengono essiccati in ambienti privi di germi e d’umidità e successivamente selezionati, tritati a freddo per preservare tutti gli enzimi, senza essere filtrati oppure concentrati, bensì semplicemente polverizzati ed incapsulati.
Questi prodotti preservano l’equilibrio fitochimico del fungo originario e si adoperano all'applicazione terapeutica secondo le metodologie tradizionali.




ASKORBATO K- HdT 90 compresse

Askorbato di Potassio Powered d’estratti d’Ulivo titolato in oleuropeina e Vite titolata in polifenoli e OPC
Prezzo: € 22,00


Ingredienti per 1cpr 400mg:
Acido ascorbico 180mg
Potassio bicarbonato 102mg
Olea europaea L. folia (Ulivo) tit 6% oleuropeina 55mg
Vitis vinifera L. (Semi d'acini d'Uva) estratto secco purificato tit 80% polifenoli e 55% OPC 40mg
Eccipienti: stearato di magnesio, gommalacca, glicerina e talco.
Produzione e lavorazione spagnola

L’ascorbato di potassio è il sale potassico dell’acido ascorbico, meglio conosciuto come Vitamina C. L’acido ascorbico, che deve essere giornalmente assunto con la dieta, in quanto il nostro organismo non è in grado di produrlo, è un importante antiossidante ed è indispensabile per la sintesi del collagene e dei tessuti connettivi.

Aumenta l’assorbimento del ferro, contribuisce all’accrescimento delle ossa, migliora la resistenza alle infezioni e potenzia il sistema immunitario.
La sua carenza provoca lo scorbuto.

Il potassio funziona da normalizzatore cardiaco, e come regolatore del bilanciamento delle scorie del corpo, esercita azione alcalinizzante dei fluidi corporei e aiuta a ridurre la pressione sanguigna. Esso è considerato il
catione guida dei processi metabolici intracellulari.

Un organismo sano si contraddistingue, tra le altre cose, anche per il corretto funzionamento della pompa di membrana sodio-potassio. La perdita di potassio intracellulare determina uno sbilanciamento elettrolitico a causa dell’alterato funzionamento della pompa sodiopotassio, con elevati livelli di sodio e ridotti livelli di potassio intracellulare; questa situazione è spesso riscontrabile nei processi degenerativi cellulari. Questo evento, che completa una catena di processi biochimico-fisici complessi, ha infatti un peso importante nel controllo della proliferazione cellulare. In questo contesto l’acido ascorbico si comporta come “veicolo trasportatore” per il potassio, e contribuisce a riportare la sua concentrazione intracellulare ai valori corretti.


L’ascorbato di potassio, grazie alla sua struttura molecolare ciclica, è in grado di ripristinare le corrette concentrazioni intracellulari di sodio e potassio e quindi un corretto funzionamento cellulare
.

Già nel 1932 Moravel e Kishi misero in evidenza l’alta concentrazione di potassio nella cellula sana a differenza della cellula neoplastica, nella quale notarono valori drasticamente inferiori a seconda del livello di malignità
(cellula sana 290 mg/100ml; tessuto neoplastico in via di sviluppo 50mg/100ml; tessuto neoplastico sviluppato 25mg/100ml; tessuto neoplastico in fase terminale 5mg/100ml).


Nel 1969 Dean Burk del National Cancer Institute (NCI) affermò: “il grande vantaggio che gli ascorbati possiedono come potenziali agenti antitumorali è che essi sono particolarmente non tossici per i normali tessuti del corpo e possono essere somministrati senza effetti collaterali degni di nota anche a dosi estremamente alte (fino a 5g/kg o più)”.

Il biochimico Gianfranco Valsè Pantellini della New York Academy of Science notò già negli anni ottanta l’attività dell’ascorbato di potassio nelle malattie degenerative.

L’Askorbato di Potassio Powered nasce dall’esigenza di creare un potente antiossidante da usare da solo o in sinergia con i funghi medicinali per aumentare la loro biodisponibilità.

E’ il primo prodotto della linea Mico-Complement, sigla che indicherà tutta una serie di composti studiati per divenire, tra le altre loro funzioni, anche complementari alla Micoterapia.

L’Askorbato di Potassio Powered, particolarmente ricco di Vitamina C e antiossidanti grazie agli OPC di Vitis vinifera ed all’oleuropeina, è essenziale con i funghi terapici in quanto la Vitamina C crea un processo di osmosi inversa nell’intestino liberando liquidi a livello intestinale ed aumentando così la viscosità dei beta-glucani (polisaccaridi idrosolubili) e il loro assorbimento. La sinergia tra Vitamina C, Potassio, OPC ed oleuropeina rende questo prodotto un importante antiossidante, anche a dosaggi minimi che assicura una elevata biodisponibilità dei polisaccaridi dei funghi.


Dosaggio consigliato

1-6 cps/die suddivise nella giornata corrispondente a 300-1800 mg di ascorbato di potassio
Controindicazioni
L’alto dosaggio di ascorbato di potassio può portare ad iperkaliemia, se si raggiungono i 18.000 mg al giorno.
Nota: l’utilizzo di questo prodotto non è da considerarsi una alternativa ai protocolli terapeutici convenzionali. Questo composto interviene sui meccanismi metabolici di base a livello cellulare, e pertanto non interagisce negativamente con i programmi terapeutici convenzionali.

ASKORBATO K- HdT è indicato in tutti i casi in cui vi sia un elevato stress ossidativo dell’organismo, come ad esempio in presenza di:

  • vita o lavoro in ambienti inquinati
  • alimentazione non equilibrata e ricca di cibi raffinati
  • elevato consumo di alcool e caffè
  • abitudine al fumo
  • eccessiva esposizione a radiazioni solari
  • intensa pratica sportiva
  • intensa attività mentale
  • condizioni di stress psico-fisico


E’ inoltre indicato in tutti i casi in cui l’organismo presenti una diminuita capacità di inattivazione dei radicali liberi come, ad esempio, in corso di terapie farmacologiche o di situazioni infiammatorie croniche, oppure in caso di invecchiamento precoce.

L’Askorbato di Potassio Powered nasce dall’esigenza di creare un potente antiossidante da usare da solo o in sinergia con i funghi medicinali per aumentare la loro biodisponibilità. E’ il primo prodotto della linea Micocomplex, sigla che indicherà tutta una serie di composti studiati per divenire, tra le altre loro funzioni, anche complementari alla Micoterapia.

La sinergia tra Vitamina C, Potassio, OPC ed Oleuropeina rende questo prodotto un importante antiossidante, anche a dosaggi minimi che assicura una elevata biodisponibilità dei polisaccaridi dei funghi.


L’estratto di Vitis vinifera (acini d’uva) è uno dei più potenti antiossidanti conosciuti grazie alla presenza di polifenoli e proantocianidine (OPC) tra cui il resveratrolo. L’attività antiossidante di queste molecole è notevolmente superiore a quella della vitamina C e della vitamina E; esse agiscono sull’inibizione dei radicali liberi dell’ossigeno e della perossidazione lipidica.

La sua azione è particolarmente importante a livello circolatorio:
le OPC esercitano una potente azione vasoprotettiva attraverso la stabilizzazione della struttura (collagene ed elastina) dei vasi capillari ed una conseguente riduzione della permeabilità vasale. Studi scientifici hanno dimostrato, per questi composti, un’attività di protezione cardiovascolare ed effetti benefici nei confronti di insufficienza venosa periferica, retinopatia diabetica e degenerazione maculare della retina.

Le proantocianidine hanno mostrato in vitro di essere in grado di inibire la perossidazione lipidica e l’aggregazione piastrinica, e di influenzare vari sistemi enzimatici come la fosfolipasi A2, la cicloossigenasi e la lipossigenasi.

Grazie alla loro affinità con le proteine, i polifenoli e le proantocianidine si legano a molti enzimi, inibendoli.

L’inibizione della ciclossigenasi (COX) e della lipossigenasi (LOX) potrebbe essere alla base della loro
attività antinfiammatoria. Altri enzimi per i quali è stata notata inibizione sono: la xantina ossidasi, la GMP ciclico fosfodiesterasi, I’AMP ciclico fosfodiesterasi e l’aromatasi.

La loro struttura li rende capaci di penetrare la membrana cellulare.



L’impiego tradizionale dell’
Ulivo risale all’antichità d’Egitto e della Grecia ed è documentato nella Bibbia e nelle scritture sacre diffuse nell’area mediterranea. A differenza dei frutti dell’Ulivo, i quali offrono acidi grassi monoinsaturi e vitamine conosciute per il valore nutrizionale, le foglie d’Ulivo sono ricche di gommaresina e offrono sostanze antiossidanti che svolgono la funzione vitale di proteggere l’albero dagli attacchi fungini, batterici, parassitici e di molti insetti.

Le foglie d’Ulivo essiccate contengono
oleuropeina, idrossitirosolo, tirosolo, tocoferolo, acido elenolico (circa 5%), acido caffeico, flavonoidi (apigenina, luteolina, diosmetina, rutina). Il principio attivo maggiore è l’oleuropeina, una sostanza amara di struttura b-glucosidica.


L’estratto di foglie d’Ulivo essiccate contenuto nell’Askorbato K è titolato al 6% (equivalente a 60mg/g) di oleuropeina. La sinergia delle componenti fitochimiche dell’estratto è più antiossidante e antimicrobico della vitamina E e della vitamina C.

In vitro e in vivo, l’estratto è s tato dimostrato efficace contro infezioni fungine, batteriche, virali e il micoplasma (Knipping et al 2012; Omar 2010; Nash 1997).

Nell’estratto di foglie d’Ulivo, le azioni antinfettive e antiossidanti sono sinergistiche con quelle dell’ascorbato di potassio e dell’estratto di semi d’acini d’uva nel proteggere le mucose gastrointestinali da lesioni microbiche, incluse quelle causate da candidosi trascurate che colpiscono la maggioranza.

L’attività dell’estratto di foglie d’Ulivo è, dunque, antimicotica, antispasmodica, ipotensiva, ipoglicemica, ipouricemica e ipolipidemica e la letteratura scientifica è ricca di studi recenti in vitro e in vivo, i quali suggeriscono la sua utilità per abbassare la pressione sanguigna, il colesterolo totale e i glucidi, migliorando il funzionamento del metabolismo.

In vitro, il polifenolo principale, l’oleuropeina prolunga la sopravvivenza delle cellule beta pancreatiche, tramite il meccanismo che sopprime le caspasi 3-7, allungandone la capacità di secernere insulina e regolare la glicemia.

L’oleuropeina
riduce il danno dei radicali liberi, induce l’espressione dell’enzima ossido nitrico sintetasi, aumenta la disponibilità di ossido nitrico (NO), fattore di protezione cardiovascolare.
La diminuzione di prodotti di glicosilazione avanzata abbassa l’infiammazione dei tessuti vasali e connettivi e offre effetti ipotensivi, elasticizzanti, radioprotettivi dei raggi UVB e antitumorali dermatologici.

Il complesso degli estratti di foglie d’Ulivo, ascorbato di potassio e semi d’acini d’uva favorisce la formazione del collagene, migliora la funzione respiratoria mitocondriale all’interno della cellula con effetti di rallentamento della degenerazione dei tessuti vasali, neurologici e connettivi osteoarticolari, muscolari e tegumentari, i quali sono considerati anti-ageing su tutto l’organismo umano.

PER AUMENTARE LA BIODISPONIBILITA' NELL'ASSUNZIONE DEI FUNGHI SI SUGGERISCE DI ASSUMERE CONTEMPORANEAMENTE ASCORBATO DI POTASSIO


Cordy-sin (Cordyceps sinensis)
Confezione da 180 capsule 1cps 783 mg
Prezzo: € 65,00


Cordyceps sinensis (532 mg polvere, 133,2 mg estratto)
Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.


Stanchezza, convalescenza, depressione, insonnia, impotenza, sterilità maschile e femminile, gastroenteriti infettive, irregolarità mestruali, glomerulonefrite cronica, insufficienza renale, asma, bronchite cronica;

Fungo parassita di un lepidottero, originario del Tibet, ove può crescere fino a 5000 metri di altezza. Dimensioni: 4-10 cm

Si consiglia l'assunzione di 1/2x3 capsule die.

In Medicina Tradizionale Cinese è considerato un potente
tonico dei reni, sede della nostra energia vitale. E ritenuto il fungo che per eccellenza tonifica il QI renale, dando calma all’animo e vigore al corpo.

Cordyceps ha un effetto di stimolo delle funzioni sessuali, stimola e regolarizza la produzione ormonale. Agisce come un vero e proprio afrodisiaco naturale. Stimola il vigorefisico e mentale.

Ha un importante effetto i
mmunomodulante: stimola la proliferazione delle cellule NK e la produzione di IL-2. È utile nel trattamento delle affezioni respiratorie e dell’asma. Migliora l’utilizzazione dell’ossigeno, aumenta la resistenza fisica e la prestazione sportiva. Ha azione cardiotonica e migliora il ritmo cardiaco. Migliora le prestazioni aerobiche e l’eliminazione dell’acido lattico dopo sforzo.

Ha azione antidepressiva che esercita a 2 livelli: come gestione dello stress modua lando il rilascio ormonale delle ghiandole surrenali e come inibizione della Monoaminoossidasi (enzima che demolisce serotonina, dopamina e norepinefrina) a livello cerebrale. È utile nel trattamento dell’insonnia.

Ha un’azione di
regolazione del metabolismo: riduce il livello di glucosio ematico, ma ha anche funzione di riduzione del colesterolo e di riequilibrio del profilo lipidico.

Attiva il metabolismo epatico accelerando le funzioni delle cellule di Kupfer, il metabolismo energetico e la circolazione epatica.


Ha un
tropismo di azione per il sistema genito-urinario: tonifica i reni, è efficace su impotenza e sterilità e regolarizza la produzione ormonale. Migliora la funzionalità renale aumentando la clearance della creatinina e diminuisce la proteinuria. Esercita un effetto di protezione renale.

Ha azione
antiossidante e antiaging. Aumenta i livelli di SOD e glutatione perossidasi. Inibisce la perossidazione lipidica ed agisce quindi in prevenzione dell'aterosclerosi.

RIASSUNTO DELE POSSIBILI INDICAZIONI CLINICHE secondo la MICOTERAPIA "I funghi medicinali nella pratica clinica" del Dott. Ivo Bianchi -Cordyceps sinensis-

  • Depressione
  • Insufficenza Renale
  • Stanchezza cronica
  • Miglioramento performance
  • sportive
  • Convalescenza
  • Impotenza
  • Epatite b-c
  • Steatosi epatica
  • Irregolarità mestruali
  • Ricadute infettive
  • Sterilità maschile-femminile



MAITAKE (Grifola frondosa )
Confezione da 180 capsule 1cps 547mg
Prezzo: € 65,00


Grifola fondosa L. (fungo intero in polvere 80%, estratto 20%)
Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.

Maitake significa propriamente "fungo danzante" e si chiama così probabilmente per la sua forma. Maitake è il nome giapponese del fungo, che in Germania ha anche il nome di "gallinella dei boschi" o scientificamente grifola frondosa. I giapponesi apprezzano l'azione medicinale del Maitake da secoli.
La somministrazione dell’estratto di Maitake ha evidenziato
effetti ipoglicemizzanti, correttivi dell’ipertensione e dell’ipertrighceridemia. E molto utile quindi nel trattamento della sindrome metabolica.

Favorisce l’eliminazione degli acidi biliari e dei trigliceridi attraverso le feci.
Agisce come regolatore naturale del metabolismo lipidico evitando l’accumulo di grassi a livello epatico, per cui é molto utile nel trattamento della steatosi epatica. Riduce I ‘ipercolesterolemia mantenendo costanti i valori di HDL. All’inizio dell’assunzione può essere notato un aumento di colesterolo e trigliceridi circolanti, effetto legato alla mobilizzazione di queste molecole. Determina una riduzione della pressione sistolica attraverso un’azione sul sistema renina-angiotensina.

Contrasta l’aumenta di peso. Ha una spiccata attività antidiabetica (diabete 2 non insulino-dipendente) che si esplica attraverso un innalzamento della sensibilità dei recettori cellulari dell’insulina; favorisce anche un aumento del numero dei recettori per l’insulina aumentando la capacità dell’organismo di riconoscere e metabolizzare il glucosio.

Conosciuto per i suoi effetti di immunostimolazione attribuiti alla frazione D-polisaccaridica, se somministrato oralmente aumenta l’attività macrofagica, il numero e l’efficacia delle cellule Natural Killer e dei linfociti T citotossici.

Componenti:
Interleuchina-1 e Anioni superossido. Lipidi (acido octadecanoico e acido octadecadienoico), Fosfolipidi (fosfatidiletanolamina, fosfatidilcolina, fosfatidilinositol, Fosfatidilsenna e acido fosfatidico). Vitamine; ricco di vitamine B1, B2 ed ergosterolo (provitamina D).
Amminoacidi liberi: glutammina, alanina, treonina, acido aspartico, valina, lisina ed arginina.
Acidi organici: Possiede un’alta concentrazione di acido malico e concentrazioni minori di acido piroglutammico, acido fumalico ed acido succinico.
Altri componenti: Lectina ed enzimi (cellulosa, emicellulosa, chitina, amilasi, pectinasi, fenol ossidasi, lactasi, tirosinasi e perossidasi) dei quali si sfrutta il carattere ossidante con fini germicidi e battericidi.
Importante: per patologie Cronico-degenerative utilizzare sempre come trattamento complementare al trattamento medico ospedaliero.

RIASSUNTO DELE POSSIBILI INDICAZIONI CLINICHE secondo la MICOTERAPIA "I funghi medicinali nella pratica clinica" del Dott. Ivo Bianchi - Maitake, Grifola frondosa-

  • Sindrome metabolica
  • Diabete Tipo 2
  • Obesità
  • Ipertensione Arteriosa
  • Ipertrigliceridemia
  • Supporto Oncologico con Tendenza
  • metastatica epatica ossea
  • Osteoporosi
  • Cistiti ricorrenti



ABM (Agaricus Blazei Murril )
Confezione da 180 capsule 1cps 577 mg
Prezzo: € 65,00

Agaricus brasiliensis L. (fungo intero 460 mg 80%, estratto 20%)
Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.

Non si trova quasi mai un fungo così efficace per il sistema immunitario come l'’Agaricus biazei murrill. Questo fungo venne scoperto per la prima volta circa 30 anni fa nelle regioni montagnose di Piedade in Brasile dove era utilizzato dalla popolazione locale come alimentazione giornaliera.

Studi epidemiologici avevano evidenziato in quest’area una bassissima incidenza di tumori e malattie degenerative che fu attribuita al regolare consumo di questo fungo.

È il fungo più potente come capacità di modulazione del sistema immunitario, grazie alla sua elevatissima concentrazione di polisaccaridi, e diventa un utilissimo supporto nelle malattie neoplastiche, allergiche e autoimmuni.

È particolarmente efficace come supporto di tutte le neoplasie dell’area peritoneale (carcinoma colon-rettale, pancreatico) polmonare, epatico, delle vie biliari, ma anche tumore cerebrale e carcinoma mammario e prostatico non ormonodipendente.

Migliora la qualità della vita dei pazienti in chemio o radioterapia in quanto ne riduce gli effetti collaterali e stimola l’eritropoiesi.

Studi scientifici ne hanno dimostrato l’efficacia anche nel trattamento delle fibromialgie, dei reumatismi, del morbo di Parkinson, del morbo di Alzheimer e della sclerosi multipla. È un ottimo supporto nelle malattie autoimmuni del pancreas (diabete di tipo I) e della tiroide.

Negli ultimi dieci anni, l'influenza benefica di Agaricus blazei Murill è stata valutata e documentata in numerosi studi scientifici e alcuni studi clinici. La maggior parte dei dati pubblicati in riviste peer-reviewed è emerso che ABM trasmette una serie di benefici per la salute a causa della sua modulazione del sistema immunitario quando viene utilizzato come integratore. Questa modulazione è in parte causata da un gruppo di estremamente efficienti di immuno-stimolanti chiamati glucani (Beta-1 ,3-D-glucani e Beta-1 ,6-D-glucani che sono quasi identici chimicamente e solo diversamente concatenati), che sono costituenti molto attivi di ABM. Ci sono anche altri immuno-modulanti sostanze come proteoglucani (che contiene anche proteine) e di estradiolo.

ABM migliora l'immunità innata delle cellule del sistema immunitario come i macrofagi, monociti, cellule dendritiche, leucociti polymononuclear (PMN) e NK (natural killer).

RIASSUNTO DELE POSSIBILI INDICAZIONI CLINICHE secondo la MICOTERAPIA "I funghi medicinali nella pratica clinica" del Dott. Ivo Bianchi - Agaricus blazei Murrill, ABM-
Deficit immunoloqico
Autoimmunità
Supporto Oncoloqico per tumori solidi e Ascite
Diabeti di tipo l e ll
Invecchiamento prematuro o fisiologico
Intossicazioni da metalli pesanti
Allergia pollini
Danni cancerogeni e mutageni




GANODERMA 180
Prezzo: € 65,00

Contenitore da 180cps di Ganoderma lucidum, di cui 20% di estratto standardizzato e 80% di fungo in toto, proveniente da coltivazione biologica esclusivamente europea. 625mg di fungo per capsula di cellulosa vegetale.

Il Reishi, anche conosciuto con il nome latino di Ganoderma lucidum, è un fungo parassita o saprofita appartenente alla famiglia delle Ganodermataceae, dell’ordine delle Polyporales. Cresce solitario o a gruppi su ceppi di latifoglie, in particolar modo predilige le querce e i castagni, alcune volte olivi, o su legno interrato, in zone settentrionali temperate.
È un fungo molto raro e nell’antichità trovarlo era segno di buon auspicio, ma solo i grandi imperatori cinesi avevano la possibilità e il diritto di consumarlo; in primo luogo, il Reishi era molto raro e quindi pregiato e costoso e solo chi possedeva grandi ricchezze era in grado di acquistarlo. In secondo luogo, gli imperatori della Cina stabilirono che chiunque trovasse il fungo e non lo consegnasse loro era punibile dalla legge e per questi motivi venne sopranominato “fungo degli imperatori”.


La forma di questo fungo è molto particolare: il cappello è a forma di ostrica, o di rene, a mensola con creste concentriche sporgenti. La superficie è lucida-laccata e conferisce alla varietà rossa, l’akashiba, una colorazione particolare; sono molte le varietà di Reishi presenti, ma l’unica che può dare un qualche riscontro a livello fisiologico e solamente quest’ultima citata, ovvero l’akashiba rosso.

Secondo la tradizione orientale, la varietà rossa era considerata la più ricca di proprietà, anche perché nel colore rosso si pensava fosse concentrata l’energia vitale.

Coltivazione biologica, produzione e lavorazione spagnola.


Ingredienti per 1cps 625mg:
Ganoderma lucidum (400mg polvere (64%), 100mg estratto (16%))
Sinergia mico-complessa che mantiene l'equilibrio energetico naturale del frutto intero e il concentrato polisaccaridico dei ß-glucani.

Info nutrizionali per 2cps:
Valore energetico 0,38 Kcal / 1,59 KJ
Polisaccaridi 7,36% dei quali ß-glucani 4,18%
Proteine 9,74%
Triterpeni 1,40%
Grassi 1,00%


Il silicio è uno dei fondamenti della vita ed è presente in ogni cellula. Il valore di silicio diminuisce con l’avanzare dell’età. La sua carenza può avere effetti negativi su tutti gli organi e i tessuti contenenti collagene. Il corpo umano è in grado di assorbire il silicio soltanto dal 2% al 15% da naturali fonti alimentari. SILICE ORGANICA G5® è un prodotto che permette e ottimizza l’assorbimento dell’elemento offrendo una biodisponibilità fino al 70%. Atossico, inodore e di rapido assorbimento, non unge e non lascia residui, ottima penetrazione epidermica, mantiene e ripristina l'elasticità della pelle.



Silice Organica® Freeland
Flacone da 1 litro
Prezzo: € 44,00


Componenti:
Water
Monomethylsilanetriol
Potassium Phosphate
E214-218

I conservanti della Silice E214 ed E218 (Ethylparaben e Methylparaben), esteri dell'acido p-Idrossilbenzoico, sono usati in quasi tutti gli integratori liquidi nella quantità più piccola possibile per garantire la sicurezza del prodotto una volta aperto.

Tutti gli studi li indicano tali conservanti come innocui, salvo se uno è allergico agli stessi.


Silice Organica® SENZA CONSERVANTI
flacone da 500 ml
Prezzo: € 30,00 su ordinazione

Il
nuovo G5® in flacone da 500ml contiene la stessa formula del G5® liquido attualmente disponibile, ma senza aggiunta di conservanti.

In seguito alla richiesta sempre maggiore dei consumatori di G5® di assorbire del Silicio Organico il più naturale possibile, il Laboratorio LLR-G5 Irlandese è riuscito a mettere a punto una formula non soltanto dal pH adeguato e privo di qualsiasi stabilizzatore, ma anche privo di conservanti.

Dopo oltre 3 anni di intensa ricerca effettuata da scientifici di fama internazionale, il "Silicio Organico G5® senza conservanti" è ora disponibile.

Il periodo di conservazione del prodotto è di 30 giorni dopo l’apertura. Va conservato in frigo.



Silice G5 Gel 150ml
Prezzo: € 38,00

per Articolazioni e la rigenerazione della cartilagine

Il gel G5 agisce efficacemente sul mantenimento della flessibilità delle articolazioni e la rigenerazione della cartilagine. Questo gel conviene in particolare per le affezioni della pelle, in quanto la sua rigenerazione cellulare favorisce l’elasticità e la struttura della pelle. Il gel G5 è ipoallergenico. La sua grande capacità di assorbimento è molto apprezzata da fisioterapisti, osteopati, chinesiterapeuti e dermatologi. Sono numerose anche le applicazioni nel mondo dell'estetica.

Si consiglia di utilizzare il gel G5 associato ad una cura di Silicio organico G5 liquido.
Indicazioni d’uso: applicare il gel G5 sulla zona interessata 3 o 4 volte al giorno, o più se necessario. Spalmare uno strato sottile di gel sulla pelle, poi attendere circa quindici minuti senza toccare. In seguito massaggiare leggermente fino al competo assorbimento.

Il corpo umano possiede da 5 a 7 g di silicio, quantità che diminuisce nel corso degli anni, come diminuisce la capacità di assorbimento; la diminuzione di silicio è legata all'invecchiamento ed alle patologie correlate.

La presenza di silicio aiuta la fissazione del calcio, fornisce robustezza alle ossa e flessibilità a muscoli e tendini.
Partecipa alla sintesi di elastina e del collagene contribuendo così alla salute della pelle, dei capelli, delle unghie e delle pareti dei vasi.

La capacità di assorbimento diminuisce con l'aumentare dell'età, e comunque l'organismo non è in grado di trasformare il silicio minerale ingerito in silicio organico. Il silicio assunto dai vegetali (es. Equisehtm arvensis) è in forma colloidale ossia è formato da colloidi in sospensione in acqua ed è difficilmente assorbibile (3%) oltre che irritante per i reni e possibile causa di calcoli renali; per poter superare la barriera intestinale deve essere legato ad un trasportatore.

Solo il silicio organico ha una biodisponibilità che ne permette l'assimilazione.

Il silicio viene metabolizzato da microrganismi che lo rendono organico ed idrosolubile. Grazie alla sua idrosolubilità e agli aminoacidi trasportatori che ad esso si legano durante la fase di predigestione il silicio organico ha un tasso di assorbimento del 70% e non affatica i reni.

La silice organica (monomethylsilanetriol) agisce in primo luogo sui processi infiammatori è un antidolorifico e la sua efficacia è percepibile dopo qualche minuto. Per questo motivo nei Caraibi è stata chiamata "pain killer".

La molecola della silice organica è caricata di ioni positivi e negativi instabili e quindi può intervenire nell'organismo per ristabilire la polarità delle cellule rilasciando a seconda del caso ioni positivi o negativi. L'omeostasi cellulare, infatti, deriva da un fenomeno di polarizzazione (proprietà dipolari delle membrane cellulari); uno squilibrio elettrico cellulare può portare ad alterazioni cellulari

Il silicio si concentra negli osteoblasti a livello mitocondriale, assieme alla vitamina C assicura la formazione del collagene ed è indispensabile per la formazione dei glucosaniinoglicani della cartilagine. Il suo utilizzo nelle patologie osteoarticolari ha evidenziato il recupero della mobilità e la regressione del dolore, e nell'osteoporosi una remineralizzazione delle zone decalcificate.

La parete dei vasi principali contiene il 40% di elastina, abbondanza di collagene e mucopolisaccaridi. La diminuzione del silicio nell'anziano determina diminuzione della tonicità vascolare, le lesioni ateromasiche progrediscono e si riduce la concentrazione di silicio nelle pareti arteriose.

Il silicio è importante anche per la conservazione dell'integrità del tessuto connettivo che contiene 30/40% di elastina e 2-3% di mucopolisaccaridi.


L'elastina infatti contiene da 200 a 500 mcg/g di silicio e i mucopolisaccaridi da 300 a 1250 mcg/g e la carenza di silicio dopo i 40 anni provoca secchezza cutanea e formazione di rughe, smagliature e invecchiamento cutaneo.


Può essere utilizzato come liquido o gel e assunto per via orale
(5-20 ml x 3 die) o topica.

LA SILICE ORGANICA

  • non presenta tossicità
  • è in grado di attraversare il derma diffondendosi nell'organismo
  • non interferisce con alcuna terapia
  • non provoca effetti collaterali


INDICAZIONI:
• artrosi, artrite

• osteoporosi
• fratture ossee
• tendinite
• invecchiamento pelle, capelli e unghie
• affezioni infiammatorie
• prevenzione disturbi coronarici
• psoriasi
• ferite, ulcerazioni e afte del cavo superiore
• accelera i processi di cicatrizzazione
• varici
• affezioni epatiche
• cefalee ed emicranie
• ipertensione
• radioprotezione




Effetti della Silice Organica

Svolge un ruolo importante nei tessuti di sostegno dell’organismo.
E’ indispensabile nella sintesi delle fibre elastiche e Collagene (nel processo di formazione del reticolo).
Ha un ruolo primario nella mineralizzazione ossea.
Ha azione antalgica rapida e antinfiammatoria nel processo d’artrosi, d’artrite e nei postumi da trauma.
Produce effetti positivi rigeneranti nei problemi d’invecchiamento della pelle e attiva la cicatrizzazione.
Ha il potere di lottare contro l’invecchiamento cellulare a causa della sua azione antisclerotizzante e antiossidante.

I suoi benefici effetti antisclerosi possono manifestarsi per la sua azione di fissazione nei tessuti al posto del Calcio.
Mantiene flessibili (elastiche) le pareti del sistema vascolare.
Attiva il metabolismo in generale e rinforza le difese dell’organismo.
Particolarmente Malattie cardio-vascolare e epatico, cisti, asma, bronchite, cancro, ecc…
Atonico e ipo-allergico senza effetti collaterali e controindicazioni, anche se abbinato ad altri trattamenti, dopo molti anni di utilizzo.
Ristruttura le fibre di Elastina e di Collagene.
Gioca un ruolo importante nel mineralizzare il metabolismo generale dell’organismo ristrutturando le ossa e la cartilagine.
Potente anti-infiammatorio e anti-dolorifico
Protegge e rinforza disintossicando il metabolismo cellulare, agendo sull’organismo interno, riequilibrando gli organi e il loro funzionamento dalle loro carenze.
Accelera la cicatrizzazione.
Ristora e rinforza il sistema immunitario e ha un’azione preponderante nel bilanciamento endocrino.
Può essere usato su ogni tipo di animale in numerose patologie (sugli uomini e su ogni tipo di animali).



SILICE ORGANICA UTILIZZO INTERNO ED ESTERNO
una molecola con straordinarie proprietà!

La Silice organica ricarica l'organismo perche’ ricca di ioni negativi e positivi che permettono di ristabilire l'equilibrio ionico (osmosi) delle cellule danneggiate o indebolite e ripristinare lo scambio cellulare.

Protegge e rinforza disintossicando cellule e tessuti; agendo sull'organismo interno, riequilibra gli organi e la loro funzionalita’ derivata da carenze alimentari e nutrizionali.
Accelera la cicatrizzazione delle ferite anche interne. Rinforza il sistema immunitario e ha un'azione preponderante nel bilanciamento endocrino.

L'elasticità della cartilagine è essenziale perché protegge le ossa anche dai piccoli urti costanti provocati dai movimenti, diminuendo l'attrito costante nell'articolazione, perche’ riduce ed in certi casi elimina i minerali che vi si sono insediati, che sono i maggiori responsabili delle infiammazioni alle articolazioni.

La Silice organica
è dopo l'ossigeno il principale elemento; essa è vitale per la sintesi delle fibre di collagene presenti nelle cartilagini delle nostre articolazioni. Più invecchiamo più è difficile per noi assimilare la Silice, anche perche’ l'alimentazione moderna è povera di Silice. Sfortunatamente più invecchiamo meno il nostro stomaco fabbrica l'acido necessario all'assimilazione della Silice ed invecchiando siamo tutti carenti di Silice.

Ha la stessa efficacia per gli animali, utile anche per i bambini e le donne in gravidanza.

MODO DI UTILIZZO:
Il liquido a seconda delle esigenze può essere utilizzato per via orale o per applicazioni esterne (ad esempio per impacchi, come collirio, nelle orecchie, per lavaggi vaginali, ecc.).
È compatibile con qualsiasi terapia eventualmente in corso, ma per una migliore efficacia è consigliabile assumere il prodotto e l’altro medicamento separatamente, a distanza di un’ora l’uno dall’altro.
Dopo alcuni minuti dall’assunzione si possono avvertire formicolii o sensazioni di calore diffusi nel corpo. Questo fenomeno è normale ma significativo, e sarebbe opportuno memorizzare la zona così evidenziata perché potrebbe indicare un possibile disturbo.
È inoltre consigliabile prima di ingerire il liquido
tenerlo in bocca da uno a tre minuti per favorirne l’assorbimento, e assumerlo a stomaco vuoto (o almeno 20 min. prima o un’ora e mezza dopo i pasti).

Qualsiasi problema o deficienza dell’organismo può essere combattuta attraverso un apporto di silicio organico. Un’assunzione per via orale o un’applicazione esterna può , quindi, portare ad un miglioramento e alla risoluzione del problema.
È importante assumerlo per almeno un mese (per persone che non hanno problemi di salute). L’ideale sarebbe prendere regolarmente questo prodotto, in modo da dare all’organismo un apporto costante di silicio organico, permettendo di mantenere un ottimo stato di salute.

USO ESTERNO :
è possibile aspergere con il liquido un batuffolo di cotone o una compressa di garza e ricoprire la superficie da trattare per un tempo vario da mezz’ora a tutta una notte

ESEMPI DI TRATTAMENTI :
Stanchezza, nervosismo, mancanza di appetito, insonnia, disturbi della memoria, menopausa, depressione:
assunzione del liquido Artrosi, reumatismi, osteoporosi, dolori articolari, decalcificazione, morbo di Dupuytren, sclerosi multiplia, morbo di Parkinson, Alzaihmer: utilizzare il liquido + impacchi sulla zona dolente
Acne, eczema, herpes, vitiligine, psoriasi, micosi, fuoco di sant’Antonio:
liquido + spruzzature
Problemi cardiovascolari, emorroidi, gambe pesanti, varici, ecc. :
liquido
Cefalea, emicrania: l
iquido + applicazione sulla parte dolente

Per saperne di più clicca qui




La nuova formula che ripara 24 H al giorno per 7 giorni con 7 principi naturali.
Integratore alimentare in polvere a base di L-Glutammina, N-Acetil L-Glutammina, estratti vegetali, Topinambur, Zenzero e Zinco. Peso netto: 100g

Prezzo: € 22,00


Utile per:
• Permeabilità intestinale
• Disbiosi, acidosi, candidosi, cistiti
• Celiachia, sensibilità al glutine, intolleranze alimentari
• MSC sensibilità multipla chimica
• Gonfiore addominale, stitichezza, alvo alterno
• Iperacidità, reflusso gastroesofageo
• Ipercortisolemie, infiammazione sistemica,

• Iperammoniemia, tossiemia
• Ansia, depressione, stress
• Disturbi del sonno
• Squilibri ormonali
• Terapie farmacologiche: Chemio-radioterapia, antibiotici

Modalita d’uso: Assumere 1/3 misurini di polvere e scioglierla in un bicchiere di acqua
(150-200 ml). Prima dei pasti.

Sinergie ottimali: Repair + Micoleo (patologie gastrointestinali)
Repair + Candiatox + Sanliver + Askorbato (disbiosi e candidosi sistemiche)

La
L-Glutammina è un amminoacido molto importante per il nostro organismo e risulta essere un supporto efficace in caso di sindrome dell’intestino permeabile (Leaky Gut Syndrome - SINDROME dell'Intestino PERMEABILE). È considerata il carburante delle cellule, permette una riparazione efficace delle lesioni intestinali, aumenta l’integrità difensiva della barriera intestinale nei confronti dei patogeni, influenza la composizione della flora intestinale e favorisce la perdita di peso, rafforza il sistema immunitario, sostenendo la proliferazione dei linfociti e la produzione di citochine da parte di linfociti e macrofagi, e permette un migliore recupero muscolare dopo l’esercizio fisico. A livello cerebrale viene trasformata in acido glutammico e qui, convertito in GABA ad azione tranquillante.

L’N-Acetil L-Glutammina è la versione acetilata della L-Glutammina che la rende molto più stabile e biodisponibile per l’organismo. Gli estratti vegetali di Malva, Aloe, Liquirizia, Topinambur e Zenzero favoriscono la salute della membrana intestinale, riequilibrano la flora intestinale e migliorano la digestione intestinale, facilitando la secrezione biliare.

Lo Zinco è un minerale importantissimo per il nostro organismo e svolge una vasta gamma di azioni. Moltissimi enzimi presenti nel corpo utilizzano questo minerale come cofattore, favorisce la riparazione della mucosa gastrica dalle ulcerazioni, regola il sistema immunitario risultando utile in caso di patologie infiammatorie.

Il Repair 24-7 è un ottimo coadiuvante associato alla micoterapia, in particolare al fungo Hericium, sia in forma di pianta in toto che in forma di estratto (Mico-Leo) ma anche con Candiatox e Sanliver per tutti i trattamenti antimicotici/antimicrobici sistemici, acidosi, disbiosi ecc.




Grazie alla sinergia di tutti questi componenti, il Repair 24-7 è un integratore alimentare in grado di dare efficace supporto in caso di permeabilità intestinale e moltissime altre problematiche legate all’apparato gastro-enterico.






La micosi più comune è provocata da un sovraccarico del commensale intestinale Candida albicans. Altre specie di Candida tra le più diffuse sono C. tropicalis, C. paratropicalis, C. glabrata e C. krusei, C. guillermondi, C. dubliniensis e C. zeylanoides. In condizioni normali, la Candida è un commensale che si adatta agli ambienti alcalini dei tessuti e contribuisce a proteggere l’organismo da tossine e chelare i metalli pesanti. In tutte le condizioni di squilibrio del pH fisiologico, la Candida sopravvive e si diffonde eccessivamente. La presenza di candidosi cronica predispone alla disbiosi della flora intestinale e a una catena d’infezioni opportunistiche di batteri, parassiti e virus.



In tutti i casi, l’infiammazione delle mucose assottiglia le pareti intestinali, creando lesioni, predisponendo alla cosiddetta “Leaky Gut Syndrome” (sindrome da intestino gocciolante) e al riassorbimento nel sangue di sostanze nutritive non digerite e tossine acide, riciclandole nell’organismo, provocando acidosi e innescando reazioni autoimmuni.

Le candidosi comportano infiammazione del sistema digestivo dalla bocca all’intestino retto e conseguentemente del sistema ORL (otorinolaringoiatria), delle mucose gastrointestinali, genito-urinarie e dei tessuti tegumentari: capelli, cute e unghie.

L’eccesso di muco è il sistema naturale del corpo di proteggere le membrane gastrointestinali e respiratorie da irritazioni e lesioni, producendo sintomi di mal di gola, tosse, sinusiti e otiti, spesso irritando anche i tessuti connettivi osteoarticolari, muscolari e tegumentari, oltre a predisporre a candidosi vulvovaginali, cerviciti e cistiti ricorrenti nella donna e a balaniti nell’uomo.

L’incidenza di candidosi aumenta in casi d’immunosoppressione ed è aggravata dall’uso frequente di antibiotici, chemio e radioterapia, corticosteroidi, farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS, tra i quali l’aspirina) e dalla pillola anticoncezionale che alterano l’equilibrio della flora batterica intestinale.

La diminuzione della produzione delle vitamine del complesso B causata dalla riduzione dei batteri saprofiti, favorisce la trasformazione della Candida dalla forma micetale, in grado di penetrare la parete intestinale, innescando una leacky gut syndrome, con incremento della ipersensibilità agli alimenti, delle reazioni allergiche e delle reazioni tossiche.

Le micosi sistemiche subcliniche contribuiscono ad aumentare la congestione linfatica, la reattività del sistema immunitario agli allergeni, le intolleranze alimentari, l’ipersensibilità a sostanze chimiche, la propensione a mal di testa, depressioni e irritabilità, aumentando anche il rischio d’ipertensione essenziale secondaria.

La tossiemia micotica compromette il sistema digestivo ed è un fattore rilevante nel peggioramento di sintomi neurologici nei casi d’affaticamento cronico con riduzione della prontezza mentale, delle capacità di concentrazione e coordinazione, frequentemente con sintomi di vertigini e capogiri.

Nelle persone sane la popolazione micetale della candida è, in genere, limitatata e mantenuta a livelli non patogena dalla funzionalità del sistema immunitario e dalla presenza dei batteri saprofiti, come gli acidofili o il bifidobattere, che competono con essa per i substrati nutritivi.

Molte situazioni possono rivelarsi come potenzialmente in grado di incrementare la presenza di questo micetale, causando con la sua eccessiva presenza, sintomi talvolta confusi con altre patologie o malesseri.


I sintomi più frequenti sono
costipazione o diarrea, coliti, gastralgie, alitosi, stomatiti o afte buccali, prurito rettale ma anche mal di testa, bruciori al petto o dolori precordiali, cambiamenti d'umore, depressione, sindrome premestruale, perdita della memoria, vaginiti, infezioni renali o vescicali, prostatiti, dolori muscolari o articolari, artriti, bruciori di gola, congestione, tosse, sinusiti croniche, bruciori alla lingua, mughetto, parestesie al viso, alle braccia o alle gambe, parestesie periferiche, sudori notturni, acne, prurito diffuso, sindrome della fatica cronica, iperattività, ipotiroidismo, diabete, allergie e stress surrenalico. Ambienti caldi ed umidi e l'assunzione di alimenti ricchi di zuccheri e leiviti può peggiorare significativamente i sintomi.

La superinfezione intestinale è, spesso, la principale causa della ben conosciuta candidosi vaginale: i risultati clinici confermano che non si può eradicare le manifestazioni vaginali, senza normalizzare la situazione intestinale, che è sempre presente quando ci sono manifestazioni vaginali.


Il trattamento della candidosi, in qualunque area si manifesti, è sempre difficile e complesso, talvolta con crisi di guarigione e recidive, ma non può non essere considerato come un problema risolvibile nel breve periodo: la guarigione raramente avviene in meno di tre mesi di trattamento combinato con adeguate misure alimentari;

in genere occorrono almeno sei mesi di trattamento prima che si possano vedere risultati consistenti e duraturi:
fino a quando la superinfezione intestinale non viene sconfitta e la flora batterica intestinale ricostituita, le manifestazioni vaginali, a livello della bocca, della pelle o delle unghie tende a ripresentarsi sistematicamente.



I cambiamenti dietetci risultano molto importanti nell'eradicazione della candidosi:
l'eliminazione degli zuccheri in maniera radicale (saccarosio, destrosio, fruttosio ma anche succhi di frutta, miele, sciroppo d'acero, melassa, lattosio contenuto nei prodotti caseari), ma anche delle solanacee (patate, peperoni, melanzane, pomodori) e di gran parte dei frutti (ad esclusione delle bacche, dell'ananas e della papaia).

Tutte le sostanze utilizzate per i processi fermentativi che producono alcool dovrebbero essere evitate
(come ad esempio grano, malto, orzo, luppolo) così come i prodotti contenenti lieviti; anche i prodotti fermentati o contenenti muffe, possono rivelarsi fonte di ipersensibilità durante le superinfezioni di candida: è bene evitare, in genere, anche i funghi.
Talvolta anche le carni (in particolare maiale, vitello e pollame) possono creare problemi per i residui di antibiotico derivanti dall'alimentazione, così come i prodotti caseari spesso sono da evitarsi. L'uso di vegetali freschi, pesce, granaglie prive di glutine (quali miglio e riso) spesso possono essere d'aiuto; lo yogurt naturale o il kefir sono fonti di batteri simbionti utili per combattere la superinfezione.

Alcuni presidi igienici si rivelano utili come strategia preventiva: cambiare frequentemente lo spazzolino da denti, per evitare reinfezioni; utilizzare biancheria intima in cotone, da lavarsi separatamente rispetto ad altri capi.

La Candida non può vivere in ambienti ossigenati, pertanto un abbigliamento che favorisce la circolazione dell'aria è da consigliarsi come presidio igienico: le infezioni da Candida sono 3 volte più frequenti nelle donne che utilizzano biancheria di nylon o collant.

Acido Caprilico: noto anche come acido ottanoico, è un acido grasso a corta catena, dissolve la membrana cellulare della Candida albicans e di altri funghi; viene ben assorbito dall'intestino, distribuendosi poi in maniera uniforme anche nel colon, dove è più comune la colonizzazione da Candida albicans.

Allium Sativum (Aglio): sono state ampiamente dimostrate le proprietà antifungine, antibatteriche, antiparassitarie ed antivirali. L'Aglio è un potente antimicotico grazie all'azione dell'allicina; essa causa un blocco completo della sintesi dei lipidi e riduce la capacità di adesione di Candida albicans alle mucose. Altri composti candidicidi sono l'eruboside-B; l'acido ferulico; il geraniolo e il linalolo. Contiene anche fosfo-frutto-olisaccaridi, carboidrati indigeribili dall'uomo, che favoriscono lo sviluppo dei batteri probiotici come gli acidofili. La Candida albicans sistemica e le infezioni vaginali vengono inibite dall'azione dell'aglio, che si rivela in grado di prevenire le recidive a lungo termine, senza creare ceppi resistenti; la sua azione si esplica attraverso il blocco degli enzimi batterici o fungini, grazie alla sua azione sui tioli. Gli estratti di aglio sono in grado di stimolare il sistema immunitario, attivando l'azione delle cellule natural killer, i macrofagi e l'attività delle cellule B nella produzione degli anticorpi.

Lactobacillus Acidophilus: favorisce la ricolonizzazione da parte dei batteri simbionti dell'intestino, della bocca e della vagina. Promuove un miglioramento dei processi digestivi, attraverso la liberazione di lattasi che intervengono nella digestione degli zuccheri del latte, stimola le difese immunitarie e aiuta ad aumentare la resistenza alle infezioni. Produce acido lattico, perossidi d'idrogeno e acido acetico che promuove una normalizzazione acida dell'intestino ricreando un ambiente idoneo a prevenire le infezioni batteriche. Ci sono evidenze dell'azione dell'Acidophilus nel prevenire o combattere fenomeni diarroici causati da antibiotici, parassitosi o superinfezioni batteriche, attraverso la rigenerazione della flora batterica saprofitaria, riducendo la formazione di gas, il gonfiore e la fermentazione, e la tossicità sistemica causata dalla proliferazione della candida albicans.

L'Acidophilus è battericida
per il clostridium botulini, la salmonella e gli stafilococchi. Produce alcune vitamine B, la biotina, la vitamina K, ed enzimi nel tratto intestinale, facilitando i processi di detossificazione. Gli Acidofili sono in grado di produrre batteriocine, chiamate acidofiline, in grado di inibire la proliferazione batterica e fungina e danneggiare le cellule umane alterate (ma non quelle sane): a differenza degli antibiotici, le batteriocine dei batteri probiotici non interferiscono nella sintesi proteica e delle proteine di membrana dei batteri patogeni, ma sono in grado di degradare immediatamente il DNA e RNA microbico, provocando la morte cellulare.

Aloe Barbadiensis: contiene acemannani che svolgono un'azione cicatrizzante (rapidissimo cicatrizzante nella colite ulcerosa), antinfiammatoria, battericida, immunomodulante e citoprotettrice. Contiene fitormoni, fitoestrogeni, steroli e steroidi vegetali, in grado di promuovere la guarigione dei tessuti e la riparazione cellulare. Attiva la produzione umana in IL-1, TNF-A, IL-6 (di qui probabilmente la sua azione di riparazione delle ulcere). In studi ancora in corso si è dimostrata l'azione immunostimolante nell'AIDS, FIV, NDV, mentre l'effetto antitumorale è stato dimostrato in applicazioni sugli animali. Le viene attribuita un'azione stimolante le interleuchine e l'interferone. Risulta attiva nel trattamento di alcune parassitosi (Leishmaniosi), ed antifungina: la sua azione si esplica su funghi e batteri associati alle tricofitosi, nella Candidosi, nelle infezioni da Stafilococchi e Streptococchi dei Mycobacterium Tuberculosis. Svolge un'azione antivirale nei casi come l'herpes, morbillo e HIV-1, incrementando l'attività delle globuli bianchi che stimolano la produzione di interferone ed interleuchine.




Candiatox 60cps
Prezzo: € 32,00

Sinergia probiotica potenziata da formula di piante in toto con estratto di Lapacho titolato in naftachinoni


Candiatox
è una formula contenuta in capsule gastroresistenti che proteggono tutti gli ingredienti dagli acidi gastrici per liberarli nell’intestino tenue e intervenire efficacemente a riequilibrare la flora intestinale.
Il prodotto contiene
L. fermentum, un probiotico inibitore di Candida che neutralizza lieviti dalla struttura chimica simile a quella delle specie di Candida. La combinazione degli estratti di Tabebuia specie (Lapacho), Pistacia lentiscus (Mastica di Chio) e Juglans nigra (Noce mallo) conferiscono al prodotto una potente attività antimicrobica particolarmente antimicotica, neutralizzante di un vasto spettro di miceti. L’aggiunta di Glucomannano serve a legare le tossine fungine nell’intestino tenue che sono trasportate all’interno e, quindi, ad agevolarne l’espulsione dall'intestino crasso.

Ingredienti per 2cps:
Lapacho (Tabebuia specie L. cortex), estratto titolato 3% naftochinoni 200mg
Noce mallo (Juglans nigra L, fructi), estratto 150mg
Mastica di Chio (Pistacia lentiscus L., goma mastix), estratto 150mg
Glucomannano 100mg
Lactobacillus fermentum 1mld ufc
Eccipienti: magnesio stearato, calcio fosfato tribasico, gomma di gellano
Capsula di cellulosa vegetale.

Candiatox va abbinato al prodotto Sanliver, poiché le micosi croniche comportano epatotossicità, coinvolgendo, quindi, i tessuti e i meccanismi di detossificazione del fegato.

Candiatox e Sanliver sono complementi sinergici alla micoterapia nella detossificazione epatica, biliare, linfatica e tegumentaria.

La micoterapia è costituita da macro-funghi contenenti enzimi e sostanze nutritive in grado di catabolizzare i micro-funghi e le tossiemie micotiche, provocate da squilibri fisiologici oppure da sostanze esogene, come, ad esempio, da metalli pesanti.

Produzione e lavorazione italiana.


Avvertenze:

• Evitare in caso di allergia alle noci.
• Sospendere l’assunzione durante l’allattamento e la
gravidanza.
• Non superare la dose giornaliera consigliata.
• In dubbio si prega di rivolgersi al medico curante o ad
altro professionista della salute competente.
• Tenere fuori dalla portata dei bambini sotto i tre anni.



Candiatox nasce per abbassare la carica micotica
e ridurre l ’incidenza d’infezioni di numerosi parassiti e virus. Tra le infezioni microbiche più comuni, la prevalenza di candidosi nella popolazione è resa più probabile dall’abuso di farmaci, da un’alimentazione eccessivamente ricca di zuccheri, carboidrati raffinati, amidi, additivi, conservanti e da sostanze stimolanti, come ad esempio caffeina, cioccolato e fumo che creano dipendenza nel tentativo di sostenere stili di vita sempre più frenetici e stressanti.

COMPONENTI:
Il probiotico killer, Lactobacillus fermentum, produce una molecola chiamata batteriocina in grado d’inibire la crescita e lisare la parete cellulare delle specie Candida dalla struttura simile a quella dei lieviti, e quindi, la parete cellulare dei lieviti stessi. L’efficacia dell’attività biologica è stata rilevata in vitro per le specie C. albicans, C.glabrata, C. krusei e C.parapsilosis.



Il lattobacillo fermentato contiene gli acidi lattico e acetico, i quali migliorano la tolleranza al lattosio e liberano i monosaccaridi di ramnosio, sorbitolo e inositolo dalle qualità prebiotiche presenti nella dieta ricca di fibre solubili e integrali. L’effetto è di stimolare la digestione, ridurre l’infiammazione delle mucose e migliorare complessivamente la microflora intestinale. I benefici sono una minore predisposizione a candidosi, infezioni microbiche e sindromi del colon irritabile.


L. fermentum è stato scelto tra altre specie di Lactobacilli per la capacità marcata di inibire tutte le specie di Candida testate e può quindi essere utilizzato per ridurre l’infiammazione, la permeabilità intestinale “Leaky Gut Syndrome” causata dalle candidosi e dalle ife e pseudoife, forme comuni anche a tutti i lieviti, i quali penetrano tra le giunzioni strette (tight junctions) delle strutture della mucosa gastrointestinale, e così proliferando riescono a raggiungere anche il GALT (Gut Associated Lymphoid Tissue), entrando anche nel sistema linfatico e nella circolazione sanguigna portale, causando congestione epatica e del flusso biliare.



Diversi studi su donne trattate con Lactobacilli che includono L. fermentum dimostrano la capacità di correggere il pH delle mucose vaginali, migliorando vaginiti, vaginosi batteriche e, quindi, di inibire la crescita oppure lisare le pareti cellulari di diverse specie di Candida vulvovaginale, talvolta in pazienti immunodepresse e, dunque, predisposte maggiormente anche ad infezioni virali croniche.


Lapacho (Tabebuia sp. cortex), tit al 3% in naftachinoni

Le specie Tabebuia, Bignoniacee (Lapacho, Pau d’Arco), sono un gruppo di alberi sempreverdi che in Brasile sono chiamate “ipês”, comuni anche nelle foreste pluviali di tutta l’America Centrale, dove ne sono state contate 46 specie, tra le piu comuni ci sono T. impetiginosa, T. avellandea, T. argentea, T. alternata. L'efficacia di Lapacho in sinergia con gli altri ingredienti contenuti in Candiatox e attribuibile alla protezione delle mucose gastrointestinali da lesioni infettive micotiche. Le disbiosi intestinali sono comunemente caratterizzate da periodi di candidosi ricorrenti, accompagnate da infezioni frequenti opportunistiche debilitanti che nel tempo sopprimono il sistema immunitario. Sulla corteccia dei rami sono stati rilevati endofiti, dei funghi che vivono in simbiosi con la pianta, delle specie Aspergillus niger e Alternaria alternata, neutralizzanti di un vasto spettro di miceti.

La titolazione al 3% in naftachinoni (fattori-N) comprende i chinoni ƒÀ-lapachone, lapachone e xiloidone, dalla notevole azione antimicotica e antimicrobica contro virus e parassiti.

Oltre alla Candida albicans, l'attivita antimicrobica include Herpes simplex, molti virus influenzali e parassiti: Plasmodium falcarium (malaria), Schistosoma mansoni (schistosomiasi epatica) e Tryponosoma cruzi (morbo di Chagas). Gli altri chinoni (fattori-ƒ¿) nel prodotto includono l'antrachinone lapacholo, numerosi flavonoidi antiossidanti, antifungini e antivirali, e la quercetina, antistaminica e antinfiammatoria.

Il lapacholo e significativamente antibatterico e riduce l'incidenza di lesioni microbiche alle mucose gastrointestinali; a questo riguardo, uno studio suggerisce un impiego nel sostegno della terapia di eradicazione che combatte Helicobacter pylori, un batterio tra i piu aggressivi e persistenti, causa di ulcere duodenali, le quali predispongono al rischio di linfomi e adenocarcinoma delle mucose.
Oltre alle proprieta antimicrobiche, le Tabebuia sp. contengono una sinergia di tracce di minerali importanti: calcio, magnesio, fosforo, zinco, manganese, molibdeno, rame, ferro, potassio, sodio, cobalto, boro, oro, bario e nichel.

Noce Mallo (Juglans nigra, fructi)

La Juglans nigra, Juglandaceae, chiamata Noce mallo, è originaria delle foreste dell’America settentrionale e coltivata in Europa dal 1629, prevalentemente in Francia, Germania, Romania e Ungheria per l’uso alimentare del frutto.

Le Juglans nigra sono considerate un rimedio galenico, la cui attività è antibatterica, antifungina e antiparassitaria. Il principio considerato maggiormente attivo contenuto nell’estratto etanolico è lo
juglone, un naftochinone, dalle proprietà antimicrobiche di vasto spettro che potenzia la sinergia dei naftachinoni di Tabebuia sp. nella formula Candiatox. Vari studi in vitro confermano l’attività antimicotica dello juglone: inibizione di Candida albicans paragonabile al farmaco Nistatina, inibizione di Saccharomyces cervisiae, Cryptococcus neoformans, Aspergillus flavus e Aspergillus fumigatus; mentre l’attività antibatterica contro Staphylococcus aureus è attribuita ad altre sostanze fitochimiche.

La Mastica di Chio (Pistacia lentiscus, goma mastix)


La Pistacia lentiscus, Anacardiaceae, arbusto sempreverde è reputata per l’uso tradizionale galenico risalente all’antica Grecia nella cura di dolori gastrointestinali, calcoli renali, epatiti, tossi ed eczemi.

L’estratto di Pistacia lentiscus contiene prevalentemente resinoidi, flavonoidi, fenoli e flavoni dall’azione antimicrobica. In vitro, l’estratto inibisce significativamente la crescita di Candida albicans, Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa e Salmonella typhi.



L’associazione dei prodotti Candiatox e Sanliver completa la regolazione gastrointestinale, permettendo una detossificazione completa, indispensabile nei casi di candidosi e della maggior parte delle tossiemie sistemiche croniche.


Sanliver 60 cps
Prezzo: € 32,00

Formula sinergica di piante in toto potenziata da estratti titolati in silimarina e curcuminoidi con enzimi. Sanliver è il sostegno indispensabile a liberare lo spazio dei dotti biliari e a facilitare l’espulsione di micotossine e grassi ossidati che si accumulano nei tessuti epatici, congestionando l’organo e compromettendo l’azione di ogni terapia farmacologica.
L’intera formula del prodotto Sanliver consiste in una
sinergia di estratti di Boldo, Cardo, Carciofo, Curcuma e Tarassaco, i quali contribuiscono all’aumento della produzione biliare, essenziale all’espulsione di micotossine, oltre a residui di infezioni microbiche e a sostanze di scarto solubili esclusivamente negli acidi grassi.
L’azione direttamente inibitrice delle candidosi è offerta dalle azioni sinergiche di Carciofo, Boldo, Curcuma e dalla bromelina, un complesso di enzimi digestivi, i quali aumentano la biodisponibilità gastrointestinale della Curcuma.

Produzione e lavorazione italiana.


Ingredienti per 2cps:
Carciofo (Cynara scolymus L. folia) 200mg
Boldo (Peumus boldo L. folia) 150mg
Tarassaco (Taraxacum officinalis L. radix) 150mg
Cardo mariano (Silybum marianus L. fructi) estratto titolato 80% silimarina 130mg
Curcuma (Curcuma longa L. radix) estratto titolato 95% curcuminoidi 33.7mg
Bromelina (Ananas camosus L.), enzimi 2400GDU/g 5mg
Vit B2 tit 33%, 4,4mg (100% RDA)
Vit B1 tit 33%, 4,2mg (100% RDA)
Eccipienti: magnesio stearato, calcio fosfato tribasico
Capsula di cellulosa vegetale.


Avvertenze:

• Il Prodotto è sconsigliato nei casi di tendenza emorragica e di ostruzione delle vie biliari, prima di un’operazione chirurgica, durante l’allattamento e la gravidanza.
• Non superare la dose giornaliera consigliata.
• In dubbio si prega di rivolgersi al medico curante o ad altro professionista della salute competente.
• Tenere fuori dalla portata dei bambini sotto i tre anni.
• Gli integratori alimentari non vanno intesi quali sostituti di una dieta variata, equilibrata e di uno stile di vita sano.


Sanliver nasce dall’esigenza di sostenere il fegato, l’organo di detossificazione per eccellenza, responsabile di filtrare tutte le sostanze, quelle nocive in particolare, e di trasportarle attraverso la circolazione portale.

Il fegato immagazzina sostanze nutritive e produce fattori di coagulazione essenziali alla sopravvivenza, riciclando i numerosi metaboliti derivati da tutti i sistemi fisiologici e da commensali microbici intestinali.

Condizioni di disbiosi intestinale frequenti provocano candidosi croniche, le quali secernono settantanove micotossine. Le candidosi endogene producono prevalentemente acetaldeide e gliotossine, le quali si sommano nel fegato a veleni esogeni di resti di farmaci, sigarette, alcolici, eccessi di zuccheri, carboidrati raffinati e metalli pesanti.

L’espulsione dei sottoprodotti della candidosi necessita di quantità adeguate di bile prodotta nel fegato. Sanliver è il sostegno indispensabile a liberare lo spazio dei dotti biliari e a facilitare l’espulsione di micotossine e grassi ossidati che si accumulano nei tessuti epatici, congestionando l’organo e compromettendo l’azione di ogni terapia farmacologica.

L’intera formula del prodotto Sanliver consiste in una sinergia di estratti di Boldo, Cardo, Carciofo, Curcuma e Tarassaco, i quali contribuiscono all’aumento della produzione biliare, essenziale all’espulsione di micotossine, oltre a residui di infezioni microbiche e a sostanze di scarto solubili esclusivamente negli acidi grassi.



L’azione direttamente inibitrice della “Candida” è offerta dalla
sinergia di Carciofo, Boldo, Curcuma e Bromelina, un complesso di enzimi digestivi, i quali aumentano la biodisponibilità gastrointestinale della Curcuma. La protezione del collagene nella matrice degli epatociti è conferita dalle azioni sinergiche antinfiammatorie, antiossidanti, antifibrotiche e rigeneranti di Cardo mariano, Carciofo, Curcuma, Tarassaco e bromelina. La combinazione delle dosi dei singoli principi attivi potenzia l’efficacia del prodotto secondo le metodologie di formulazione tradizionali.

Gli eccessi di glucosio derivati da carboidrati, zuccheri raffinati in mancanza di ossigeno, anziché produrre energia cellulare (ATP), generano piruvati, prodotti del metabolismo che fermentano e si trasformano in acetaldeide. Quest’ultima è una tossina che contiene acidi grassi, i quali in eccesso, si ossidano, si accumulano, congestionando e ingrossando il fegato e, neiì casi più gravi, conducendo a steatosi epatica conclamata, manifestandosi con sintomi di flushing (rossore al viso), nausea, vomito, tachicardia, ipertensioni con livelli diastolici sostenuti e sensazione d’ubriachezza. Il fegato trasforma l’acetaldeide in etanolo (alcol), il quale conduce alla deplezione di folati e di tutte le vitamine del gruppo B.

Nel prodotto Sanliver sono state aggiunte le vitamine B1 e B2: la B1, la tiamina, serve alla produzione del neurotrasmettitore acetilcolina, la quale contribuisce a correggere i sintomi di depressione, stanchezza, insonnia e perdita di memoria; mentre la vitamina B2, la riboflavina, e essenziale per la riparazione giornaliera delle membrane cellulari costantemente danneggiate dall'alcol.

Il fegato ingrossato comporta ostruzione dei dotti che secernono bile, sostanza essenziale al trasporto e all'espulsione dell'eccesso di numerose micotossine che rimangono nella circolazione sanguigna, infiammando le mucose intestinali, istaurando la "Leaky Gut Syndrome": l'aumento della permeabilita delle pareti intestinali.

L'accumulo di micotossine e la riduzione della secrezione e del flusso biliare preparano un terreno acido, adatto alla proliferazione di batteri, i quali, danneggiando l'organismo, stimolano la proliferazione e la cronicizzazione della candidosi come effetto compensatorio all'eccesso di radicali liberi. Le gliotossine e i rimanenti sottoprodotti della Candida esauriscono cosi le riserve dell'antiossidante glutatione, sostenendo uno stato infiammatorio, rilevato misurando l'aumento dei livelli d'istamina, TNF-alfa, IL-1 e IL-8, importanti per le membrane delle mucose gastrointestinali, respiratorie e dei tessuti connettivi osteoarticolari, muscolari e tegumentari.

Sanliver migliora la secrezione e il flusso biliare al fine di sostenere l'eliminazione oppure la biodisponibilita di acidi grassi, preparando il terreno per alcalinizzare la digestione e migliorando l'assorbimento nella circolazione di sostanze che si sciolgono e sono trasportate solo negli acidi grassi attraverso le Placche di Peyer contenute nel GALT (Gut Associated Lymphoid Tissue).

In condizioni di salute, l'aumento di bile ha effetti prebiotici che nutrono ed equilibrano le proporzioni dei commensali buoni, inclusi quelli della Candida. Le tossiemie da candidosi trascurata producono anemie carenziali, correggibili con l'integrazione di folati e B12, e anemie macrocitemiche piu difficilmente correggibili per l'ingrossamento dei globuli rossi. L'acetaldeide, le gliotossine e gli altri sottoprodotti della Candida, una volta trasformati in alcol, alterano anche il DNA dei globuli bianchi, riducendo il numeroì di piastrine e di conseguenza, anche la capacita di coagulazioneì e di rigenerazione delle cellule immunitarie.

La candidosi cronica più grave produce sintomi d'intossicazione paragonabili all'alcolismo: ingrossamento della milza, organo di rigenerazione di cellule immunitarie, aumento della pressione sanguigna e trombosi della circolazione portale epatica. Similmente al tratto intestinale, anche le mucose della barriera ematoencefalica che filtrano il sangue che raggiunge il cervello diventano permeabili, producendo, confusione mentale, riduzione delle capacita di coordinazione, di concentrazione, vertigini, perdite d'equilibrio e di memoria, ansie, attacchi di panico e problemi ormonali.



L’associazione dei prodotti Candiatox e Sanliver completa la regolazione gastrointestinale, permettendo una detossificazione completa, indispensabile nei casi di candidosi e della maggior parte delle tossiemie sistemiche croniche.




Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo. L'unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un'ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all'impiego per il sostegno dell'organismo in periodi particolarmente difficili.

Tutte le informazioni sull'utilizzo dei funghi sono tratte dal libro del Dott. Ivo Bianchi, MICOTERAPIA, i funghi medicinali nella pratica clinica, Palermo, Nuova Ipsa Editore, 2008, e dal sito dell' IMI (Istituto Micoterapico Internazionale), sia italiano che spagnolo: www.imispain.com


Il contenuto della sezione MICOTERAPIA, come pure tutti i contenuti presenti sul sito dell'erboristeria arcobaleno sono solo scopo informativo e non sono da utilizzare come mezzo per curare malattie. Sia l´editore che l´autore si astengono dal dispensare consigli medici, direttamente o indirettamente, nonchè dal prescrivere qualsiasi cura e non si assumono alcuna responsabilità nei confronti di coloro che scelgono di curarsi da soli senza il consenso del proprio medico.

Home Page | INFORMATIVA | Condìzioni di VENDITA | Novità | PROMOZIONI | Idee REGALO | Curiosità | Contatti | Dove siamo | Dicono di noi | | | Acqua | Acqua e Sale | Acqua e Sapone | ACNE e Impurità | Alcalinizzanti | Alimentari | Alga KLAMATH | Alghe marine | Allergie | Aloe | Aminoacidi e Proteine | Animali | Antidolore | ANTIOSSIDANTI | Antinfluenza | Antizanzare | Ansia e Stress | AntiAge | Antirughe | Arcobaleno BIMBI | Argan olio | Argento Oro... Colloidi | Aromaterapia | Articolazioni | Attivatori energetici | Auricoloterapia | Ayurveda | Baobab | Biopan e Vitapan | BIOTTA succhi | CAISSE formula | Calcolosi renale | Canapa | Candida | Capelli CURA | Capelli Professional | CAPELLI RICRESCITA | CELLFOOD | Cellulite | Cerotti LIFEWAVE | Cistite | Colesterolo | Colostro | Cosmeceutica | Cura del corpo | Depurazione | Digest | Dieta ZERO | Dolcificanti naturali | Enzimi | Erbario | Essenze DONNA | Essenze UOMO | Estratti SPAGIRICI | Fibromialgia | Floriterapia | FitoDETERSIVI | Fosfatidilcolina | Gambe | Glicemia | GUAM Anticellulite | Gruppi sanguigni | Helix | Incensi | Infertilità | Infrared | Infiammazione | Integratori Salini | Karite' | Ipertensione | Lei Sex | Lei SPM | LUI e LEI | Lui | Make-Up | MELATONINA | Memoria | Menopausa | Meristemo-Terapia | Metabolomici | Micoplasmi | Micoterapia | MICROIDRINA | NONI | Nutraceutica | Oggettistica | OLI vegetali | Oligoelementi | Olivo | Omega 3-6-9 | PAPAYA | Prodotti DI LEO | Prodotti RE.NA.CO. | Propoli | Saponi Aleppocolors | Saponi Dr. Bronners | Semi di Pompelmo GSE | SOLARI | Sovrappeso e obesità | Stitichezza | Supporto oncologico | TEA TREE oil | Tè accessori | Tè e Infusi | Tè MACTHA | Tè TULSI | Termoterapia | Tiroide | Tisane TMG | Vitamine e Minerali | ZEOLITE | | | ACMOS | TAOPATCH | CLARK zapper | ENERGIA sottile | Tesla piastre | PIETRE e CRISTALLI | Diagnosi dal volto | Ritmi Circadiani | Intimo HITECH | Test della ballerina | Dr. Filippo Ongaro | Link Amici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu