Erboristeria Arcobaleno

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Informazioni ZERO

DIETA ZERO


L’Associazione Dieta Zero, nasce dalla volontà di rispondere ad una problematica sempre più diffusa e sottovalutata in Italia come l’obesità.

L'obesità è una condizione medica in cui il grasso corporeo in eccesso viene accumulato nella misura in cui esso può portare ad un effetto negativo sulla salute, con una conseguente riduzione dell'aspettativa di vita e un aumentato dei problemi di salute.

Tipica delle società del benessere, l’obesità è quasi sempre correlata ad altre malattie ed è considerata la principale causa di morte prevenibile in tutto il mondo.

Classificata addirittura come uno dei più gravi problemi di salute pubblica del 21° secolo, nei casi più comuni l’obesità è causata da una combinazione di eccessivo apporto calorico e mancanza di attività fisica prolungate nel tempo.

A queste cause facilmente prevenibili si aggiunge negli anni un più profondo disturbo psicologico che può sfociare in patologie depressive e malessere mentale dell’individuo oltre che fisico.


Per questi motivi Fondazione Dieta Zero, attenta alla salute e al benessere psico-fisico dell’individuo nasce per promuovere e finanziare la ricerca di iniziative utili ed efficaci finalizzate al controllo e alla prevenzione di questo grave disturbo alimentare.


La strategia alimentare affinata dalla Fondazione Dieta Zero si fonda sul concetto principale che il cibo abbia la capacità di agire in modo estremamente efficace sul sistema ormonale e dunque vada assunto osservando le tre seguenti regole:

- corretta ripartizione tra i tre macronutrienti che compongono il pasto;
- adeguata ripartizione temporale dei pasti e/o degli snack (merende e/o spuntini);
- discreta attenzione alla qualità degli alimenti da assumere

La Dieta Zero migliora il metabolismo di ogni persona portando in un cluster equilibrato l’asse ormonale glucagone / insulina.

Il glucagone è un ormone peptidico che viene secreto dal pancreas quando il livello di glucosio scende al di sotto di determinati valori. Appena entra in circolo si lega ai suoi recettori e attiva la degradazione del glicogeno, provocando immediato rilascio di glucosio nel sangue: la sua funzione è quella di mantenere sempre il glucosio sopra una determinata soglia.

L’insulina invece è un ormone proteico che, al contrario, entra in gioco quando il livello di glucosio è troppo alto.
Il nostro organismo stimola la produzione di insulina a seguito dell’assunzione di carboidrati, mentre il glucagone viene secreto a seguito dell’assunzione di cibi proteici.

Dieta Zero prevede, in sintonia con il metodo Dieta Zona, ideato dal biochimico americano Berry Sears, la gestione indotta di un equilibrio proporzionale tra glucagone e insulina.
A differenza della Dieta Zona, le proporzioni adatte al mantenimento di tale asse sono diverse e consistono nella ripartizione equilibrata tra i tre macronutrienti: (1/3 Carboidrati, 1/3 Proteine e 1/3 Grassi).

Il rapporto 1 a 1 tra Carboidrati e Proteine può variare, a favore dei carboidrati, solo in relazione alle caratteristiche del metabolismo basale dell’individuo e a un eventuale costante livello di attività fisica.

Gli studi in materia di diete dimostrano che gli individui che decidono di adottare una strategia alimentare definita da regole e restrizioni sono per il 90-95% dei casi pazienti con un eccesso di almeno 15- 20 chilogrammi o una massa grassa superiore al 25% del proprio peso.



Altro dato fondamentale è che l’80 % degli individui che decidono di intraprendere una dieta pretendono di vedere risultati entro in primi 20 giorni. La mancanza di tali risultati intermedi infatti provoca un’alta probabilità di abbandono del metodo con il conseguente fallimento della persona e della sua possibilità di raggiungere uno stato di benessere salutare.


Il danno maggiore che deriva da questo fallimento è che il paziente diminuirà la fiducia in se stesso, tenderà a essere completamente disincentivato ad intraprendere nuove strategie alimentari e rischierà di cadere in uno stato depressivo forte.

Per limitare questi danni la Fondazione Dieta Zero e il proprio staff scientifico hanno studiato la possibilità, spesso usata in medicina, di introdurre una soluzione che implica degli svantaggi per l’organismo ma in proporzione minore rispetto ai vantaggi offerti.



Nello specifico Dieta Zero permette di far precedere lo stile alimentare vero e proprio da un periodo di boosting basato su un approccio chetogenico.

La chetosi è il processo attraverso il quale si porta l’organismo a consumare le scorte di zuccheri ancora in circolo, evitando di introdurne di nuovi. Una volta finiti quelli in circolo, l’organismo andrà a consumare proprio le scorte disponibili sotto forma di massa grassa che si andrà così via via riducendo.

La
Chetosi è sicuramente un processo dannoso al corpo, è uno svantaggio che non fa bene perché mette in circolo corpi chetonici che sono corpi tossici e creano tossicità nel sangue. Come già anticipato però in alcuni casi drammatici, una chetosi controllata a livello medico e seguita per un massimo di 14 giorni coadiuvata da sostanze naturali con funzioni altamente drenanti e purificatrici può essere l’unica vera soluzione per risultati veloci e non implica rischi per la salute dell’individuo.

Un approccio chetonico infatti fa ottenere risultati grandiosi in termini di:

  • Veloce ed immediata perdita di peso
  • Convinzione della bontà del metodo
  • Aumento della fiducia in se stessi
  • Miglioramento dell’autostima
  • Fiducia nel professionista che la consiglia


A fronte di un piccolo svantaggio quindi, l’approccio chetogenico è in grado di conferire al paziente quell’entusiasmo e quella fiducia in se stessi necessaria a proseguire con un regime alimentare equilibrato e completo, ma utile a ritrovare una perfetta forma psico-fisica.

Per i motivi sopra citati, Fondazione Dieta Zero e il suo
team scientifico (Direttore scientifico: Dr. Loris Del Giudice, dietista-nutrizionista in collaborazione con Dr.ssa Ilaria Bertini, dietista) Associazione DietaZero, dopo aver analizzato e misurato con attenzione i vantaggi e gli svantaggi di un approccio chetogenico TEMPORANEO ha introdotto la possibilità (non il bisogno assoluto) di far precedere il sistema alimentare Dieta Zero da un periodo limitato di chetosi finalizzato esclusivamente a ottenere risultati veloci incidendo positivamente sulla psicologia dei pazienti e ridurre in maniera esponenziale la possibilità di generare fallimento.

Nel metodo Dieta Zero, il calcolo del fabbisogno alimentare giornaliero di ogni individuo si determina a partire dal calcolo delle proteine quotidiane necessarie.


Per stabilire il fabbisogno proteico è necessario prima di tutto calcolare la massa magra dell’individuo. La massa magra si deduce sottraendo al peso totale la massa grassa.

A sua volta la massa grassa può essere quantificata attraverso l’utilizzo di un impedenziometro o pinze impedenziometriche oppure sfruttando un algoritmo di calcolo basato su parametri fisici rilevanti come circonferenza vita, circonferenza anche (per le donne) o polso (per gli uomini), altezza, peso ed età.

Una volta determinato l’indice di massa magra, questo va moltiplicato per i grammi di proteine necessari per ogni chilogrammo di massa magra.

Questo valore varia a seconda del grado di attività fisica esercitato dall'individuo e nello specifico può essere: corrispondente a 1,1 in caso di attività nulla (sconsigliato), 1,4 in caso di attività fisica leggera costante e 1,9 in caso di attività fisica intensa.

Riassumendo la formula per il calcolo del fabbisogno proteico giornaliero è:

MASSA MAGRA * GRAMMI DI PROTEINE (in relazione all'attività fisica)


Il risultato ottenuto è pari al fabbisogno proteico giornaliero, ma in Dieta Zero dove l’apporto di carboidrati, proteine e grassi è equamente ripartito tale risultato corrisponde anche al fabbisogno di carboidrati e grassi. In questo modo l’individuo può quindi facilmente determinare il proprio fabbisogno giornaliero globale.

Per un calcolo veloce e attendibile del fabbisogno giornaliero utilizza il calcolatore on line sotto riportato.







Zero activate è il programma Zeroline per il dimagrimento veloce e immediato attraverso un approccio chetogenico.
Zero activate si divide in tre fasi e ha una linea di prodotti dedicata per agevolare il rispetto del programma alimentare imposto in ognuna delle fasi.


Zero Forever è la linea di prodotti, firmata in esclusiva da Zero, dedicata a tutti coloro che vogliono seguire il metodo DietaZero in modo facile, controllato e sicuro.
DietaZero Forever è una linea di alimenti bilanciati che ha in sé tutti i principi di alimentazione sana e buona del metodo DietaZero.




Il sistema alimentare
DietaZero è un metodo scientifico finalizzato a raggiungere e mantenere nel tempo il benessere psico-fisico dei pazienti che decidono di adottarlo come stile di vita.

Si tratta infatti di una strategia alimentare equilibrata e completa abbinata a semplici abitudini e sani comportamenti che, se osservati con regolarità e costanza, assicurano benessere e perfetta forma fisica.

Oltre ad una dieta bilanciata, il metodo DietaZero prevede moderata attività fisica, particolare attenzione per il bioequilibrio e relax dei soggetti e alcune fondamentali abitudini come la selezione dei tipi di alimenti da prediligere e la ripartizione degli stessi in almeno 4 pasti quotidiani.

Minimo sforzo, massimo risultato.

Per agevolare i soggetti interessati a seguire il programma DietaZero, Denpas offre i prodotti delle linee Zero activate e Zero forever.

Si tratta di
due linee di prodotto studiate e create proprio nel rispetto delle regole imposte dal metodo Dieta Zero e dall'approccio chetonico che il sistema prevede per i pazienti che hanno più bisogno di perdere peso, al fine di agevolare i soggetti nel perseguimento del loro obiettivo di benessere e salute.





ZERO ACTIVATE il programma alimentare a zero peso: alimenti leggeri per la linea e gustosi per il palato e fitoestratti ricchissimi in principi attivi per migliorare il benessere quotidiano.

Alimenti più fitoestratti per realizzare l’integrazione quotidiana di principi nutritivi fondamentali per la linea e per la funzionalità del corpo. A zero peso.

Perchè le formulazioni Zero sono preparate prediligendo soluzioni efficaci che non appesantiscono la linea. E per gli alimenti Zero anche con una specifica attenzione alla selezione dei sapori, perchè attraverso il palato la sensazione di soddisfazione si amplifica come emozione positiva che coinvolge tutta la persona.

Alimenti e fitoestratti Zero sono notificati al Ministero della Salute.

I fitoestratti Zero sono prodotti con
tecnologie innovative che permettono di raggiungere altissimi livelli di concentrazione e qualità dei principi attivi a supporto delle funzionalità del corpo.

Gli alimenti Zero sono formulati scientificamente in modo da apportare al corpo i nutrienti fondamentali ed evitare che si sviluppino stati carenziali, anche durante le diete a restrizione alimentare.

Con i prodotti Zero, a integrazione di alimenti comuni, è possibile infatti realizzare un programma di
remise en forme che permette di mantenere elasticità e tonicità tissutale. Grazie agli alimenti Zero, dai gusti appetitosi, come il cioccolato, si soddisfa il palato migliorando la motivazione psicologica, anche nella fase più restrittiva.


Il problema del peso corporeo, inteso come sovrappeso, interessa un numero sempre maggiore di persone.

Nella maggioranza dei casi il peso eccessivo è dovuto da una parte alla sempre maggiore disponibilità di alimenti e dall'altra ad uno stile di vita sempre più sedentario.

L'obesità è correlata con malattie degenerative:
diabete,
ipertensione arteriosa, ischemia miocardica, insufficienza cardiaca, colecistopatia,
nefropatie,
danni osteoarticolari




PROGRAMMA ZERO
Il programma alimentare Zero si articola in tre fasi di uguale durata.

Tre fasi
, oltre che per ritrovare il peso forma, per arrivare a recuperare l’attenzione su uno stile di vita corretto che prevede alimentazione equilibrata e adeguato esercizio fisico per mantenere il corpo vitale e in forma.

Il programma Zero risulta molto semplice da seguire, non necessita di pesatura di prodotti alimentari o di calcolo delle calorie.
L’importante è attenersi alle regole della dieta e mantenere le tre fasi della stessa durata a seconda della perdita di peso prestabilita.

Il principio di base è che per recuperare una ottimale forma fisica non serva digiunare perchè, anche in fase di dimagrimento, bisogna mantenere la massa magra (più precisamente il tono muscolare) in modo da salvaguardare i tessuti del corpo.

Il programma Zero inevitabilmente pone delle restrizioni alimentari ma offre contemporaneamente una gamma di alimenti specifici che nutrono e soddisfano il palato rendendo più piacevole il raggiungimento dell’obiettivo-peso prestabilito.
Il programma Zero è un programma dedicato a chi gode di buona salute fisica e vuole
rimettersi in forma.

ALIMENTI ZERO

Gli alimenti Zero sono una serie di preparati in polvere solubile ricchi di proteine, vitamine (A, C, E e del complesso B) e sali minerali.

Le proteine sono di derivazione naturale dal latte e dalla soia e contengono tutti gli aminoacidi essenziali (indice chimico >100).

Oltre che ricchi di nutrienti, gli alimenti Zero hanno un alto indice di digeribilità così da fornire effettivamente al corpo tutti gli elementi di cui sono ricchi.
Tanta energia ma anche tanto gusto. Tanti sapori dolci e salati che si avvicinano ai piatti della tradizionale alimentazione.

Zuppe, frappè, bevande calde, omelette, purè e tanti snack da abbinare all’alimentazione quotidiana per comporre menu completi e invitanti. Gli alimenti Zero integrano, con gusto, l’apporto proteico in ogni caso di aumentato fabbisogno ma sono anche utili per chi ha sempre un occhio attento alla forma ma non vuole rinunciare a gusti sfiziosi.

Diventano essenziali all’interno del programma dietetico Zero per la riduzione del peso poichè apportano tutti i nutrimenti necessari per mantenere la massa magra e accontentano il palato, fattore altrettanto importante per la buona riuscita della dieta che prevede necessariamente un regime di restrizione alimentare.


Zero forever

Zero Forever è la linea di prodotti, firmata in esclusiva da Zero, dedicata a tutti coloro che vogliono seguire il metodo DietaZero in modo facile, controllato e sicuro.
DietaZero Forever è una linea di alimenti bilanciati che ha in sé tutti i principi di alimentazione sana e buona del metodo DietaZero.


Una linea dedicata a tutti coloro che quando mangiano si vogliono bene!

Perchè aiutano a bilanciare i pasti: contengono carboidrati, proteine e grassi per garantire un equilibrato apporto calorico.
Perchè sono saporiti: ingredienti e ricette di qualità come la più classica tradizione italiana insegna.
Perchè sono leggeri, a basso indice glicemico: ricchi di fibre e prebiotici migliorano la digestione e il senso di sazietà senza appesantire la linea.
Perchè sono sani: non contengono grassi trans o idrogenati ma solo olio extravergine di oliva.
Per tutta la famiglia: perchè i prodotti DietaZero sono equilibrati in macronutrienti e buoni da mangiare in compagnia!
Per scoprire tutti i segreti di una perfetta forma fisica forever scarica il libretto in versione pdf sotto riportato, troverai tanti utili consigli e tutti i dettagli dello stile di vita proposto da Dieta Zero.


Zero Forever Libretto .pdf





Gli alimenti Zero sono assolutamente privi di Aspartame e vengono dolcificati con il Sucralosio.

L'aspartame è composto da due amminoacidi, l'acido aspartico e la fenilalanina (per questo motivo, essendo quest'ultima particolarmente tossica per i fenilchetonurici, i prodotti che contengono questo dolcificante artificiale devono precisare chiaramente che sono fonte di fenilalanina), e l'estremità carbossilica della fenilalanina è esterificata con il metanolo.

Le composizioni percentuali sono le seguenti:

acido aspartico (40%), fenilalanina (50%), metanolo (10%).

L'aspartame il dolcificante artificiale per antonomasia,
è stato introdotto nel mercato nel 1981 dal Commissario dell'FDA Arthur Hulla Hayes, ignorando i suggerimenti del comitato scientifico e le preoccupazioni dei consumatori.


L'aspartame è una neurotossina che interagisce con gli organismi viventi nella stessa maniera dei farmaci
, producendo una larga fascia di problematiche salutistiche, disordini e sindromi.

L'aspartame causa danni "lenti e silenziosi" a tutte quelle persone che ne fanno uso abituale.

L'aspartame è cancerogeno anche usato in piccole dosi

L'aspartame è oggi quasi onnipresente, nascondendosi dietro i prodotti light e senza zucchero e più in generale negli alimenti, bevande, farmaci e prodotti per i bambini. Cerca la parola "aspartame" sull' etichetta ed
evita il prodotto che lo contiene.


Recentemente l'Aspartame è stato rinominato nel più gentile e suadente " AminoSweet"







ha sostituito l'aspartame con il più sicuro SUCRALOSIO

Il
Sucralosio è l’unico dolcificante a-calorico che proviene dallo zucchero. La sua combinazione unica di sapore simile allo zucchero ed eccellente stabilità consente l’utilizzo del sucralosio come sostituto dello zucchero in quasi tutti i tipi di alimenti e bevande, inclusi i cibi fatti in casa e i prodotti da forno. E' a base di zucchero, ha il sapore dello zucchero, ma non è zucchero!

Il sucralosio è ottenuto dallo zucchero tramite un processo brevettato in più fasi che sostituisce selettivamente tre atomi di cloro con tre gruppi idrossili nella molecola di zucchero. Il cloro è presente naturalmente in molti dei cibi e delle bevande che mangiamo e beviamo ogni giorno e gioca un ruolo importante in molti processi biologici e naturali.
La presenza del cloro nel sucralosio lo rende un dolcificante che
non ha alcuna caloria, ma è 600 volte più dolce dello zucchero. Il sucralosio ha un sapore simile allo zucchero, dolce, pulito, rapidamente percettibile, e senza alcun retrogusto sgradevole. Inoltre, il sucralosio mantiene la sua dolcezza durante tutti i processi di produzione di cibi e bevande e ciò ne consente l’utilizzo praticamente ovunque sia utilizzato lo zucchero, inclusi i cibi fatti in casa e i prodotti da forno.

Il sucralosio non è metabolizzato dal corpo umano per la produzione di energia, quindi non è decomposto come il saccarosio (lo zucchero). Passa rapidamente attraverso il corpo praticamente immutato. Il sucralosio è stato ampiamente testato in oltre 100 studi per 20 anni ed è risultato essere un ingrediente sicuro e notevolmente inattivo.

Può essere utilizzato da tutti, anche da donne in gravidanza e in allattamento, da bambini di tutte le età e perfino da soggetti affetti da diabete. La ricerca infatti dimostra che non ha alcun effetto sul metabolismo dei carboidrati, sul controllo del tasso glicemico a breve e a lungo termine o sulla secrezione di insulina.

Scoperto nel 1976, il sucralosio è stato sviluppato congiuntamente da Tate & Lyle PLC e da McNeil Nutritionals, LLC, una società Johnson & Johnson.
L’utilizzo del sucralosio è approvato nell’Unione Europea e anche in importanti Paesi tra cui USA, Messico, Canada, Australia e Giappone.

ll sucralosio può essere indicato anche dalla sigla E955, mentre l'aspartame può nascondersi dietro la sigla E951


Approfondimento



PURA NATURA
Non servono conservanti sintetici perchè grazie al frutto del sorbo, si riesce a ricavare la corretta quantità di acido sorbico per conservare il prodotto.
Non serve alcol, nemmeno come solvente, perchè si usa semplicemente acqua vitalizzata paragonabile, per qualità organolettiche, all’acqua di sorgente.
Non ci sono zuccheri aggiunti perchè il sapore delle erbe officinali si esalta in un bouquet di aromi dalle molteplici sfumature. Prendersi il tempo per imparare ad apprezzare anche le note più aspre di un estratto d’erbe - che spesso vengono nascoste da gusti edulcorati più “facili” al palato - diventa un modo per rimettersi in sintonia con la natura.

La qualità dei fitoestratti Zero si evidenzia fin dalla selezione delle piante officinali che sono:

• sane e selezionate, provenienti da zone vocate e raccolte nel tempo balsamico, disidratate secondo metodi naturali;
• controllate, cernite e mondate, con l’ausilio di personale qualificato e macchinari di ultima generazione;
• stoccate in ambienti bonificati e termoigrometricamente standardizzati, progettati per ridurre al minimo l’impatto dei fattori ambientali sulla qualità del vegetale disidratato;
• certificate con sistema Qualità ISO 9000:2001, sistema di autocontrollo HACCP e un servizio interno di controllo che garantisce la sicurezza e la tracciabilità di tutti i vegetali.

Estrazione con tecnologia a ultrasuoni

L’
estrazione a ultrasuoni consente di ottenere prodotti completi di tutte le proprietà fisiologiche ed organolettiche dei vegetali impiegati oltre che di tutti i loro principi attivi sia primari che secondari. Quando si attivano i generatori di ultrasuoni è possibile regolarne la frequenza ed il tempo di estrazione in base alla tipologia e alle caratteristiche del vegetale. In questo modo è possibile estrarre quanto necessario dai vegetali. Ad esempio è possibile estrarre dal frutto del sorbo una quantità sufficiente di acido sorbico da utilizzare come conservante naturale per il prodotto finito, senza bisogno di aggiungere altri conservanti in momenti successivi.
I vantaggi ottenuti con l’estrazione ad ultrasuoni si possono riassumere in due punti:
• estrazione totale a temperatura ambiente, non superiore ai 35°C così si evita la denaturazione dei principi attivi contenuti che in tal modo restano intatti.
• abbattimento della carica batterica, grazie alla naturale azione di disgregazione della cellula batterica operata dagli ultrasuoni.


Il solvente più naturale: l’acqua vitalizzata: l’energia dell’acqua di sorgente

Per l’erogazione e la distribuzione, l’acqua, dalla sorgente deve essere canalizzata subendo danni provocati da fenomeni quali la pressione delle tubazioni e l’immissione di sostanze chimiche e metalli pesanti.

Con il procedimento di vitalizzazione secondo Johann Grander applicato all’acqua se ne può compensare la perdita di energia e di informazioni e riportarne la
memoria d’origine cioè di acqua di sorgente.


I vantaggi dei prodotti a base di acqua vitalizzata:
• migliore conservabilità
• maggiore stabilità anche in seguito a modificazione microbiologica
• maggiore potere autopurificante
• migliore potere solvente
• migliori caratteristiche organolettiche (freschezza, sapore, odore).



Programma alimentare ZERO

Alimenti ZERO


Fitoestratti ZERO






Informazioni ed immagini tratte dal sito della ditta fornitrice www.zeroline.it

Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo, tratte da un'ampia sitografia presente in internet. L'unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un'ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all'impiego per il sostegno dell'organismo in periodi particolarmente difficili.


Home Page | INFORMATIVA | Condìzioni di VENDITA | Novità | PROMOZIONI | Idee REGALO | Curiosità | Contatti | Dove siamo | Dicono di noi | | | Acqua | Acqua e Sale | Acqua e Sapone | Alcalinizzanti | Alimentari | Alga KLAMATH | Alghe marine | Allergie | Aloe | Aminoacidi e Proteine | Animali | Antidolore | Antiossidanti | Antinfluenza | Antizanzare | Ansia e stress | AntiAge | Arcobaleno BIMBI | Argan olio | Argento Oro... Colloidi | Aromaterapia | Articolazioni | Attivatori energetici | Auricoloterapia | Ayurveda | Baobab | Biopan e Vitapan | BIOTTA succhi | CAISSE formula | Calcolosi renale | Canapa | Candida | Capelli CURA | Capelli Professional | CAPELLI RICRESCITA | CELLFOOD | Cerotti LIFEWAVE | Colesterolo | Colostro | Cosmeceutica | Cura del corpo | Depurazione | Digest | DIETA ZERO | Dolcificanti naturali | Enzimi | Erbario | Essenze DONNA | Essenze UOMO | Estratti SPAGIRICI | Fibromialgia | Floriterapia | FitoDETERSIVI | Fitoterapici | Fosfatidilcolina | Glicemia | GUAM Anticellulite | Gruppi sanguigni | Helix | Incensi | Infertilità | Infrared | Infiammazione | Integratori Salini | Ipertensione | Lei | Lei cellulite | Lei cistite | Lei cura della pelle | Lei gambe | Lei menopausa | Lei Sex | Lei SPM | Lui e Lei | Lui | MELATONINA | Memoria | Micoplasmi | Micoterapia | MICROIDRINA | NONI | Nutraceutica | Oggettistica | OLI vegetali | Oligoelementi | Olivo | Omega 3-6-9 | PAPAYA | Prodotti DI LEO | Prodotti Lepo | Prodotti RE.NA.CO. | Propoli | Saponi Aleppocolors | Saponi Dr. Bronners | Semi di Pompelmo GSE | Solari | Sovrappeso e obesità | Stitichezza | Supporto oncologico | TEA TREE oil | Tè accessori | Tè e Infusi | Tè MACTHA | Tè TULSI | Termoterapia | Tiroide | Tisane TMG | Vitamine e Minerali | Zeolite | | | | | ACMOS | TAOPATCH | CLARK zapper | ENERGIA sottile | Diagnosi dal volto | Ritmi Circadiani | Intimo HITECH | Test della ballerina | Dr. Filippo Ongaro | Link Amici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu